Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Benvenuti al blog elettrico di IsidoroKZ. Visita il suo
Foto Utente

Un gatto tra gli elettroni

Perché l'elettronica è una cosa seria e morbida :)


Gli ultimi articoli di IsidoroKZ

pubblicato 7 anni fa, 660 visualizzazioni

In questa appendice provo a rispondere a dimaios che nei commenti dell'articolo [1] chiedeva di vedere anche i circuiti che sono finiti nel cestino . Comincerò a mostrare alcuni circuiti che potrebbero funzionare, ma che per svariati motivi non sono stati utilizzati, seguiti poi da circuiti che proprio non funzionano o che non sono riuscito a far funzionare neanche in fase di progetto.

[1] IsidoroKZ - Milliamperometro a led per loop di corrente 4mA-20mA, ElectroYou Gen. 2015

Un progetto industriale richiede una organizzazione molto ben curata che il tipico "progettista elettronico" talvolta manco immagina. L'organizzazione e la gestione di un programma per la definizione di un prodotto è un lavoro immane che richiede personale specializzato e montagne di carta prodotta, fin da prima che venga pensato il primo transistor.

[...]

pubblicato 7 anni fa, 2.322 visualizzazioni

Il circuito descritto in questo articolo deriva da una richiesta fatta sul forum tanto tempo fa. In modo molto confuso un utente voleva un circuito per realizzare un milliamperometro da usare per monitorare la corrente di un loop 4mA-20mA, consistente in 4 led che si accendessero in cascata a seconda dell'intensità corrente lo attraversava.

L'utente non riusciva a specificare le condizioni di uso e di alimentazione, per cui si è pensato un milliamperometro flottante (due soli fili) e alimentato direttamente dal loop di corrente. Infatti al valore minimo di corrente del loop, 4mA, non si deve accendere nessun led, c'è abbastanza corrente per alimentare un circuito elettronico.

Quando scorre la corrente massima di 20mA si possono accendere 4 led, con 4mA ciascuno, quindi non a piena luminosità, ma usando led ad alta efficienza si riesce a ottenere lo strumento richiesto senza complicarsi troppo la vita. Parlando un pomeriggio su Skype con carloc, abbiamo cominciato a fare considerazioni varie su come si potesse realizzare un circuito del genere, proponendo soluzioni, cercando migliorie varie... Carlo ha buttato subito sul piatto il circuito per l'alimentazione, e questo ha dato la spinta a proseguire nel progetto. Come risultato delle nostre chiacchierate abbiamo deciso di fare due versioni del circuito, io mi sarei occupato di una soluzione analogica, mentre Carlo avrebbe sviluppato una soluzione digitale con microcontrollore. In questo articolo racconto la soluzione analogica che garantisce le prestazioni minime richieste, anzi anche qualcosa di più.

[...]

pubblicato 9 anni fa, 1.457 visualizzazioni

In questa serie di articoli si sta esaminando il problema di alimentare da tensione di rete una stringa di 80 led bianchi ad alta corrente, 350mA. Il problema dei led e` che devono essere alimentati in corrente mentre quasi tutti gli alimentatori escono in tensione.

Un circuito simile, a tensione piu` bassa, e` stato esaminato da Ste75 nei suoi articoli [1] e poi completata da un modello del buck [2]

Negli articoli precedenti, si e` dimensionato lo stadio di potenza [3] realizzato con un Buck, e discusso le complicazioni del controllo in peak current mode [4], ora si tratta di mettere insieme i risultati trovati in un circuito.

In questo articolo si guardera` come utilizzare un integrato di controllo per pilotare tutto il circuito. Come gia` detto in precedenza, si scegliera` un derivato della famiglia 3842 che dovra` soddisfare la specifica di poter lavorare con duty cycle molto maggiore del 50% e con tensione di alimentazione non superiore a 15V, in modo da non stressare troppo il mos pilotato.

[...]

pubblicato 9 anni fa, 1.289 visualizzazioni

In questo articolo si progettera` il controllo del convertitore sviluppato nell'articolo precedente [1]. Partendo dalla tensione di rete raddrizzata, si deve controllare il buck in modo che eroghi una corrente controllata, variabile da 0mA a 350mA su un carico formato da 80 led bianchi ad alta potenza.

Al solito questo articolo e` solo una scusa per parlare di controllori current mode e relative caratteristiche, in particolare il controllo della corrente media e il problema dell'instabilita` subarmonica. Essendo necessaria una uscita in corrente, sara` analizzato solo il loop di corrente, non sara` presente invece il loop di controllo della tensione che invece c'e` nei normali alimentatori che, anche se fatti in current mode, devono erogare una tensione di uscita costante e stabile.

[...]

pubblicato 9 anni fa, 1.837 visualizzazioni

Questo terzo articolo della serie natalizia riguarda l'alimentazione da rete di lunghe stringhe di led ad elevata corrente. Mentre nei primi due articoli [1] e [2] si erano esaminati i circuiti per alimentare led che richiedono correnti dell'ordine delle decine di milliampere, in questo articolo sara` esaminato un circuito per alimentare led con correnti piu` elevate, dell'ordine delle centinaia di milliampere.

L'esempio di progetto, dopo qualche divagazione sulla descrizione di funzionamento dello switching, riguardera` una serie di 80 led bianchi con una corrente di 350mA e una caduta di tensione su ciascun led di 3.2V. Il circuito esaminato in questo articolo puo` anche essere usato per controllare l'alimentazione di stringhe in serie per illuminazione, con possibilita` di dimming. Nella descrizione del progetto sara` indicato come variare il numero dei led e la corrente di alimentazione.

