Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Variatore temperatura per stagnatore 220 V

Apparecchi di misura: oscilloscopi, multimetri, analizzatori di rete ecc
0
voti

[11] Re: Variatore temperatura per stagnatore 220 V

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 1 nov 2017, 14:53

Ho preso questo interruttore in un negozio di elettronica
interruttore DSCN2151_2.JPG
interruttore DSCN2151_2.JPG (81.55 KiB) Osservato 1814 volte

Prima che combino eventuali danni, volevo sapere se è idoneo al lavoro da fare. Il mio dubbio è che ci possano essere problemi perché passerà la 220 V e mi sembra un po' esile. Che dite, vado tranquillo?
Avatar utente
Foto UtenteJim80
67 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 276
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[12] Re: Variatore temperatura per stagnatore 220 V

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 1 nov 2017, 17:01

La foto, almeno a me, non fornisce alcuna indicazione utile... ma scusa, non hai specificato al commesso che ti serviva idoneo alla tensione di rete ?
L'aspetto esile o robusto non è affatto indicativo riguardo al tensione di isolamento (casomai lo può essere per la corrente massima); se c'è una scritta esplicita da qualche parte del tipo "250 V" è adatto, altrimenti evita.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,2k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10626
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[13] Re: Variatore temperatura per stagnatore 220 V

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 1 nov 2017, 17:33

Almeno la domanda non era campata in aria come l'altra :)
Il negozio era un self-service e non ho fatto caso di chiedere al commesso: l'ho preso perché era il più somigliante a quello del primo thread postato (il tizio che aveva messo l'interruttore direttamente dentro la presa elettrica). Mi sa quindi che non va bene perché non ci sono scritte. D'altra parte ricordo che cen'erano di più "grossi", come questo, ma non sarebbe stato possibile integrarli nella presa. A questo punto credo che sia meglio risolvere mettendo un comune interruttore elettrico tra le 2 prese. Confermate?
Avatar utente
Foto UtenteJim80
67 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 276
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[14] Re: Variatore temperatura per stagnatore 220 V

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 1 nov 2017, 18:08

Se non c'è alcuna sigla allora quello che hai preso è un commutatore a slitta a due posizioni per bassa tensione; per la seconda che hai detto, se per "comune interruttore elettrico" intendi un deviatore "serie civile" (quelli che vanno a muro per comandare le luci di casa) usalo pure.
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
15,2k 4 6 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 10626
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36

0
voti

[15] Re: Variatore temperatura per stagnatore 220 V

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 4 nov 2017, 18:07

Ho la possibilità di poter recuperare questo interruttore monopolare da una lampada
interruttore elettrico monopolare DSCN2169_2.JPG

Sperando al solito di non porre una domanda sgangherata, chiedo se è possibile riarrangiarlo per il dispositivo in oggetto. In teoria credo che basterebbe collegare la fase d'ingresso direttamente al pulsante, poi modificare la meccanica del gruppo pulsante-poli in modo che il pulsante, passando da 1 a 0, passi dall'essere collegato a un polo a essere collegato all'altro. Qualcuno l'ha fatto o può comunque dirmi se vale la pena di provarci?
Avatar utente
Foto UtenteJim80
67 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 276
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

1
voti

[16] Re: Variatore temperatura per stagnatore 220 V

Messaggioda Foto Utentesetteali » 4 nov 2017, 21:43

Ciao, il deviatore probabile che non sopporti i 230V tra i contatti, è più sicuro l'interruttore da abat-jour.
Ma non dovresti modificare niente, adotterei il sistema che ti metto in disegno e cioè mettere il diodo direttamente in serie al saldatore e l'interruttore in parallelo al diodo così non c'è nessuno scambio.
Sarebbe più pratico mettere un pulsante in parallelo al diodo e montarno sullo stilo, in modo che tu possa premerlo quando vuoi con lo stilo in mano e poi avresti la certezza che il saldatore è alimentato sempre attraverso il diodo.
O_/
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.520 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3341
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[17] Re: Variatore temperatura per stagnatore 220 V

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 6 nov 2017, 17:41

Ciao setteali, è sempre un piacere sentirti :)
Avevo già valutato la tua soluzione fin dall'inizio però, come detto, vorrei elaborare un dispositivo che sia indipendente dal saldatore. Volendo provare ad utilizzare il pulsante dell'abat-jour postato, avevo pensato di procedere così
schema prese e interruttore modificato DSCN2176_2.JPG

