Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Protezione elettrica di impianti eolici e fotovoltaici

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentemario_maggi

2
voti

[1] Protezione elettrica di impianti eolici e fotovoltaici

Messaggioda Foto Utentemario_maggi » 26 ago 2007, 21:58

Un saluto a tutti.
Si stanno moltiplicando le installazioni di pannelli fotovoltaici e di aerogeneratori di limitata potenza.
Spesso tali installazioni richiedono piu' tempo per burocrazia che per la progettazione, ed ho la sensazione che il problema di avere delle valide protezioni sia ancora molto presente, anche se poco sentito.

I pannelli fotovoltaici possono essere fonte di accoppiamenti induttivi con l'eventuale fulmine che cade nei dintorni.
In tal caso, per smorzare le sovratensioni, ci si affida ai varistori eventualmente presenti all'ingresso dell'inverter, troppo scarsi.

Credo che sia difficile riuscire a proteggere bene un impianto con pannelli di grandi dimensioni, se non si crea una gabbia di Faraday anche davanti al pannello, riducendone leggermente l'efficienza. Siete d'accordo su questo punto?
Perche' nessuno ne parla, da quanto vedo? E' inutile calcolare ROI se poi arriva un fulmine nelle vicinanze che fa defungere pannelli e inverter.

Per gli aerogeneratori (microeolico e minieolico), ho visto che ci si concentra su tutti gli altri aspetti, dimenticando i fulmini e le cariche elettrostatiche dovute al vento secco su pale in materiale sintetico. C'e' qualche specialista su questo argomento, che si discosta abbastanza da quello delle protezioni sui normali impianti elettrici?

Ciao
Mario
Mario Maggi
https://www.evlist.it per la mobilità elettrica e filiera relativa
https://www.axu.it , inverter speciali, soluzioni originali, cobot
Innovazioni: https://www.axu.it/mm4
Avatar utente
Foto Utentemario_maggi
15,7k 3 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3427
Iscritto il: 21 dic 2006, 9:59
Località: Milano

1
voti

[2] Re: Protezione elettrica di impianti eolici e fotovoltaici

Messaggioda Foto UtenteMike » 27 ago 2007, 9:49

mario_maggi ha scritto:Un saluto a tutti.
Si stanno moltiplicando le installazioni di pannelli fotovoltaici e di aerogeneratori di limitata potenza.
Spesso tali installazioni richiedono piu' tempo per burocrazia che per la progettazione, ed ho la sensazione che il problema di avere delle valide protezioni sia ancora molto presente, anche se poco sentito.


La burocrazia è veramente arrivata a livelli indecenti, tra il GSE e l'ENEL :twisted: Tra l'altro l'ENEL è veramente impreparata, tra i vari compartimenti non c'è comunicazione e ognuno va per la sua strada :evil:... Mah! Per mandare avanti alcune pratiche ferme da mesi in una provincia abbiamo dovuto aspettare che andasse in pensione il responsabile... Il più delle volte siamo noi a spiegare le procedure ai "responsabili" dell'Enel... Per non parlare dell'arroganza e impunibilità che hanno alcuni funzionari... Siamo abbastanza stufi e infatti partiranno lettere raccomandate, saranno inutili ma è una questione di principio. Il vero ostacolo alla liberalizzazione è il retaggio culturale di certa dirigenza da ente statale....

mario_maggi ha scritto:I pannelli fotovoltaici possono essere fonte di accoppiamenti induttivi con l'eventuale fulmine che cade nei dintorni.
In tal caso, per smorzare le sovratensioni, ci si affida ai varistori eventualmente presenti all'ingresso dell'inverter, troppo scarsi.

Credo che sia difficile riuscire a proteggere bene un impianto con pannelli di grandi dimensioni, se non si crea una gabbia di Faraday anche davanti al pannello, riducendone leggermente l'efficienza. Siete d'accordo su questo punto?
Perche' nessuno ne parla, da quanto vedo? E' inutile calcolare ROI se poi arriva un fulmine nelle vicinanze che fa defungere pannelli e inverter.


