Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

0
voti

Fusibili lenti e fusibili rapidi

Domanda:

Sento parlare di fusibili lenti e fusibili rapidi. Come si differenziano le loro caratteristiche?

Risponde admin

E' intuibile cosa possa significare lento o rapido per un fusibile, ma si tratta di una terminologia tecnicamente inesistente, in quanto non c'è alcuna definizione precisa al riguardo: le norme CEI o IEC non usano tali aggettivi per definire le prestazioni di un fusibile. Le informazioni si deducono dalla caratteristica tempo di prearco-corrente fornita dal costruttore. Le caratteristiche devono rispettare determinati vincoli e la differenza tra i fusibili è in pratica da essi determinata.

Il tempo di intervento del fusibile è la somma del tempo di prearco, che è il tempo che intercorre dal momento in cui la corrente assume un valore che determina la fusione e la durata dell�arco conseguente alla fusione.

La figura illustra i vincoli cui deve soddisfare la caratteristica di prearco dei fusibili gC e gM ( vedere l'aricolo citato più avanti). La curva deve transitare tra le "porte" che questi vincoli determinano, come la curva tratteggiata.

Si definisce innanzitutto un tempo convenzionale Tc, che va da 1 a 4 ore rispetto al quale devono essere riferite le successive definizioni.

La corrente di non intervento, che è del 25% superione alla corrente nominale, è quella corrente che può essere portata dal fusibile senza che si verifichi, nel tempo Tc, la fusione dell�elemento predisposto (quindi Inf=1,25*In).

La corrente di intervento invece, che è del 60% superiore alla corrente nominale, è quella che determina sicuramente la fusione entro il tempo Tc (If=1,6*In).

Sono quindi stabiliti ulteriori valori di corrente. Ad esempio, in figura, il valore minimo della corrente affinché la durata del prearco sia superiore a 10 secondi (e 0,1 secondi) ed il valore massimo per il quale la durata del prearco è inferiore a 5 secondi (e 0,1 secondi).

Per approfondimenti, nel sito c'è un questo articolo sui fusibili di Enrico Biagi.

1

Commenti e note

Inserisci un commento

di Maximilien Gobiet,

Buondi....ho un carica, batteria per batterie lithium ion, assai complesso credo, mi serve anche per alimentare un registratore audio professionale. Non mi funziona piu. Credo che sia un fusibili saltato, vedo un componento con a fianco scritto F1, potrebbe essere questo il fusibile? come faccio a capire che è lui che è saltato, essendo molto piccolo non è facile come nei fusibili comuni? Devo con un tester vedere se passa qualcosa tra i 2 poli?... Scusate l'ignoranza ma non sono per niente elettronico. Grazie per le vostre risposte. Maximilien Gobiet

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.