Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Protezione linea montante.

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] Protezione linea montante.

Messaggioda Foto Utenteaarrdd » 17 gen 2020, 13:14

Ciao a tutti,
scusate se torno su un argomento che è stato più e più volte affrontato ma ho ancora un dubbio che spero la vostra preparazione e gentilezza possa dipanarmi.
Il GEM è posto in un accorpamento dentro un armadio senza protezioni meccaniche (serrature, fermi) nel ballatoio condominiale al piano terra, l'appartamento servito è posto allo stesso piano.
Dal GEM è stata tirata una linea lunga 30m composta da 2x FS17 da 16mm2 (fase + neutro) posti dentro un corrugato da sottotraccia di sezione 32 a sua volta posto all'interno di un tubo di acciaio zincato da 1'' 1/4.
Questo tubo è staffato al soffitto di un locale inutilizzato nello scantinato del palazzo.
L'utenza attualmente è un 6 kW monofase TT, con possibilità, in un prossimo futuro, di essere aumentata a 10 kW monofase.
Credo che con questa canalizzazione il differenziale a valle del GEM ed a monte del montante non serva, dal momento che il doppio isolamento e la protezione meccanica sono garantiti lungo tutta la tratta.
Invece ho il dubbio se sia possibile installare la protezione da sovracorrenti e cortocircuiti (MT) nel quadro di arrivo dell'appartamento, cioè alla fine della linea montante.
Tutto ciò per evitare l'installazione di un quadro nella zona comune.
Considerando che si tratta di un impianto nuovo a livello tecnico e normativo è corretto?
Grazie anticipatamente!
Avatar utente
Foto Utenteaarrdd
0 2
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 11 ott 2018, 16:43

0
voti

[2] Re: Protezione linea montante.

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 17 gen 2020, 13:26

La linea può essere considerata a doppio isolamento, pertanto il differenziale non è obbligatorio.

Però la protezione alla base del montante è da prevedere ai sensi della Norma CEI 0-21 (entro 3 m dal Gruppo di misura).
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
3.085 3 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2505
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

0
voti

[3] Re: Protezione linea montante.

Messaggioda Foto Utenteaarrdd » 17 gen 2020, 13:40

Danielex ha scritto:La linea può essere considerata a doppio isolamento, pertanto il differenziale non è obbligatorio.

Però la protezione alla base del montante è da prevedere ai sensi della Norma CEI 0-21 (entro 3 m dal Gruppo di misura).


Non c'è proprio nessun sistema per installare il MT nel quadro di arrivo pur essendo posto a circa 30 m dal gruppo di misura?!
Grazie.
Avatar utente
Foto Utenteaarrdd
0 2
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 11 ott 2018, 16:43

0
voti

[4] Re: Protezione linea montante.

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 17 gen 2020, 16:42

montante.jpg
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.933 3 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2321
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[5] Re: Protezione linea montante.

Messaggioda Foto Utenteaarrdd » 17 gen 2020, 18:48

Il nuovissimo contatore E-Distribuzione cambiato qualche mese fa utilizza un magnetotermico C63, come almeno le ultime 3 generazioni di contatore elettronico.
Qualcuno di voi ha visto GEM monofase senza MT con solo un sezionatore a sgancio dal limitatore?!
Avatar utente
Foto Utenteaarrdd
0 2
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 11 ott 2018, 16:43

0
voti

[6] Re: Protezione linea montante.

