Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Allestimenti, motori, impianti elettrici ed elettronici sulle automobili
0
voti

[11] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 21 lug 2019, 13:00

Franco012 ha scritto:acquistare un caricabatterie con integrato il misuratore di efficienza della batteria

Ho cercato questo "misuratore di efficienza", a prescindere che fosse o meno integrato in un caricabatteria, ma nulla; puoi indicarmene uno?
Domanda forse un po' campata in aria, altrimenti immagino me lo avreste fatto presente già voi: se metto i puntali del tester su ohm e ne misuro la resistenza, concludo qualcosa (di interessante)?

richiurci ha scritto:sembra anche che quelle di primo equipaggiamento siano mediamente migliori

Fai conto che lo stato di efficienza elettrico di un'auto appena prodotta è al top; credo che il motivo (principale?) sia questo, unito al fatto che se l'azienda dell'auto monta batterie pessime, e muoiono in garanzia, ci rimette soldi per la sostituzione (credo).

Dico la mia da ignorante in materia. Le batterie più costose/blasonate sono prodotte da aziende che spendono di più per controlli di qualità pertanto individuano in maggior numero le batterie di produzione "peggiore" quindi per l'aquirente è più bassa la probabilità di beccare batterie pessime, il contrario per quelle più economiche / meno blasonate. Se è così, più che di "fortuna" è lecito parlare di "probabilità", fermo restando che si sa che tra le 2 non c'è mai congruenza, in altre parole la sfiga se ne frega dei calcoli.
Avatar utente
Foto UtenteJim80
62 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 256
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

1
voti

[12] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utenteedgar » 21 lug 2019, 13:03

Jim80 ha scritto:Domanda forse un po' campata in aria, altrimenti immagino me lo avreste fatto presente già voi: se metto i puntali del tester su ohm e ne misuro la resistenza, concludo qualcosa (di interessante)?

Sicuramente: dei fuochi d'artificio
Avatar utente
Foto Utenteedgar
5.202 3 3 8
Master
Master
 
Messaggi: 2461
Iscritto il: 15 set 2012, 22:59

0
voti

[13] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 21 lug 2019, 13:36

Jim80 ha scritto:Ho cercato questo "misuratore di efficienza", a prescindere che fosse o meno integrato in un caricabatteria, ma nulla; puoi indicarmene uno?

Tempo fa ho acquistato il BC 3500 EVO dell'italiana BC Battery Controller (pagina web qui). Non voglio fare pubblicità gratuita, ma secondo me fa ottimi prodotti, ed ho sperimentato che l'assistenza tecnica è sicuramente valida. Ho visto che ultimamente hanno aggiunto anche gli avviatori compatti al catalogo dei prodotti.
se metto i puntali del tester su ohm e ne misuro la resistenza, concludo qualcosa (di interessante)?

Foto Utenteedgar ti ha già risposto.
Per misurare la resistenza interna è necessario utilizzare un tester apposito. Se ti accontenti, li puoi trovare su Aliexpress a partire da 20 euro:

Tester per batterie auto.png
Tester per batterie auto (€ 20 su Aliexpress).

Per quanto riguarda la differenza prestazionale tra le batterie montate all'origine e quelle acquistate successivamente, penso non esista una risposta valida in assoluto, considerato che il fattore commerciale è quello alla fin fine più determinante. Tuttavia, ho constatato che, chissà perché, in genere la batteria montata all'origine "dura" di più delle altre.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.698 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1149
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[14] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteMax2433BO » 21 lug 2019, 15:40

Franco012 ha scritto:(...) Tuttavia, ho constatato che, chissà perché, in genere la batteria montata all'origine "dura" di più delle altre.


Confermo la constatazione:

- batteria originale (YAESU 55B24R) durata 7 anni
- batteria di produzione "locale" (COBAC P6C4ALH), durata 5 anni
- batteria attuale (VARTA Blue Dynamic) installata nel febbraio 2018 durerà fino a...

... solo i posteri lo sapranno :mrgreen:

O_/ Max
Disapprovo quello che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo [attribuita a Voltaire]

Sapere sia di sapere una cosa, sia di non saperla: questa è conoscenza. [Confucio, "I colloqui"]
Avatar utente
Foto UtenteMax2433BO
7.629 3 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2216
Iscritto il: 25 set 2013, 16:29
Località: Un puntino insignificante nell'universo!!

