Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Fotovoltaico: eticamente corretto?

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentemario_maggi

3
voti

[1] Fotovoltaico: eticamente corretto?

Messaggioda Foto Utentem_dalpra » 6 apr 2008, 17:31

Continuo a sentir parlare di Fotovoltaico conveniente e giusto come sistema per produrre energia pulita.
(Ho visto un bel dibattito anche nel Topic "Fotovoltaico Conviene?).

Scusate il mio nuotare controcorrente, ma personalmente lo trovo un sistema "eticamente" scorretto di produrre energia.

A parte i commerciali furboni che fortunatamente qualche amico qui del forum ha smascherato (impianti che si ammortizzano in pochi anni !!), c'e' un discorso molto piu' profondo.
Vediamo in breve perche' io di solito non mi sento di consigliarlo :

1. Gli impianti da fonti rinnovabili vengono pagati da tutti gli utenti elettrici (e non dallo stato) : si chiama componente A3.
Anche dai pensionati con 500 Euro al mese.
http://www.autorita.energia.it/elettric ... c_07_2.htm
L'importo viene versato al GSE dai distributori elettrici (ENEL, EDISON, ENI, ecc) che lo incassano con le bollette.

2. Il GSE versa ai produttori con impianti da fonti rinnovabili un "TOT" per kWh effettivamente prodotto ai morsetti del "generatore" (a meno di contratti speciali tipo scambio sul posto o la nuova tariffa onnicomprensiva).

3. Non tutti gli impianti hanno lo stesso costo di realizzazione per kW installato.
Ad esempio gli impianti Eolici sono molto meno costosi di quelli fotovoltaici : il rapporto puo' essere anche 1 a 10 !!!

Ergo :
Concordo che lo stato deve incentivare tutti gli impianti da fonti rinnovabili,
ma DOVREBBE PREMIARE quelli con maggiore efficenza e minor costo rispetto ai kW installati.
Che in Germania o altrove abbiano favorito il fotovoltaico piuttosto che altre fonti puo' essere una traccia di lavoro, ma in ogni caso si deve fare un ragionamento tecnico-economico corretto e non politico e vago.

Concludo
Non vedo un fondamento tecnico ed economico per insistere esageratamente sul Fotovoltaico.
Mi sa tanto che le insistenze politiche su questo sistema sono motivate dalla banale assenza di "impatto ambientale".
Qualunque altra fonte energetica richiede autorizzazioni, studi, disegni, calcoli, pareri, commissioni, ecc
In parole povere richiede sforzi celebrali.
Ma forse i nostri pubblici amministratori non li vogliono..... o non sono in grado di farli.
Marco

Quel che ci dà la vera forza per affrontare con piacere la vita è il sentirsi utile agli altri. z.m.
Avatar utente
Foto Utentem_dalpra
30,6k 6 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1104
Iscritto il: 30 ago 2004, 11:04
Località: Mestre (Venezia)

0
voti

[2] Re: Fotovoltaico : Eticamente corretto ?

Messaggioda Foto UtenteMike » 7 apr 2008, 0:59

Ne ho sentite di tutte quella dell'etica mi mancava :D
Ben venga il fotovoltaico, l'eolico, il geotermico, la cogenerazione, ecc. ecc., l'importante è che siano efficienti. Sarà vero che l'eolico costa meno in proporzione al kW prodotto ma è anche vero che è impensabile una massiccia diffusione come per il fotovoltaico ed il solare termico... già in alcune zone vincolate i "geni" delle soprintendenze alle belle arti e beni paesaggistici remano contro e propongono soluzioni tecnicamente censurabili solo per salvare degli aspetti estetici e filologici che francamente fanno sorridere, figuriamoci proporre un generatore eolico...
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[3] Re: Fotovoltaico : Eticamente corretto ?