Messaggioda Foto Utenteaarrdd » 17 gen 2020, 18:57

Il problema di inserire un magnetotermico in quella zona è di natura logistica (dovesse scattare si dovrebbe riarmare uscendo di casa) e di natura tecnica (rendere selettivo un sistema a più livelli di magnetotermici non è cosa semplice, se non ricorrendo alla selettività logica, con costi e tagli out of range).
L'impianto si divide in svariate linee con a monte di ogni gruppo linee un differenziale puro con In >= alle In dei magnetotermici posti a valle.
Supponendo che io metta un curva D sotto il contatore con Icn di almeno 6kA, in testa al quadro generale un curva C con Icn di almeno 6kA e nelle linee finali dei curva B potrei azzardarmi la selettività oltre che con l'uso di curve di intervento diverse anche con In differenti, maggiore quella sotto al contatore considerando il CDT del montante, minore quella in testa al quadro generale (chiaramente tale da permettere alla contemporaneità dei carichi di arrivare al limite erogato dal contratto con il distributore).
Cosa ne dite?!
Mi darà sicurezza di un funzionamento tale:
cortocircuito o sovracorrente di una linea scatto del corrispondente curva B;
sovracorrente sul montante scatto del generale curva C;
cortocircuito o sovracorrente superiore a quanto sopra sul montante scatto del curva D.
Grazie a tutti!
Avatar utente
Foto Utenteaarrdd
0 2
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 11 ott 2018, 16:43

0
voti

[7] Re: Protezione linea montante.

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 17 gen 2020, 19:54

aarrdd ha scritto: (dovesse scattare si dovrebbe riarmare uscendo di casa)

Esattamente come se interviene il magnetotermico (o la protezione elettronica) del contatore.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.933 3 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2321
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[8] Re: Protezione linea montante.

Messaggioda Foto Utenteattilio » 17 gen 2020, 20:51

In ambito civile, parlare di curve e selettività su cortocircuito è del tutto insensato. Se hai soldi da buttare fai pure. Ma stai parlando di un evento abbastanza poco frequente (cto-cto) e di trenta metri per andare a riarmare. Del resto sta tranquillo che li dovrai fare ugualmente, poiché in caso di corto, con buona probabilità ti interviene anche il magnetotermico da 63 A del contatore di energia.
Ognuno sta solo sul cuor della terra
trafitto da un raggio di sole:
ed è subito sera


Salvatore Quasimodo
Avatar utente
Foto Utenteattilio
59,2k 8 12 13
free expert
 
Messaggi: 8737
Iscritto il: 21 gen 2007, 14:34

0
voti

[9] Re: Protezione linea montante.

Messaggioda Foto Utenteaarrdd » 17 gen 2020, 21:11

attilio ha scritto:In ambito civile, parlare di curve e selettività su cortocircuito è del tutto insensato. Se hai soldi da buttare fai pure. Ma stai parlando di un evento abbastanza poco frequente (cto-cto) e di trenta metri per andare a riarmare. Del resto sta tranquillo che li dovrai fare ugualmente, poiché in caso di corto, con buona probabilità ti interviene anche il magnetotermico da 63 A del contatore di energia.


Certo che sì.
Comunque il problema di selettività rimane.
Delineo il doppio scenario.

- Scenario n° 1 -
utenza monofase TT
potenza contrattuale impegnata: 6 kW
potenza massima disponibile: 6.6 kW
corrente di impiego: 32 A
protezione montante: 40 A (curva D)
generale quadro: 32 A (curva C)

- Scenario n° 2 -
utenza monofase TT
potenza contrattuale impegnata: 10 kW
potenza massima disponibile: 11 kW
corrente di impiego: 50 A
protezione montante: 63 A (curva D)
generale quadro: 50 A (curva C)

Considerando che il montante ha una lunghezza complessiva di 30 m ed è realizzato con cavo FS17 la cui portata da tabella viene segnata come 68 A la protezione di 63 A per il secondo scenario dovrebbe proteggere correttamente la conduttura, per non parlare dei 40 A del primo scenario.
Mentre il magnetotermico sul quadro generale permetterebbe una contemporaneità dei carichi coerente a quella della fornitura.
Il tipo differente di curva ed il tipo differente di In dovrebbe garantire una certa selettività.
Cosa ne pensate?!
Grazie!

P.S. Ho visto che esistono dei curva E e K prodotti da ABB selettivi.
Avatar utente
Foto Utenteaarrdd
0 2
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 11 ott 2018, 16:43

0
voti

[10] Re: Protezione linea montante.

Messaggioda Foto Utenteaarrdd » 18 gen 2020, 13:19

Qualcuno mi sa dire se tecnicamente sono corretti i due scenari oppure se utilizzare format differenti.
Grazie.
Avatar utente
Foto Utenteaarrdd
0 2
 
Messaggi: 29
Iscritto il: 11 ott 2018, 16:43

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 23 ospiti