0
voti

[15] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 21 lug 2019, 15:42

Ho visionato le funzionalità del BC 3500 EVO qui e credo che queste 2 siano interessanti:
* Funzione tester batteria: esegue il test guidato della batteria (stato di carica e spunto) e del sistema di carica (alternatore/regolatore).
* Verifica se la batteria è in grado di mantenere la carica
Ammettiamo che, a costo inferiore, si riesca a reperire uno strumento che le ha (o magari solo una di esse), sarà utile per definire lo stato di efficienza della batteria e quindi capire se sta agli sgoccioli? So che avete già risposto in modo negativo alla domanda ma dopo pranzo divento duro di comprendonio :-)
Idem per il tester della resistenza interna (qui in vendita su amazon se a qualcuno interessasse): è propedeutico alla prevedibilità della dipartita? In questo caso chiedo perché non ho ben capito se l'alta resistenza interna è un sintomo che copre solo una parte della casistica di avvicinamento alla morte della batteria.

PS resta insoluto il mistero delle batterie coi tappi però "senza manutenzione"; forse essa è da definire in modo differente rispetto a ciò che suggerisce l'intuizione?
Avatar utente
Foto UtenteJim80
62 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 256
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[16] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 21 lug 2019, 21:17

La difficoltà nella determinazione della presunta vita residua della batteria risiede soprattutto nel fatto che le batterie attuali hanno quel brutto "vizio", rispetto alle batterie di una volta, di "defungere" all'improvviso, e purtroppo non ci sono regole o sistemi per capire se e quando l'evento si verificherà.
Ciò non toglie che anche le moderne batterie siano soggette ad un naturale decadimento delle prestazioni nel tempo, che pian piano le porterà a non avere più sufficienti prestazioni. L'entità di tale graduale deterioramento si può benissimo determinare, anche se con poca precisione:
  • sia direttamente (il motore qualche volta stenta ad avviarsi, soprattutto con il calo della temperatura ambientale, oppure nel caso di elevati periodi d'inutilizzo, oppure nella stagione invernale, quando si fa uso notevole di accessori energivori - quali il tergicristalli e il lunotto termico - eseguendo brevi percorsi giornalieri;
  • sia ricorrendo ai tester citati nella discussione ,che sono in grado di definire lo stato di efficienza della batteria, esprimendo un giudizio del tipo "ottimo", "buono", "sufficiente", "insufficiente".
L'esame da parte del BC 3500 EVO che ho citato viene eseguito misurando i valori di tensione ai capi della batteria nelle seguenti tre situazioni: batteria a riposo da almeno un'ora (serve per misurare lo stato di carica della batteria), batteria durante l'avviamento (misura l'efficienza della batteria), batteria a motore avviato e portato a regime (per vedere se l'alternatore funziona o ha dei problemi).
I tester del tipo che ho indicato sono invece in grado, una volta inseriti i parametri principali della batteria (tensione nominale, capacità, n. di ampere di spunto a freddo - dati desunti dall'etichetta del prodotto), di calcolarne la resistenza interna, che da sola può dare un'idea dello stato di efficienza della batteria.

Per quanto riguarda le batterie cosiddette "senza manutenzione", possiamo distinguere tra quelle sigillate e non sigillate:
  • Le prime non hanno effettivamente bisogno di rabbocchi, anche perché in alcuni casi (tipo le AGM) il liquido non c'è proprio, e non c'è possibilità alcuna di accedere all'interno (tali batterie possono teoricamente essere utilizzate anche ruotate di 90° rispetto alla posizione standard).
  • Le seconde sono sì soggette ad evaporazione dell'acqua contenuta nella soluzione, tuttavia l'evaporazione è talmente limitata che di norma la batteria non ha bisogno di rabbocchi per tutta la durata della vita operativa, e per questo motivo è stato coniato il termine commerciale "senza manutenzione". Tuttavia, viene mantenuta la posssibilità, tramite i tappi, di aggiungere acqua nel caso in cui se ne presentasse la necessità.
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.698 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1149
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[17] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 22 lug 2019, 13:35

Franco012 ha scritto:I tester del tipo che ho indicato sono invece in grado [...] di calcolarne la resistenza interna, che da sola può dare un'idea dello stato di efficienza della batteria.

Ho provato a leggiucchiare questo articolo nonostante la mia carenza di base in materia ma credo che sostanzialmente conferma quanto detto (da voi). Purtroppo la sola misura della resistenza interna è sufficiente a dar parere definitivo come detto da franco e riproposto nell'articolo, perché:
Better electrolytes and corrosion-resistant materials keep the resistance low throughout battery life

Mi sembra però che ci sia una misura più "importante" delle altre, cioè "electrochemical impedance spectroscopy (EIS)" che dovrebbe tradursi con "Spettroscopia dielettrica" però credo parliamo di strumentazione non alla portata di tutti. In definitiva hanno vinto quei... maledetti-farabutti-geni-del-male di progettisti delle aziende delle batterie.
Tanto per curiosità e basandovi sulla vostra esperienza, vi chiedo: acquistando un misuratore di resistenza interna come quello proposto da franco, quanto "ci si prende" in merito allo SoH?