Messaggioda Foto Utentem_dalpra » 8 apr 2008, 20:56

Vorrei riflettere brevemente sulla situazione ad oggi dei costi per gli impianti di produzione elettrica da fonti rinnovabili (dei quali ci occupiamo nel mio ufficio) :

1 MW Fotovoltaico = 5.000.0000 Euro
1 MW Eolico = 1.350.000 Euro (basta una sola torre)
1 MW a Biogas su discarica esistente = 1.200.000 Euro
1 MW a Biogas da digestione anaerobica = 3.500.000 Euro

Quest'ultimo impianto si realizza trattando i rifiuti raccolti dai cassonetti
biologici o dagli scarti delle aziende agricole : tutte cose "naturali"
Peccato che ancora in poche citta' si facciano questi impianti.

Per non parlare dello spazio occupato da una torre eolica (forse 10 mq),
contro l'impianto fotovoltaico da 1 MW che non permette la coltivazione di 2/3 ettari di terra.

Come vedete, se devo consigliare ad un investitore (non domestico),
il fotovoltaico e' l'ultimo sistema che proporrei.

Se avete dati diversi, ben volentieri.
Ci sarebbe anche da parlare di tariffe incentivanti, ma per ora rimandiamo questo discorso.
Marco

Quel che ci dà la vera forza per affrontare con piacere la vita è il sentirsi utile agli altri. z.m.
Avatar utente
Foto Utentem_dalpra
30,6k 6 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1104
Iscritto il: 30 ago 2004, 11:04
Località: Mestre (Venezia)

1
voti

[4] Re: Fotovoltaico : Eticamente corretto ?

Messaggioda Foto UtenteMike » 8 apr 2008, 21:55

m_dalpra ha scritto:....snip...
Come vedete, se devo consigliare ad un investitore (non domestico),
il fotovoltaico e' l'ultimo sistema che proporrei.


I dati sui costi non sono discutibili, la scala invece si... Neanch'io consiglio di investire 1MW in fotovoltaico, ma nemmeno 300 kW, ma suddividiamo questo MW in tanti piccoli impianti da 3 kW e ottieni più di 300 abitazioni che si consumano l'energia che producono... non avresti superifici calpestabile occupate dato che utilizzi le coperture... non hai i costi di gestione e manutenzione di un eolico o di un biogas... Torniamo sempre sul solito frequente errore di ragionamento: pensare che esista un sistema migliore o più efficiente dell'altro. Non è così, esiste il sistema migliore e più efficiente in funzione del contesto e della scala in cui vai ad operare...
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[5] Re: Fotovoltaico : Eticamente corretto ?

Messaggioda Foto Utentem_dalpra » 10 apr 2008, 20:30

Io non contesto il Fotovoltaico in assoluto, ma contesto che sembra esistere solo quello.
Preferirei che venga spinto maggiormente, anzi obbligato, il Solare Termico e non il fotovoltaico.

Comunque, esiste anche un altro GRAVE problema.
Gli impianti Fotovoltaici pompano energia nella rete di Bassa Tensione, che in Italia e' una rete fragilissima.
Nelle citta' soprattutto d'estate con i condizionatori accesi, ci sono frequenti guasti sempre in orario serale.
La rete BT e' tarata per consumi medi di 1,5kW ad utenza, mentre in Germania si parla di potenza minima contrattuale di 6 kW ed oltre.
E' vero che il fotovoltaico potrebbe essere autoconsumato dagli utenti, ma il momento di massima produzione coincide spesso con le case vuote (genitori al lavoro e figli a scuola a tempo pieno), e ci troviamo con la rete BT che funziona al contrario (o alcuni rami).
Elettrotecnicamente niente da eccepire, ma chi controlla ?
Ci sono protezioni ?
Mi sembra di no : la distribuzione BT e' protetta solo da un unico interruttore nella cabina, poi le diramazioni proseguono per centinaia di metri (anche nelle citta' ).
Non esistono supervisioni o sistemi di telecontrollo della rete BT.

