Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

1
voti

Lampade fluorescenti

Domanda:

Da profana dell'elettrotecnica , mi trovo a consultare dei cataloghi di apparecchi illuminanti e confrontare diversi termini;i quesiti, probabilmente banali, riguardano la differenza tra alimentatore e reattore, accenditore e starter, reattore elettromagnetico e uno elettronico.

Risponde admin

L'alimentatore è un apparecchio che trasforma ed adatta l'alimentazione di rete alle esigenze di tensione e di corrente della lampada, generalmente mediante un trasformatore che porta la tensione al valore desiderato ed eventualmente un circuito elettronico che trasforma l'alternata in continua;

il reattore elettromagnetico è un avvolgimento con nucleo in ferro posto in serie alle lampade fluorescenti per creare una caduta e limitare la tensione ai capi della lampada e la corrente, regolazione che avviene alla frequenza di rete, i 50 Hz. Il reattore elettronico svolge la stessa funzione del reattore ellettromagnetico, però riduzione di tensione e di corrente sono ottenute mediante un circuito elettronico, cioè con componenti come transistor, diodi, circuiti integrati ecc. Ha notevoli possibilità in più rispetto al reattore elettromagnetico, potendo ad esempio variare la frequenza della scarica nei tubi fluorescenti. Accenditore e starter sono entrambi sistemi di accensione il primo usato ad esempio in lampade al sodio il secondo nelle lampade fluorescenti.

3

Commenti e note

Inserisci un commento

di ,

Certo, Andrea, confermiamo. Se diminuisci la frequenza a parità di tensione applicata aumenta il flusso, quindi l'induzione magnetica, quindi le perdite nel ferro. Il reattore non è altro che un trasformatore senza secondario.

Rispondi

di Andrea,

Cosa succederebbe se alimentassi un reattore di tipo magnetico 230V 60Hz, ad un circuito 230V 50Hz? So che un trasformatore per 60Hz, a parità di tensione, non può essere utilizzato a 50Hz, poiché aumentano le perdite nel nucleo e di conseguenza il trasformatore si surriscalderebbe. Potete confermarlo? Può questo comportamento essere valido anche per un reattore magnetico? Grazie, Andrea VR

Rispondi

di nino m. appassionato di elettronica,

sono alla ricerca di un progetto operativo, con tutti i dati tecnici, di un accenditore per lampada fluorescente che abbia anche l'indicazione di accensione di lampada accesa (per indicarne il mancato funzionamento) deve alimentare e controllare una lampada UV

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.