La gabbia di faraday aumenta l'efficienza di captazione ma non risolve il problema e nel rapporto costi/benefici la ripercussione sarebbe notevole. Il pannello è di suo un captatore, le probabilità che possa essere colpito direttamente o indirettamente da un fulmine ci sono e sono le stesse che ha la struttura dato che l'aumento di altezza è molto relativo. Il collegamento dei pannelli a terra ai fini della scariche atmosferiche è obbligatorio se con la valutazione del rischio (CEI 81-10) la struttura con i pannelli risulta non autoprotetta (evento raro nel residenziale). Mentre è decisamente necessario realizzare l'equipotenzialità e la protezione dalle sovratensioni tramite sistema SPD.

mario_maggi ha scritto:Per gli aerogeneratori (microeolico e minieolico), ho visto che ci si concentra su tutti gli altri aspetti, dimenticando i fulmini e le cariche elettrostatiche dovute al vento secco su pale in materiale sintetico. C'e' qualche specialista su questo argomento, che si discosta abbastanza da quello delle protezioni sui normali impianti elettrici?

Ciao
Mario


Anche per questi sistemi la valutazione va fatta con la 81-10. Per le scariche elettrostatiche non credo siano problemi dato che sono sufficienti resistenze apri al megaohm per drenarle a terra.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
51,9k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14279
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

1
voti

[3] Re: Protezione elettrica di impianti eolici e fotovoltaici

Messaggioda Foto UtenteDanilo Tarquini » 27 ago 2007, 10:16

Ciao.
Approfitto del post per un piccolo commento.
[...]
ENEL è veramente impreparata
[...]
e pensare che le speranze di assunzione in questa azienda per un laureato elettrotecnico sono pressochè nulle ( a meno di appartenere ad alcune "Corsie preferenzieli").
Conosco più di una persona che, pur avendo superato brillantemente qualsivoglia colloquio tecnico ( e difronte alla cui preparazione mi sono più volte inchinato) è stata prontamente scartata dalle selezioni per non si sa quale ragione #-o .
Ma a giudicare dal commento di MIke e di molte altre persone che nel tempo mi è capitato di sentire forse non c'è da meravigliarsi troppo ( e ci si dovrebbe meravigliare ancora meno sentendo le parole di illustri dirigendi di questa ed altre aziende di eccellenza in merito alla loro visione di PROGRESSO e soprattutto di FUTURO.... [-X ).
Fine divagazione!
Avatar utente
Foto UtenteDanilo Tarquini
155 1 3 8
Master
Master
 
Messaggi: 318
Iscritto il: 4 dic 2005, 18:11
Località: S.Benedetto dei Marsi (Aq)

0
voti

[4] Re: Protezione elettrica di impianti eolici e fotovoltaici

Messaggioda Foto UtenteGarlick » 23 lug 2011, 23:09

Mi inserisco nella discussione con un quesito attinente:
un impianto fotovoltatico è in via di realizzazione su uno stabile munito di gabbia di protezione dai fulmini, il tecnico installatore dice che è possibile collegare le masse dell'impianto FV direttamente alle barre della gabbia "tanto sono già connesse a massa" e risparmiare così cavo da collegarsi al picchetto di terra, è una procedura corretta?
Avatar utente
Foto UtenteGarlick
5 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 15 mag 2007, 18:32

0
voti

[5] Re: Protezione elettrica di impianti eolici e fotovoltaici

Messaggioda Foto UtenteGarlick » 25 lug 2011, 18:52

Vista la data della discussione ne ho iniziata una nuova sull'argomento qui:
http://www.electroyou.it/phpBB2/viewtopic.php?f=19&t=27672
Avatar utente
Foto UtenteGarlick
5 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 15 mag 2007, 18:32


Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti