Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

0
voti

Potenziale del terreno

Domanda:

Salve,vorrei dei chiarimenti sull'andamento del potenziale del terreno considerando un elettrodo emisferico di raggio r0 sotto le 2 ipotesi:1)di una persona lontana dal dispersore,2)di una persona vicina al dispersore. Le porgo i miei più distinti saluti

Risponde admin

Si considera nullo il potenziale a distanza infinita dal centro dell'elettrodo.Il potenziale dell'elettrodo assume il valore V=(r*I)/(6,28*r0) dove r è la resistività del terreno, I l'intensità di corrente, r0 il raggio dell'elettrodo emisferico.Da r0 il potenziale decresce con legge iperbolica: V(x)=(r*I)/(6,28*x) dove x è la distanza dal centro dell'elettrodo.La persona non influenza l'andamento del potenziale: essa assume il potenziale del punto in cui si trova. Può ovviamente subire l'effetto di una differenza di potenziale. Ad esempio se il suo piede sinistro è alla distanza x1 e quello destro alla distanza x2 tra i suoi piedi c'è una tensione Upasso=V(x1)-V(x2) = (r*I/6,28)*(1/x1-1/x2) valore che è tanto più elevato, a parità di distanza tra x1 ed x2, quanto più x1 è vicino al dispersore. Ovviamente la tensione massima cui può trovarsi sottoposta è quella del potenziale dell'elettrodo. Perché ciò avvenga la persona dovrebbe toccare con una mano un punto a potenziale zero (ad esempio una tubazione metallica interrata che fuoriesce dal terreno dove il potenziale è nullo e che arriva nelle vicinanze dell'elettrodo) mentre i piedi sono in contatto con l'elettrodo.
0

Commenti e note

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.