Ovvero in mezzo a 2 prese (maschio a sn e femmina a dx). Ribadita la mia ignoranza in materia (non so come funziona un diodo), credo che ad interruttore chiuso (1) al saldatore dovrebbe arrivare la fase "completa" mentre, quando è aperto, il diodo dovrebbe agire per dimezzarne la potenza. Correggetemi se ho commesso errori/orrori e perdonatemi per il disegno ignobile.
Qualora però dovessi avere difficoltà con tale interruttore causa spazi molto ristretti (potrebbe non chiudersi dopo la modifica), credo che mi toccherà orientarmi verso un interruttore a slitta (come il primo postato) però che regga la 230V o come l'altro unipolare luminoso linkato a 3 contatti; ho ricapitolato bene?

PS @claudiocedrone
per piacere ignora (se puoi) i soliti termini poco tecnici e molto caserecci che uso come al solito O_/
Avatar utente
Foto UtenteJim80
67 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 276
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[18] Re: Variatore temperatura per stagnatore 220 V

Messaggioda Foto Utentesetteali » 6 nov 2017, 22:36

ciao,
vediamo se ci farai veder un po' più di impegno? Anche perché mi sembra che ti possa piacere anche a te!
Prima cosa devi usare fidocadj, specialmente quando i circuiti sono semplici.
Per quanto riguarda i diodi è molto semplice come funzionano; il diodo è un componente elettronico :ok:

Al prossimo circuito disegnato con fidocadj.

Per la tua realizzazione, è giusta, ma non la vedo razionale, anzi molto dispendiosa e scomoda, oltre ad esserci la possibilità che rimanga sempre a potenza massima.
Va considerato e detto che se ci devi spendere un sacco (sacchetto) di soldi, ti converrebbe acquistare un saldatore termostatato!

In ogni modo lo realizzerei in questo modo, in una scatola da tavolo che porta un telaio dove montarci 3 frutti per impianti civili, ci monterei un interruttore ed una presa ( due frutti) ed uscirei con un cavetto di un paio di metri con una spina, lascerei perdere l'interruttore per abat-jour, ti metto due immagini del sistema, ti permetteranno di sbizzarrirti con l'idea che ti torna più comoda.

O_/

P.S.
-prometti a @claudiocedrone che cercherai di aggiornare il tuo vocabolario tecnico :mrgreen:

-metti una foto del tuo saldatore!

-usa il termine saldatore , stagnatore è più adatto allo stagnino colui che lavorava lamiere che saldava a stagno per fare secchi, canali ecc :-)
Allegati
Immagine2.png
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.520 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3341
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

0
voti

[19] Re: Variatore temperatura per stagnatore 220 V

Messaggioda Foto UtenteJim80 » 7 nov 2017, 2:05

Sia le prese che l'interruttore sono elementi recuperati, quindi possiamo dire che non ho speso nulla se non pochi centesimi per il diodo.
setteali ha scritto: oltre ad esserci la possibilità che rimanga sempre a potenza massima.

Puoi chiarire questo punto? Vuoi dire che lo schema che ho disegnato non porta un risultato certo?

PS Vado a fornirmi di tale fidocad, metterò l'attuale mano-cad da parte per altro.
Avatar utente
Foto UtenteJim80
67 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 276
Iscritto il: 22 giu 2017, 1:37

0
voti

[20] Re: Variatore temperatura per stagnatore 220 V

Messaggioda Foto Utentesetteali » 7 nov 2017, 9:54

Usando un interruttore che ha due posizioni stabili, o NC o NA, è possibile che ti rimanga NC e quindi a massima potenza.

Invece usando un pulsante NA posizionato nello stilo del saldatore, da premere solo quando hai necessità di maggior potenza, il problema che ti rimanga sempre alla massima potenza, è escluso.
O_/
Alex

<< vedi di pigliare arditamente in mano,
il dizionario che ti suona in bocca,
se non altro è schietto e paesano.
(Giuseppe Giusti) <<
Avatar utente
Foto Utentesetteali
6.520 4 5 7
Master
Master
 
Messaggi: 3341
Iscritto il: 15 dic 2013, 21:09

PrecedenteProssimo

Torna a Strumentazione

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 13 ospiti