Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

controllo lampade a infrarossi

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteBrunoValente, Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto UtenteIsidoroKZ

0
voti

[11] Re: controllo lampade a infrarossi

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 19 ago 2019, 17:10

luxinterior ha scritto:Ho avuto lo schema delle connessioni...


Si vede chiaramente un interruttore generale che taglia anche il neutro.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
32,1k 6 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6210
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[12] Re: controllo lampade a infrarossi

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 20 ago 2019, 0:48

Foto UtenteBrunoValente
Da quanto ho capito quell'interruttore è l'unico che in questi venti anni è stato manovrato infinite volte per accendere e spegnere la macchina, quindi è giusto inserirlo nella lista degli indiziati Non sarà una prova significativa ma ho provato tra spinotto della presa e punto interno al quadretto della macchian dove arriva il neutro e ho continuità. Ho provato anche a misurare la resistenza e non è diversa dalle misure fatte sulle altre fasi. Forse sotto carico le cose cambiano, forse quando inizia a passare corrente se il contatto dell'interruttore è usurato iniziano i problemi non so. Penso però che la sua commutazione avvenga sempre a lampade spente quindi senza passaggio corrente, forse si tratta di normale usura meccanica.

Foto Utentemario_maggi
Temo anche io che si tratti di una macchina perfettamente funzionante inserita in un "ambiente ostile". Come dici bene tu il problema è dimostrarlo. Non ho molta collaborazione dal proprietario alle mie richieste di maggiori dettagli rispondono con quattro parole. Siamo in zona artigianale capannoni con diverse attività vai a sapere se qualcuno ha cambiato qualche macchina.

Foto Utenteelektronik
Il varistore ah tensione nominale 275V è un pastigliozzo enorme. Il componente originale è andato perso nel primo guasto, vaporizzato completamente sono rimasti solo due reofori anneriti. Il mio varistore invece si è aperto ma non è esploso... Altro dettalgio che non ho detto accanto al varistore c'è un fusibile da 2,5A che protegge la scheda elettronica ovviamente si brucia ogni volta ed è quello che blocca la macchina. C'è da dire anche che il circuito stampato non è in buonissime condizioni io, nella prima riparazione, avevo coperto tutto con colla a caldo per isolare la zona attorno al varistore tutta annerita.
Anche l'ingegenrizzazione del prodotto non aiuta: a pochi mm dalle paizzole del varistore ci sono due piazzole in bassa tensione. Basta poi guardare la scheda di controllo dei triac che ho postato prima, la pista comune che collega i catodi dei diodi dei TLP3062 passa sotto i componenti nel mezzo della zona che dovrerbbe essere terra di nessuno, un solco invalicabile. Ed esaminando le schede ho trovato altre scelte infelici, probabilmente chi ha fatto lo stampato all'epoca era alle prime armi.

Faccio ora le mie considerazioni:
Problema "dintorni" se così fosse i problemi dovrebbero arrivare anche su altre macchine forse anche agli uffici ma non si sono lamentati di questo. Ah non l'ho detto si tratta di una tipografia e la macchina asciuga la serigrafia sulla stoffa. Ci sono dei piani che ruotano come una giostra (forse a mano la rotazione non è compito della macchina che accende e spegne solo le lampade) e ogni volta che un piano passa sotto la lampada questa si accende con tempi e modalità definiti dalla scheda elettronica.
Io forse ho condizionato le vostre consideraioni parlando subito del neutro però questa sera pensavo
Le lampade sono "appese" tra fase e neutro con il triac in mezzo. Se il problema è il neturo dovrei avere delle ripercussioni sul comportamento delle lampade: luminosità elevata, guasti frequenti a causa delal sovratensione e invece non me ne hanno mai parlato.
Ho deciso di fare questa prova: rimontiamo la macchina e la lasciamo accesa in standby, cioè con lampade spente, per alcuni giorni. Se il problema è il neutro causa dintorni, impianto ecc...deve saltare di nuovo il varistore. Se sopravvive il problema potrebbe essere l'accensione dlele lampade ma non riesco a vedere coem si possa generare una sovratensione. I triac sono in pratica degli interruttori si potrebbero accendere e spegnere anche casualmente e non dovrebbero esserci problemi.
Mi viene un dubbio non è che hanno una lampada "in corto" che uccide rapidamente il mio varistore ed evita l'intervento di altre protezioni. Devo accendere la machcian e vedere le lamapde accese.
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
2.412 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1430
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

Precedente

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti