Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

0
voti

Antifurto semplice per casa

antifurto_semplice_senza_fili_per_casa.jpg

antifurto_semplice_senza_fili_per_casa.jpg

Quali caratteristiche deve avere un allarme da installare facilmente in casa? Prima fra tutte è quella di non richiedere modifiche all'ambiente, quindi senza fili è meglio perché si adatta a tutti i tipi di immobile, anche già ristrutturato. Secondo, non deve costare una fortuna ma deve essere affidabilissimo.

Un antifurto semplice per casa deve proteggere l'ambiente ma senza essere sovradimensionato per evitare di spendere soldi in un allarme super affidabile ma eccessivamente performante per le esigenze abitative specifiche. Per ovviare a questo, è da poco disponibile sul mercato la nuova linea DAITEM Lynx.

Zone impianto allarme

Quante zone compongono un impianto di allarme? Questo dipende dalla programmazione della centrale e dalle sue caratteristiche. nel caso preso in esame oggi, ossia la centrale per la linea DAITEM Lynx, l'allarme potrà avere fino 15 zone radio, anche suddivise in 3 gruppi separati.

Ossia, in soldoni, la centrale potrà apprendere fino a 15 sensori radio (che siano rivelatori volumetrici, di apertura, per l'esterno e via dicendo) e potrà venire programmata per gestire fino a 3 gruppi separati. Questo vuol dire ad esempio che, se ci si trova in casa e si vuole mantenere l'allarme acceso, si potrà inserire solo il gruppo che include i contatti per la segnalazione dell'apertura di porte e finestre ma che esclude i sensori volumetrici per l'interno che altrimenti farebbero scattare il sistema.

Ogni sensore o rivelatore corrisponde ad una zona, mentre il gruppo è rappresentato da ogni raggruppamento di rivelatori associati insieme in centrale.

Come vengono apprese le zone dall'impianto di allarme? Ogni rivelatore viene appreso alla centrale di allarme attraverso un apposito protocollo radio, quindi addio a cavi, fili ed alimentazione a corrente elettrica. Si perché ogni rivelatore viene alimentato con una comune batteria (fornita in dotazione) ed è quindi autonomo rispetto alla corrente elettrica.

Centrale antifurto semplice per casa

La centrale di allarme DAITEM Lynx si caratterizza per un design moderno e contemporaneo così da potersi integrare senza problemi in qualsiasi ambiente, pur offrendo la tecnologia TwinBand che le permette di comunicare via radio su due bande diverse garantendo una perfetta funzionalità del sistema di allarme e proteggendolo dai tentativi di manomissione della trasmissione radio.

Le dimensioni di questa centrale sono ridotte sebbene ospiti a bordo la tastiera di programmazione, la scheda di sintesi vocale e la sirena per interni.

Come si completa un antifurto semplice per casa DAITEM Lynx?

Questo dipende dalle necessità, ma la linea comprende una gamma di sensori rivelatori sia per l'interno che per l'esterno come i sensori di movimento per la protezione dei locali dal loro interno, quelli ad IR per il giardino o per il terrazzo per la realizzazione della protezione antiavvicinamento, i rivelatori di apertura per porte e finestre per la protezione dei varchi, allo stesso scopo DAITEM Lynx include i rivelatori a doppio raggio infrarosso con effetto tenda.

Tutto per la realizzazione di impianti di allarme semplici per casa che rispettino veramente i bisogni della famiglia, niente di più e niente di meno.

Il sistema si comanda sia attraverso la tastiera che utilizzando l'ultra compatto e maneggevole telecomando a 4 tasti.

Meglio un antifurto semplice per casa o la videosorveglianza?

Meglio tutti e due, anzi meglio se all in one.

Poter vedere cosa accade all'interno dei locali protetti, sia quando scatta l'allarme che semplicemente on demand, è una bella tranquillità ma spesso cose come queste si pagano a suon di tanti euro in più. DAITEM Lynx lo fa a prezzi veramente eccezionali. Come? Sfruttando dei rivelatori con fotocamera da associare all'antifurto senza fili. In questa maniera si ottiene un antifurto semplice per casa completo di videosorveglianza radio.

Ecco come funziona.

Immaginiamo che un intruso entri in casa. I sensori per interno ne rilevano la presenza sfruttando la tecnologia a raggi infrarossi che percepisce il calore della persona. A questo punto cosa succede? Il rivelatore coinvolto segnala l'anomalia in centrale la quale fa scattare l'allarme. Nello stesso tempo però, il medesimo sensore DAITEM Lynx dotato anche di fotocamera a bordo, riprende una sequenza di immagini che rimanda al comunicatore GSM per antfurto interno alla centrale. Il combinatore GSM a sua volta invia, sotto forma di messaggio MMS, le immagini riprese ai numeri telefonici memorizzati.

In questo modo il padrone di casa saprà sempre ed in tempo reale se a far scattare l'allarme sia stato un intruso oppure un fattore ambientale imprevisto di altro tipo.

0

Commenti e note

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.