Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

1
voti

Avviamento Y->D

Domanda:

Ho riscontrato nelle varie risposte precedenti la sua contrarietà agli avviamenti stella-triangolo dei motori asincroni trifasi che peraltro condivido, tuttavia essendo in procinto di realizzare l'installazione di un grosso motore (200kW) in derivazione ad un Power Center alimentato da un trasformatore MT/bt da 1250kVA da cui sono derivati diversi azionamenti per motori c.a. e c.c. , m chiedo se la c.d.t. provocata all' avviamento di questo motore non possa interessare le sensibili protezoni di questi dispositivi elettronici. Sarebbe graditissimo un suo parere.

Risponde admin

Certamente occorre conoscere le tolleranze di tensione ammesse per i dispositivi elettronici e confrontarle con la caduta di tensione all'avviamento del motore, nel punto da cui è derivata la loro installazione. Per il calcolo della caduta di tensione percentuale si può applicare la formula: caduta%=100*Sa/(Sa+Scc) dove Scc è la potenza di cortocircuito minima nel punto di installazione ed Sa la potenza di avviamento del motore. Nel caso specifico, ipotizzando per il trasformatore una tensione di cortocircuito del 6% e, per il motore, una corrente di avviamento pari a 6 volte quella nominale, un rendimento 0,9 ed un cosfì pari a 0,85, alle sbarre del quadro generale si ha:

Scc=1250*100/6=20,8 MVA;

Ia=6*In=6*P/(1,73*400*0,9*0,85)=2267 A cioè Sa=1,73*400*2267=1,57 MVA. Quindi caduta%=157/22,37= 7% che non è una grande caduta, comunque è questa che deve essere confrontata con le tolleranze dei dispositivi elettronici derivati dalle stesse sbarre di bassa. In genere si accetta una caduta del 15% per cui si possono avviare direttamente anche motori di potenza doppia. Le Norme impongono ad esempio che nessun contattore deve aprirsi per un abbassamento di tensione fino al 25%. Secondo il mio parere quindi non dovrebbero esserci problemi con l'avviamento diretto.

4

Commenti e note

Inserisci un commento

di ,

Non ci sono mai ragioni che giustifichino la scelta dell'avviamento Y-D invece dell'avviamento diretto. A meno che non si desideri una inutile complicazione circuitale per poter giustificare un costo maggiore. La questione si trascina avanti da decenni, ma è teoricamente e praticamente accertato che l'avviamento Y-D è inutile sicuramente; in compenso può essere dannoso. Può leggere in proposito questo articolo

Rispondi

di Riganello,

Dunque basterebbe un salvamotore adeguato per non avere problemi o devo tenere in considerazione alcuni fattori meccanici e di funzionamento per preferire un avviamento stella-triangolo? Ancora non ho chiari quali sono i fattori da prendere in cosiderazione per preferire l'uno all'altro, se magari potessi avere un esempio pratico le sarei grato.

Rispondi

di ,

La sua corrente nominale in base a cui tarare la termica, per proteggere dai sovraccarichi. Per la protezione da cortocircuito generalmente si usano fusibili. In questa risposta sono esposti i criteri di protezione.

Rispondi

di Riganello,

Egr. Ing. se dovessi avviare un motore da 45kw cosa dovrei prendere in considerazione per scegliere un avviamento diretto piuttosto che S/T?

Grazie.

Rispondi

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.