Siete sicuri che la rete cha abbiamo possa supportare un massiccio uso del fotovoltaico ?
Marco

Quel che ci dà la vera forza per affrontare con piacere la vita è il sentirsi utile agli altri. z.m.
Avatar utente
Foto Utentem_dalpra
30,6k 6 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1104
Iscritto il: 30 ago 2004, 11:04
Località: Mestre (Venezia)

0
voti

[6] Re: Fotovoltaico : Eticamente corretto ?

Messaggioda Foto UtenteMike » 11 apr 2008, 17:06

m_dalpra ha scritto:Io non contesto il Fotovoltaico in assoluto, ma contesto che sembra esistere solo quello.
Preferirei che venga spinto maggiormente, anzi obbligato, il Solare Termico e non il fotovoltaico.


Siamo alle solite... perché obbligare? Ho visto di quelle assurdità sul solare termico... Palestre di scuole con una bella schiera di pannelli solari che di estate producono acqua calda che va sprecata, ma nemmeno durante l'inverno c'è una richiesta di acqua calda tale da giustificarli... in quanti si fanno la doccia a scuola? Per non parlare del residenziale... Su questo argomento c'è un ottimo servizio di Altro Consumo, che ha evidenziato la scarsa convenienza rispetto perfino al boyler elettrico... Continuamo a girarci intorno... ho capito che il fotovoltaico ti è indigesto :D ma ripeto, non c'è un sistema migliore di un altro, vanno valutate di volta in volta quali possono essere le fonti alternativi più performanti...

Comunque, esiste anche un altro GRAVE problema.
Gli impianti Fotovoltaici pompano energia nella rete di Bassa Tensione, che in Italia e' una rete fragilissima.
Nelle citta' soprattutto d'estate con i condizionatori accesi, ci sono frequenti guasti sempre in orario serale.
La rete BT e' tarata per consumi medi di 1,5kW ad utenza, mentre in Germania si parla di potenza minima contrattuale di 6 kW ed oltre.
E' vero che il fotovoltaico potrebbe essere autoconsumato dagli utenti, ma il momento di massima produzione coincide spesso con le case vuote (genitori al lavoro e figli a scuola a tempo pieno), e ci troviamo con la rete BT che funziona al contrario (o alcuni rami).
Elettrotecnicamente niente da eccepire, ma chi controlla ?
Ci sono protezioni ?
Mi sembra di no : la distribuzione BT e' protetta solo da un unico interruttore nella cabina, poi le diramazioni proseguono per centinaia di metri (anche nelle citta' ).
Non esistono supervisioni o sistemi di telecontrollo della rete BT.

Siete sicuri che la rete cha abbiamo possa supportare un massiccio uso del fotovoltaico ?


Massiccio?? :D e poi ENEL Distribuzione a cosa serve? :D Scherzi a parte... magari ci fosse un uso massiccio, al momento le previsioni sono bricioline... comunque il problema è relativo a tutta la rete di distribuzione. Da quando ENEL è stata privatizzata hanno investito sempre meno nelle manutenzione delle reti, soprattutto nelle zone meno produttive.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[7] Re: Fotovoltaico : Eticamente corretto ?

Messaggioda Foto Utentem_dalpra » 11 apr 2008, 21:04

Mi risulta che proprio il fotovoltaico sia obbligatorio nelle nuove costruzioni.
E ricordo anche, confortatemi se sapete piu' di me, che i comuni devono obbligare i condomini ad un minimo di fotovoltaico per i servizi condominiali.

Su questo argomento c'è un ottimo servizio di Altro Consumo, che ha evidenziato la scarsa convenienza rispetto perfino al boyler elettrico.

Nel mio ufficio siamo divisi tra progettisti elettrici e termotecnici, e i miei colleghi "tubisti" mi parlano sempre bene del solare termico, proprio dal punto di vista dei rendimenti, anche se non viene richiesto dai clienti.
Ho trovato qui l'indagine di Altroconsumo, ma mi sembra incoraggiante, soprattutto verso i boiler elettrici.
http://files.meetup.com/206886/80711_Attach.pdf
Ad esempio un albergo frequentato d'estate ha sicuramente il modo di ammortizzare il solare termico (ben fatto).