[...]

pubblicato 10 anni fa, 17.549 visualizzazioni

In questo articolo provo a raccogliere le varie indicazioni bibliografiche che compaiono di tanto in tanto sul forum di EY. I libri sono suddivisi per argomento, per livello, con una piccola recensione se disponibile.

Di mano in mano che vi saranno segnalazioni interessanti, saranno aggiunte all'articolo, che e` sempre da considerarsi un work in progress.

Praticamente tutti i libri si possono sfogliare su Amazon o su Googlebooks.

Charles Platt - Electronics (Learning by Discovery), 2009 O'Reilly Media

Un libro che parte da zero, con tanti esperimenti, ben spiegati. Adatto ai principianti seri. Consigliato anche da Camenzind, il papa` del 555!

Filella - Elettronica. Sapere e saper fare, 2008 Ed. Sandit [...]

pubblicato 10 anni fa, 1.858 visualizzazioni

Questo articolo e` la prosecuzione del precedente [1]. La suddivisione e` per semplici motivi pratici, in modo da mantenere accettabile la lunghezza degli articoli.

In questa parte saranno analizzati i casi di regolazione della corrente a resistenza, con alimentazioe dei led a corrente praticamente costante, e poi i due casi di regolazione della corrente a condensatore, quindi con meno perdite, sia nella versione a corrente di led impulsiva che costante.

Voglio ricordare (repetita iuvant!) che non essendoci isolamento galvanico fra rete e uscita (pessima idea!), se si toccano i conduttori di uscita, i reofori dei led... SI PRENDE LA SCOSSA!

Un'altra idea che potrebbe venire per alimentare direttamente da rete lunghe catene di led, catene che richiedano tensioni elevate, e` di costruire un normale alimentatore in continua alimentato direttamente da rete. In pratica si tratta di prendere la tensione di rete, raddrizzarla con un ponte di diodi, livellare la tensione di uscita che quindi andra` dalle parti di [Formula], e con questa tensione alimentare i led.

[...]

pubblicato 10 anni fa, 5.671 visualizzazioni

Questi articoli nascono da alcune richieste che periodicamente si riaffacciano, specie nel periodo natalizio, richieste miranti a sapere come montare lunghe stringhe di led e alimentarle direttamente da rete. Poiche' si dice che l'assassino torni sempre sul luogo del delitto, dopo gli articoli sulle stringhe di led [1] e sugli alimentatori transformerless [2], torno a riprendere questi argomenti.

Ho sentito domandare "se metto 63 led da 3.5V in serie, posso collegarli direttamente alla 220? In fondo 63x3.5=220.5". Per evitare danni (probabili) a cose e persone, meglio chiarire le idee, e invitare a non fare di questi circuiti!

Alimentare un circuito direttamente da rete, senza un trasformatore in mezzo, e` quasi sempre una pessima idea. Innanzi tutto il circuito NON E` ISOLATO!, il che vuol dire che toccando i conduttori si prende la scossa! Se poi le lunghe stringhe di led sono addobbi natalizi messi all'aperto, oppure in casa ci sono animali che giocano con i fili e li mordono o rosicchiano, il pericolo e` clear and present!

[...]

pubblicato 10 anni fa, 1.856 visualizzazioni

In quest'ultimo articolo dedicato alle NTC e alla misura della temperatura, si continuera` a trattare il problema della linearizzazione, gia` iniziato due articoli fa [1], dove era stata mostrata una linearizzazione fatta quasi a buon senso, senza sapere a quali errori si poteva andare incontro, notando solo che sembravano aumentare con il cubo dell'ampiezza dell'intervallo di temperatura.

In questo articolo invece sara` analizzato matematicamente il problema della linearizzazione, vale a dire progettata a tavolino, in modo da ottenere sia un circuito "ottimo" che una stima degli errori. Il risultato non sara` tanto diverso da quella fatta in modo "ingenuo".

Tutte le soluzioni descritte in letteratura cercano di ottenere da un componente con caratteristica non lineare, che ha una resistenza dipendente esponenzialmente dalla temperatura [2][3], una tensione piu` o meno lineare in modo da poter realizzare un termometro con l'uso di un semplice voltmetro. L'idea base e` quella di sfruttare il flesso del rapporto di partizione, e lavorare in quell'intorno.

[...]

pubblicato 10 anni fa, 911 visualizzazioni

Questo e` un articolo di rassegna in cui sara` fatta una rapida carrellata sui circuiti proposti nel passato per la linearizzazione di un NTC per mezzo di circuiti lineari.

Il problema della linearizzazione e` stato affrontato nel passato in svariatissimi modi, con l'uso di reti resistive lineari, incluse soluzioni "ad occhio" [1], reti con due o piu` NTC, reti con moltiplicatori e amplificatori logaritmici, convertitori analogico digitali non lineari, oppure ancora con oscillatori che forniscono una frequenza linearmente proporzionale alla temperatura o addirittura con reti neurali. Oltre a queste soluzioni circuitali, ultimamente sono divenute di moda le linearizzazioni con un microcontrollore oppure con un PC e programmi quali LABVIEW [6].

[...]

Chi sono

IsidoroKZ - profilo

Nome: Isidoro KZ

Reputation: 114.825 8 12 13

Bio: Professione: piccione viaggiatore sulla tratta Francoforte - Los Angeles, qualche volta anche Monaco-LA. Interessi: linguistica, fonetica, musica barocca, elettronica analogica a di potenza. Specializzato nella legge di Grimm e in quella Ohm, ma solo in continua!

I miei ultimi post dal forum

Vai al Forum


Cerca nel blog di IsidoroKZ