Vorrei sottoporvi anche il PDF in allegato "Initial DSF Predictive Models v1.0", che per me è arabo, ma in cui intuisco ci possano essere passaggi interessanti, come: "After calculating the internal resistance r bat from Eq.(3), the battery SoH can be estimated from Eq.(2)." (pag 6); poi forse anche il paragrafo 2.2.3 "SoH estimation solutions". E' roba nuova ed interessante o dicono la solita zuppa?

Franco012 ha scritto:Per quanto riguarda le batterie cosiddette "senza manutenzione" [...]

Allora il mistero resta solo il seguente: esistono aziende che producono batterie *con* manutenzione? Sul web non riesco a trovare nulla e mi chiedevo, sempre per conoscenza personale, se quelle non soffrissero di quel "vizio di defungere all'improvviso" (cit.) :-)
Allegati
Initial DSF Predictive Models v1.0.pdf
(717.5 KiB) Scaricato 2 volte
Avatar utente
Foto UtenteJim80
62 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 256
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[18] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 22 lug 2019, 13:42

jim80...ti stai facendo troppe domande che vanno ben oltre una batteria da avviamento!

Il SOH è complesso da valutare e di fatto è diventato un indice "conosciuto" solo tra esperti e appassionati di veicoli elettrici.

I guasti in una batteria al Pb a elettrolita liquido sono diversi, e spesso improvvisi (dovuti a calore e vibrazioni) e poco prevedibili.

Riguardo le batterie con manutenzione, permetterebbero di ridurre solo i problemi legati all'elettrolita, non quelli più "profondi", es la solfatazione degli elettrodi.

Quando avevo quelle coi tappi io ne prolungavo un po' la vita aggiungendo acqua distillata (andrebbe aggiunto anche acido) solo per evitare che si scoprisse l'elettrodo, causa ovvia di degrado delle prestazioni.

Le batterie senza manutenzione proprio perché senza tappi apribili credo durino di più perché riducono l'evaporazione dell'elettrolita
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
27,4k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7510
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[19] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto UtenteFranco012 » 22 lug 2019, 14:14

Jim80 ha scritto: esistono aziende che producono batterie *con* manutenzione? Sul web non riesco a trovare nulla e mi chiedevo, sempre per conoscenza personale, se quelle non soffrissero di quel "vizio di defungere all'improvviso" (cit.)

Sicuramente ci saranno aziende che producono batterie alla vecchia maniera, ma chiaramente la produzione sarà limitata, dato che in campo automobilistico l'evoluzione c'è anche nelle batterie, e nelle auto nuove non si trovano più (o quasi) le batterie con i tappi.
Quanto all'affidabilità, ricordo di aver visitato molto tempo fa una piccola fabbrica di batterie, dove il proprietario (che era anche unico operaio) assemblava batterie per la Tudor, e accanto aveva anche un negozietto per la vendita diretta di batterie (senza marca) agli automobilisti di passaggio. In quell'occasione, mi è stato fatto vedere come le batterie migliori pesassero molto di più (a parità di involucro) di quelle di qualità e capacità inferiore, e come questo fosse dovuto essenzialmente alla quantità di piombo impiegato nella costruzione delle lastre che, considerato lo spessore, erano probabilmente molto meno soggette a rottura, e quindi soffrivano molto meno dell'effetto "guasto improvviso" che, come noto, è dovuto ad un'interruzione del collegamento tra le celle della batteria.
Ma, nota bene, stiamo parlando di più di 30 anni fa!
Big fan of ƎlectroYou
Avatar utente
Foto UtenteFranco012
2.698 2 3 6
Master
Master
 
Messaggi: 1149
Iscritto il: 8 ago 2015, 19:40
Località: Sardegna

0
voti

[20] Re: Batteria auto. Manutenzione, caricabatterie ed altro

Messaggioda Foto Utentemarc96 » 22 lug 2019, 15:00

Cosa fare prima di collegare la batteria "scarica" attraverso i cavetti a quella della vostra auto. Se la batteria è guasta ci possono essere danni per quella integra o peggio per l'alternatore?
Anni fa aiutai un tizio senza risultati. Dopo qualche mese ho dovuto sostituire l'alternatore...coincidenza...chissà.
Avatar utente
Foto Utentemarc96
294 1 8
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 191
Iscritto il: 16 ott 2011, 10:03

PrecedenteProssimo

Torna a Autovetture, motori endotermici ed elettronica relativa

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti