Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Marco Dal Prà
0
voti

Classe dei contattori

Domanda:

Su alcuni contattori, di varie marche, c'è la sigla AC3, oppure AC1, e mi èstato detto che indica la classe di appartenenza di quel contattore. E' così? In questo caso quali sono le differenze fra le varie classi?

Risponde Marco Dal Prà

I contattori sono stati standardizzati con la norma IEC/CENELEC 60947-4-1, trasposta in Italia nella norma CEI 17-50. In questa norma i contattori sono stati suddivisi a seconda della loro categoria di utilizzazione (e non classe), che grossomodo si distingue in contattori per correnti alternate (appunto AC) e contattori per correnti continue (DC). Ad esempio un contattore il cui costruttore lo dichiara idoneo per operare il categoria DC-1 e' utilizzabile per "carichi non induttivi o debolmente induttivi" come ad esempio i forni a resistenza. Un contattore in AC-3 invece e' adatto per comandare "motori a gabbia, avviamento e arresto durante la marcia", che e' la categoria piu' utilizzata, ma non la piu' severa. Tipicamente le guide tecniche ed i cataloghi delle case costruttrici riportano la tabella riassuntiva delle categorie con i vari parametri che le distinguono. Ad esempio si puo' guardare questo link
Altre case possono essere ABB e Telemecanique Siemens (ora gruppo Schneider).

Marco Dal Prà

0

Commenti e note

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.