Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Separazione elettrica

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentelillo, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Separazione elettrica

Messaggioda Foto UtenteJack82 » 31 gen 2021, 12:39

Salve a tutti,
una domanda sulla separazione elettrica. Ipotizzando di avere libertà di scelta e tralasciando per un attimo eventuali aspetti economici, dalla vostra esperienza personale ritenete più sicuro un sistema con separazione elettrica oppure un sistema TN?
Mi spiego con un esempio.
In un capannone negli USA bisogna alimentare una serie di lampade alla tensione di 277V. All'interno del quadro di comando c'è un relè ad impulsi (bobina a 230V) alimentato tramite un piccolo trasformatore 50VA 277/230V; il comando di questo relè ad impulsi viene da alcuni pulsanti monostabili distribuiti nel capannone (15m x 15m, quindi non molto grande).
I pulsanti per il comando luci sono all'interno di scatole metalliche non vicine tra di loro, ma le varie scatole sono collegate tramite tubazioni metalliche utilizzate per la distribuzione dei cavi (del tipo multipolare, con tensione di isolamento 600V/1000V).
Al secondario del trasformatore c'è un fusibile da 1A. Premesso che con un fusibile così piccolo la relazione per la protezione dai contatti indiretti in un sistema TN sarebbe certamente verificata, secondo voi è preferibile collegare l'altro polo del trasformatore a terra (creando un sistema TN) oppure no (separazione elettrica)?
Vi ringrazio O_/
Avatar utente
Foto UtenteJack82
5 1 1 6
New entry
New entry
 
Messaggi: 80
Iscritto il: 5 lug 2015, 17:28

0
voti

[2] Re: Separazione elettrica

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 3 feb 2021, 10:52

leggendo velocemente a me pare che il TN-S vada bene, però il coordinamento dipende dalla potenza del "piccolo" trafo e dalla sua tensione di cortocircuito (i piccoli trafo per gli ausiliari hanno tensione di cortocircuito piuttosto alta)
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
13,4k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2730
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[3] Re: Separazione elettrica

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 3 feb 2021, 10:55

50VA non avevo letto , allora a mio avviso l'intervento entro 0.4 secondi non è garantito dal fusibile, si potrebbe mettere un interruttore da 2A con differenziale da 0.03A che fornirà anche una protezione supplementare contro i contatti diretti
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
13,4k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2730
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[4] Re: Separazione elettrica

Messaggioda Foto UtenteJack82 » 3 feb 2021, 23:34

MASSIMO-G ha scritto:50VA non avevo letto , allora a mio avviso l'intervento entro 0.4 secondi non è garantito dal fusibile, si potrebbe mettere un interruttore da 2A con differenziale da 0.03A che fornirà anche una protezione supplementare contro i contatti diretti


Grazie MASSIMO...
ho chiesto al produttore del trasformatore che mi dato una Vcc = 6,6%.
Se non sbaglio i calcoli sono i seguenti:

Impedenza di corto del trasformatore Ztcc = Vcc% * V2^2 / (100*Sn) = (6,6 * 230^2) / (50*100) = 70 ohm

Lunghezza linea L = 40m
Sezione linea = 1,5mm2
resistività rame rho = 0,027 ohm*mm2 / m

Impedenza linea Zl = rho * L / Sez = 0,72 ohm

Impedenza anello di guasto = Ztcc + 2 x Zl = 71,5 ohm

Corrente di guasto = 230V / 71,5 ohm = 3,2 A

Guardando la caratteristica del fusibile da 1A, la corrente di intervento a 0,4s è pari a 2A quindi la relazione per la verifica dai contatti indiretti è rispettata.
P.s. in realtà ho scoperto che verrà installato un fusibile da 250 mA per cui a maggior ragione la relazione sarebbe rispettata.

Ho commesso qualche errore nei passaggi sopra?
Avatar utente
Foto UtenteJack82
5 1 1 6
New entry
New entry
 
Messaggi: 80
Iscritto il: 5 lug 2015, 17:28

0
voti

[5] Re: Separazione elettrica

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 4 feb 2021, 8:50

io ti dicevo del differenziale in quanto ipotizzavo problemi per un guasto resistivo ma con un fusibile di taglia cosi piccola non ci dovrebbero essere problemi
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
13,4k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2730
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[6] Re: Separazione elettrica

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 4 feb 2021, 9:48

se l'impianto è ubicato negli USA temo dovrai attenerti alle normative locali per le misure di sicurezza da adottare, che non è detto prescrivano gli stessi accorgimenti da adottare qui, visto anche il diverso sistema elettrico...
Poi mi chiedo, perché un relè ad impulsi a 230 V ? Non esiste nel mercato USA ?
Immagino si tratti di un sistema trifase 480-277 V, magari disponi anche di un alimentazione 120 V ...
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
3.467 3 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1862
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[7] Re: Separazione elettrica

Messaggioda Foto UtenteJack82 » 4 feb 2021, 22:11

JAndrea ha scritto:se l'impianto è ubicato negli USA temo dovrai attenerti alle normative locali per le misure di sicurezza da adottare, che non è detto prescrivano gli stessi accorgimenti da adottare qui, visto anche il diverso sistema elettrico...
Poi mi chiedo, perché un relè ad impulsi a 230 V ? Non esiste nel mercato USA ?
Immagino si tratti di un sistema trifase 480-277 V, magari disponi anche di un alimentazione 120 V ...



Si, si tratta di un sistema 480V - 277V...
la tua osservazione sulle normative locali è assolutamente opportuna...
al momento non ho modo di recuperare relè con tensioni adatte però, a livello cautelativo, potrei oltre al fusibile da 250mA inserire al secondario del trasformatore (per la protezione dai contatti indiretti) un differenziale puro da 30mA (questo nel caso di un polo del trasformatore collegato a terra altrimenti il differenziale non interverrebbe).
Potrebbe essere questa una soluzione "universalmente" riconosciuta come sicura ed accettabile?
Avatar utente
Foto UtenteJack82
5 1 1 6
New entry
New entry
 
Messaggi: 80
Iscritto il: 5 lug 2015, 17:28

0
voti

[8] Re: Separazione elettrica

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 4 feb 2021, 23:00

Perché non usare, vista la necessita del trasformatore, un relé a 24 V.
A quel punto realizzi un sistema SELV e lo devi proteggere solo dal cortocircuito e sovraccarico...
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
3.467 3 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1862
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[9] Re: Separazione elettrica

Messaggioda Foto UtenteJack82 » 4 feb 2021, 23:23

JAndrea ha scritto:Perché non usare, vista la necessita del trasformatore, un relé a 24 V.
A quel punto realizzi un sistema SELV e lo devi proteggere solo dal cortocircuito e sovraccarico...


Questa è una buona idea per il futuro...purtroppo nella contingenza il trasformatore deve rimanere quello che è ... da qui tutte le "elucubrazioni" successive con l'obbiettivo di ottenere un sistema sicuro.
E la combinazione fusibile + differenziale puro, a meno di mie sviste clamorose, dovrebbe essere sufficiente per garantire la sicurezza
Avatar utente
Foto UtenteJack82
5 1 1 6
New entry
New entry
 
Messaggi: 80
Iscritto il: 5 lug 2015, 17:28


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 50 ospiti