... comunque il problema è relativo a tutta la rete di distribuzione. Da quando ENEL è stata privatizzata hanno investito sempre meno nelle manutenzione delle reti, soprattutto nelle zone meno produttive.

A mio modestissimo parere, tutta la rete sia di Media che di Bassa tensione e' in condizioni preoccupanti.
Direi che non viene fatta NESSUNA manutenzione, e NESSUN riammodernamento.
Niente di niente.
Se avete amici in ENEL vedrete che vi diranno che la rete e' al collasso.

Ma negli altri paesi europei, le tariffe incentivanti ed i certificati verdi quanto valgono ?
Davvero danno 0,40 Euro per kWh come in italia ?
Questo e' il motivo che mi fa ritenere eticamente scorretto il fotovoltaico : mi sembra avere delle tariffe spropositate.
Marco

Quel che ci dà la vera forza per affrontare con piacere la vita è il sentirsi utile agli altri. z.m.
Avatar utente
Foto Utentem_dalpra
30,6k 6 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1104
Iscritto il: 30 ago 2004, 11:04
Località: Mestre (Venezia)

0
voti

[8] Re: Fotovoltaico : Eticamente corretto ?

Messaggioda Foto UtenteMike » 12 apr 2008, 9:09

m_dalpra ha scritto:Mi risulta che proprio il fotovoltaico sia obbligatorio nelle nuove costruzioni.
E ricordo anche, confortatemi se sapete piu' di me, che i comuni devono obbligare i condomini ad un minimo di fotovoltaico per i servizi condominiali.


La finanziaria del 2008 prevede l'obbligo della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (e quindi non solo fotovoltaico...) per minimo 1 kW per ogni unità abitativa e 5 kW per fabbricati industriali, compatibilmente con la realizzabilità dell'intervento. Ma questo deve essere ancora recepito dai comuni. [/quote]

Nel mio ufficio siamo divisi tra progettisti elettrici e termotecnici, e i miei colleghi "tubisti" mi parlano sempre bene del solare termico, proprio dal punto di vista dei rendimenti, anche se non viene richiesto dai clienti.
Ho trovato qui l'indagine di Altroconsumo, ma mi sembra incoraggiante, soprattutto verso i boiler elettrici.
http://files.meetup.com/206886/80711_Attach.pdf

Infatti, andavo a memoria... è poco conveniente rispetto al metano.

Ad esempio un albergo frequentato d'estate ha sicuramente il modo di ammortizzare il solare termico (ben fatto).


Si, soprattutto se ha una piscina...
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[9] Re: Fotovoltaico : Eticamente corretto ?

Messaggioda Foto Utentem_dalpra » 17 mar 2010, 23:39

A due anni di distanza, praticamente in contemporanea, i due guru nazionali dell'elettrotecnica, mi danno ragione !!!!

Lorenzo Fellin, professore a Padova, sul Gazzettino di Domenica 14 Marzo 2010, con un articolo intitolato "I pannelli solari
sono un costo pesante per i contribuenti
".
http://www.marcodalpra.it/downloads/articoli/gazzettino%20fellin_fotovoltaico.pdf

E poi Carrescia su Tuttonormel appena uscito.

Meglio tardi che mai.
Marco

Quel che ci dà la vera forza per affrontare con piacere la vita è il sentirsi utile agli altri. z.m.
Avatar utente
Foto Utentem_dalpra
30,6k 6 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 1104
Iscritto il: 30 ago 2004, 11:04
Località: Mestre (Venezia)

0
voti

[10] Re: Fotovoltaico : Eticamente corretto ?

Messaggioda Foto Utente6367 » 18 mar 2010, 0:12

Una conferenza che ho ascoltato iniziava così:
"I know that underlining, or even mentioning, the evident disadvantages of photovoltaic technology is as swearing in the church. Nevertheless I must mention some disadvantages...."
Avatar utente
Foto Utente6367
18,9k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6093
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

Prossimo

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti