Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

3
voti

Anteprima

Oggi (1 marzo) è il giorno del primo convegno del CEI del 2012. Gli argomenti sono tanti e sono risultati interessanti visto che gli iscritti hanno abbondantemente superato la capienza della sala prenotata all'Hotel Michelangelo. Mi dispiace per chi non è riuscito a trovare posto, ma vi ricordo che ce ne saranno altri in varie città d'Italia. Per informazioni sulle città => http://www.ceiweb.it/webstore/convegni.aspx

Personalmente non sono in grado di affrontare i vari argomenti dal punto di vista tecnico, ma volevo provare a riassumere alcune novità, e soprattutto darvi delle notizie in anteprima.

ATEX
E' appena stata pubblicata la nuova edizione della Guida 31-35 sulla classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione in presenza di gas. Sarà disponibile al convegno per la prima volta. E' basata sulla norma CEI EN 60079-10-1 e sostituisce la precedente versione della 31-35 e la Variante 31-35;V1. Le appendici 31-35/A e 31-35/A;V1 (esempi applicativi) non sono più applicabili da oggi; la nuova versione dell'Appendice sarà disponibile più o meno a giugno-luglio.
La nuova 31-35 non è ancora disponibile sul sito, ma lo dovrebbe essere a breve.
Insieme alla precedente 31-35, non sono più in vigore neanche la precedente norma (CEI EN 60079-10) e il software ProgEx3. La nuova norma è già disponibile, mentre il ProgEx4 sarà pronto (spero) ad aprile, così come l'aggiornamento per passare dalla versione 3 alla 4.
Tutto ciò si ripeterà tale e quale per i luoghi con pericolo di esplosione in presenza di polveri, ma fra qualche mese. Scadranno contemporaneamente a fine giugno l'attuale guida 31-56, la norme relativa (CEI EN 61241-10) e il software ProgExDust3, che saranno sostituiti dalle nuove versioni; in realtà la nuova versione della norma (CEI EN 60079-10-2) è già disponibile.
Alla fine di queste sostituzioni conto di pubblicare la nuova versione del volume n. 1 ATEX "Classificazioni".

CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori BT
E' in preparazione la nuova versione dei 7 fascicoli che compongono la norma; al convegno è possibile prenotare la nuova versione. Sconsiglio quindi di acquistare l'attuale versione, a meno di necessità urgenti (questo consiglio viene dato comunque anche ai potenziali acquirenti).
La nuova versione includerà la precedente, le tre Varianti uscite in questi anni (e in particolare la famosa V3), ma anche diverse modifiche intervenute a livello europeo che dobbiamo recepire per via delle procedure internazionali. Prima di tutto usciranno i nuovi fascicoli (aprile) e dopo il nuovo volume. La nuova edizione viene dopo 5 anni dalla precedente, non è una frequenza eccessiva, tutto sommato.


Fulmini
E' stata approvata a livello europeo, proprio qualche giorno fa, la nuova edizione della norma Parte 2 (CEI EN 62305-2 oppure CEI 81-10/2) che tratta la valutazione del rischio per quanto riguarda il pericolo di fulminazione. In pratica oltre alle norme sugli impianti (già disponibili), cambieranno anche i criteri di valutazione. La norma non è ancora disponibile neanche per noi, nella versione definitiva inglese. Quando ce l'avremo la faremo tradurre al più presto.
Tutte e 4 le norme dovrebbero essere disponibili in italiano a settembre. A seguire, anche in questo caso, rifaremo il volume sui Fulmini e il software Flash (anche lui alla versione 4) che conterrà delle novità per quanto riguarda la base dati delle frequenze di fulminazione.


0-21
Al convegno si parlerà anche della 0-21, naturalmente. Cercheremo di chiarire tutti i punti controversi, sia dal punto di vista tecnico, sia dal punto di vista dell'applicabilità.
A proposito è anche pronto il corso di formazione: si terrà il 5 e 6 marzo, ma non posto il link perchè è già quasi pieno: devo prevedere una nuova edizione, poi vi faccio sapere.

Al convegno si parla anche di qualche altro argomento, ma sono piuttosto consolidati (impianti di terra, impianti fotovoltaici, efficienza energetica) e non ho particolari anteprime da segnalare.
L'ultima segnalazione invece riguarda un argomento non trattato al convegno: la norma 79-3 sugli impianti dl'allarme che è in preparazione e potrebbe uscire entro l'estate. Sarebbe finalmente la versione che fa chiarezza tra l'applicabilità delle norme italiane ed europee.

0

Commenti e note

Inserisci un commento

Inserisci un commento

Per inserire commenti è necessario iscriversi ad ElectroYou. Se sei già iscritto, effettua il login.