Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Immissione energia reattiva capacitiva e resa impianto idro

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentesebago, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[1] Immissione energia reattiva capacitiva e resa impianto idro

Messaggioda Foto Utentepipotino » 26 apr 2020, 15:48

Buongiorno
Ho una centrale idroelettrica con motore asincrono da 90 kW. La sua produzione massima dovrebbe essere intorno ai 78/80 kW a piena portata considerando perdite elettriche, meccaniche. In questi giorni non riesco però ad andare oltre i 70 kW (molto variabili da 71 a 68). Mi è venuto un dubbio e ho controllato le misure al contatore Enel di produzione e di scambio.
Entrambi hanno valori quasi a 0 di energia induttiva e conteggiano l'attiva, ma ho immesso in rete moltissima energia reattiva capacitiva.
Il mio rifasatore naturalmente non entra in funzione per quanto sopra detto e probabilmente vengo rifasato dalla rete perché al mio dispositivo SPI interfaccia il cosfi è 0,69.
Faccio presente che l'impianto è collegato ad un nuovo trasformatore su palo nuovo posato da Enel a circa 240 metri dalla mia centrale.
Ho recentemente fatto loro abbassare la tensione del trafo perché era a 438V. L'ho fatta portare al minimo (causa anche COVID la rete ha tensione altina in questi giorni) ed ora è a 425V max di notte.

I miei dubbi sono se la resa bassa del motore è collegata alla energia reattiva capacitiva che richiede e immetto in rete e, se fosse un male, come si fa ad abbassare questa energia capacitiva.

grazie
saluti
Mario
Avatar utente
Foto Utentepipotino
0 2
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 21 apr 2020, 14:43

1
voti

[2] Re: Immissione energia reattiva capacitiva e resa impianto i

Messaggioda Foto UtenteAria » 27 apr 2020, 20:12

Forse ho capito male o non conosco la regolazione/tipo del tuo generatore asincrono.
Se hai un motore asincrono normale usato come generatore, stai assorbendo reattiva dalla rete con il motore infatti il fdp sul motore è 0,69 sul SPI, il sistema di rifasamento sta rifasando infatti allo scambio sei a 1.
Perché dici che stai generando in rete e poi dici che stai assorbendo dalla rete?
Quanto sono lunghi i cavi dal generatore al punto dove misuri la potenza?
Avatar utente
Foto UtenteAria
201 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 6 lug 2019, 8:53

1
voti

[3] Re: Immissione energia reattiva capacitiva e resa impianto i

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 27 apr 2020, 22:06

immettere energia capacitiva = assorbire energia reattiva induttiva
Le persone sagge parlano perché hanno qualcosa da dire.
Le persone sciocche perché hanno da dire qualcosa.
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
1.407 3 5 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1766
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

0
voti

[4] Re: Immissione energia reattiva capacitiva e resa impianto i

Messaggioda Foto UtenteJAndrea » 27 apr 2020, 22:19

In una macchina asincrona l'energia reattiva assorbita ai morsetti di macchina é necessaria a creare il campo magnetico rotante, quindi permettere il funzionamento del generatore.
Il rifasatore serve a scambiare in loco questa "potenza" per evitare di interessare gli elementi di rete.
Però è molto strano il fatto che:
Entrambi hanno valori quasi a 0 di energia induttiva e conteggiano l'attiva, ma ho immesso in rete moltissima energia reattiva capacitiva.

Che farebbe pensare il rifasamento stia operando correttamente, salvo poi:
Il mio rifasatore naturalmente non entra in funzione per quanto sopra detto e probabilmente vengo rifasato dalla rete perché al mio dispositivo SPI interfaccia il cosfi è 0,69.


Qualcosa non torna.
Posta qualche informazione in più sull'impianto.
Uno schema elettrico della parte di potenza...
Avatar utente
Foto UtenteJAndrea
3.097 2 5 9
Master
Master
 
Messaggi: 1708
Iscritto il: 16 giu 2011, 15:25
Località: Rovigo

0
voti

[5] Re: Immissione energia reattiva capacitiva e resa impianto i

Messaggioda Foto Utentepipotino » 1 mag 2020, 12:02

Ciao a tutti,
preciso solo che funziona da generatore e non da motore quindi funziona come motore solo quando va in parallelo con Enel e preleva dalla rete energia capacitiva e potenza. Poi produce e funziona all'inverso. Anche io pensavo che dovessi rifasare ma in realtà è tutto spento il rifasatore.

Vi elenco alcuni dati tecnici dell'impianto se possono aiutare.
L'impianto ha una turbina Pelton asse verticale del 2018 a 3 getti con portata 40 litri/s per ogni ugello.
Motore Asincrono 90 kW come output al 100% - 750 giri/min 8 poli con resa massima 0,9375 e 160 A.
Il rifasatore Icar micromatic hp10 con 4 batterie è spento (messo su manuale e spente tutte le batterie).
Dispositivo interfaccia SPI Lovato pmvf51 tarato da ente sul posto a impianto attivo.
TA di misura a monte degli ausiliari (consumo ausiliari 500 Watt tra i quali telecamere, motori degli ugelli, PLC siemens, altri piccoli componenti) con corde lunghe 4 metri dal motore.
Letture da SPI: a 70 kW di potenza generata circa 422V - 142,5A - 77kvar - 105 kVA e cosfi letto dal dispositivo interfaccia 0,67 (allego foto
IMG_9074.jpg
Letture SPI a 70 kW attiva
).

Se tengo letto i quarto d'ora sul contatore di immissione e produzione Enel leggo sempre la induttiva PRELEVATA a 0 e una crescita costante della capacitiva IMMESSA in rete.

Vi ringrazio per le risposte
Avatar utente
Foto Utentepipotino
0 2
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 21 apr 2020, 14:43

3
voti

[6] Re: Immissione energia reattiva capacitiva e resa impianto i

Messaggioda Foto UtenteAria » 1 mag 2020, 13:32

Scusa Foto Utentepipotino ma per me le indicazioni della centralina Lovato ti dicono che sei in assorbimento di reattiva.
Sul contatore non so ma da quanto dici direi che sei in assorbimento e questo è congruente con quanto ti abbiamo già detto, il generatore asincrono standard assorbe reattiva.
Sarebbe bello che qualcuno avesse già fatto la messo in servizio il rifasatore.
Altrimenti valuta in base alle tuo competenze, io lo considero commissionato quindi correttamente installato.
Se io fossi li inizierei a usare il rifasatore prima in manuale e metterei dentro uno step di capacità e poi andrei a verificare come cambia la reattiva sul contattore.
Una volta consolidato che mettendo il rifasatore la reattiva assorbita dalla rete cala, metterei in automatico e verificherei il corretto funzionamento del rifassatore.
Alternativa continua a pagare la penale sul reattivo.
Avatar utente
Foto UtenteAria
201 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 6 lug 2019, 8:53

0
voti

[7] Re: Immissione energia reattiva capacitiva e resa impianto i

Messaggioda Foto Utentepipotino » 1 mag 2020, 16:54

Ciao,
è qualche mese che funziona la centrale ed è stata fatta la messa in servizio da chi l'ha installata.
Non pago nessuna penale perché non prelevo induttiva come ho detto nei precedenti messaggi, ma riconfermo ancora che l'energia segnata sul contatore è CAPACITIVA IMMESSA.
Le prelevate sono sia sul contatore di produzione che di scambio tendenti allo 0. Idem sul portale E-distribuzione dove si può scaricare il dettaglio del quarto d'ora dei mesi precedenti. Immessa Capacitiva molto alta, mentre prelevata tendente a 0 come da contatore anche sui loro report quindi corretto.
L'unica spiegazione che mi do è che nella mia zona di montagna ci sono aziende con motori e apparecchiature che sono non rifasate e da qui la necessità della mia capacitiva sulla rete per controbilanciare la induttiva richiesta. Questa tesi è supportata anche da E-Distribuzione e dal mio progettista. Unico problema è che causa COVID tutte le aziende sono chiuse....quindi non capisco proprio.
Preciso che se accendo il rifasatore al massimo con le 4 batterie aumenta la capacitiva immessa (e dovrebbe essere corretto perché non ha induttiva da controbilanciare).
Avatar utente
Foto Utentepipotino
0 2
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 21 apr 2020, 14:43

0
voti

[8] Re: Immissione energia reattiva capacitiva e resa impianto i

Messaggioda Foto UtenteAria » 1 mag 2020, 19:44

Ma sei sicuro che sia un asincrono standard?
Se è così non è un mio punto di vista è elettrotecnica, un asincrono non genera reattiva.
Hai per caso qualche inverter di mezzo o un controllo delle correnti rotoriche?
Un altro dato strano è anche il fattore di potenza è veramente veramente basso.
Hai sempre avuto questi fattori di potenza?
Avatar utente
Foto UtenteAria
201 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 182
Iscritto il: 6 lug 2019, 8:53

3
voti

[9] Re: Immissione energia reattiva capacitiva e resa impianto i

Messaggioda Foto Utenteadmin » 1 mag 2020, 20:52

pipotino ha scritto: ma riconfermo ancora che l'energia segnata sul contatore è CAPACITIVA IMMESSA.

che corrisponde a INDUTTIVA ASSORBITA.
Nel segno della potenza
Avatar utente
Foto Utenteadmin
185,1k 9 12 17
Manager
Manager
 
Messaggi: 11400
Iscritto il: 6 ago 2004, 13:14

2
voti

[10] Re: Immissione energia reattiva capacitiva e resa impianto i

Messaggioda Foto Utenteadmin » 2 mag 2020, 12:46

pipotino ha scritto:preciso solo che funziona da generatore e non da motore quindi funziona come motore solo quando va in parallelo con Enel e preleva dalla rete energia capacitiva e potenza.

Sia quando funziona da motore che quando funziona da generatore in parallelo alla rete, la macchina asincrona assorbe sempre potenza reattiva induttiva, il che significa che immette in rete sempre potenza reattiva capacitiva.
Una macchina asincrona non preleva mai potenza reattiva capacitiva dalla rete.
L'unico modo per un generatore asincrono di non prelevare potenza reattiva induttiva dalla rete è che questa sia generata localmente da una batteria di condensatori.
Solo i condensatori assorbono sempre potenza reattiva capacitiva, cioè immettono in rete sempre potenza reattiva induttiva.
Solo le macchine sincrone possono sia immettere che assorbire dalla rete qualsiasi tipo di potenza reattiva, regolando l'eccitazione; quindi, rispetto dalla rete, possono essere viste sia come induttori, quando sono sottoeccitate, che come condensatori quando sono in sovraeccitazione.
Macchina sincrona in parallelo alla rete
Avatar utente
Foto Utenteadmin
185,1k 9 12 17
Manager
Manager
 
Messaggi: 11400
Iscritto il: 6 ago 2004, 13:14

Prossimo

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti