Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Messa a terra impianto elettrico cantiere

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Messa a terra impianto elettrico cantiere

Messaggioda Foto Utentealessandro87 » 7 ago 2013, 22:04

Buonasera a tutti

In un cantiere abbiamo un impianto costituito da una struttura metallica che poggia su delle fondazioni a vite in acciaio zincato, ed è presente anche un quadro elettrico con la sua base saldata sulla struttura. L'alimentazione proviene da un cavo principale FG7OR (mi pare almeno) lungo 500 metri collegato al quadro di un capannone (anche la terra è collegata).

L'elettricista che ha cablato il quadro del cantiere mi ha mostrato tutti i gialloverdi (compreso quello del cavo principale) collegati alla barra di rame del quadro, barra che essendo collegata alla base del quadro garantisce i collegamenti equipotenziali con la struttura e il piping.

Vengo al punto: un mio collega di lavoro sostiene che la messa a terra è garantita dalle fondazioni a vite in quanto piantate nel terreno per circa 1,5 metri, io invece sono del parere che i pali a vite non c'entrano nulla e che invece quello che conta è che il gialloverde del cavo principale sia collegato alla terra del capannone situato a 500 metri.

Voi cosa dite? Attendo le vostre opinioni in merito

Grazie in ancitipo

Un saluto

Alessandro
Avatar utente
Foto Utentealessandro87
774 2 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 652
Iscritto il: 1 gen 2013, 23:38

0
voti

[2] Re: Messa a terra impianto elettrico cantiere

Messaggioda Foto Utentemesagne » 7 ago 2013, 22:18

Se le fondazioni a vite non sono infisse nella roccia,probabilmente il tuo collega ha ragione.

Portare un cavo di terra da una distanza di 500 metri,secondo me e'una cosa superflua,sr non c e' l incombenza di promiscuita' dei due potenziali di terra.

Ma parto dall assunto che,come ho scritto sopra,non ci sia niente in comune.

Tipo:rete idrica,rete gas,rete a maglia per pavimento industriale.

Anzi,potresti introdurre delle situazioni di pericolo.
Avatar utente
Foto Utentemesagne
200 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 174
Iscritto il: 9 ott 2010, 21:27

0
voti

[3] Re: Messa a terra impianto elettrico cantiere

Messaggioda Foto Utentealessandro87 » 7 ago 2013, 22:35

ciao Foto Utentemesagne

grazie per la risposta. io ragionavo sul percorso che farebbe un'eventuale corrente di dispersione...

comunque ti posso dire che dalle planimetrie che ci sono state fornite prima di realizzare il cantiere abbiamo visto che c'è solo una tubazione del gas che adesso sarà a 3 - 4 metri dall'impianto, mentre il terreno è quasi per niente roccioso (solo in pochi punti), i pali sono stati piantati senza troppe difficoltà.

Secondo me un'eventuale corrente di dispersione, per come è fatto ora l'impianto elettrico, si richiude attraverso il cavo FG7OR e va alla terra del capannone...

Quello che dice il mio collega non mi torna perché se non ci fosse il collegamento del cavo principale alla terra del capannone la corrente di dispersione passa attraverso le fondazioni a vite e poi che percorso fa? lasciando stare la tubazione del gas e assumendo che il dispersore più vicino sia collocato a 500 metri, allora a logica dovrebbe fare 500 metri sotto terra?? :roll: considera che praticamente il cantiere è in una zona periferica dove non c'è praticamente nulla intorno
Avatar utente
Foto Utentealessandro87
774 2 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 652
Iscritto il: 1 gen 2013, 23:38

0
voti

[4] Re: Messa a terra impianto elettrico cantiere

Messaggioda Foto Utentemesagne » 8 ago 2013, 6:21

Alessandro87.

Mi sa che non mi hai capito.
L evrntuale corrente drenata a terra,cetchera' di richiudersi verso il centrostella(a terra in TT) del trafo in cabina.

Sei in TT o,TN?
Cosi'evitiamo entrambi di dire castronerie.p
Avatar utente
Foto Utentemesagne
200 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 174
Iscritto il: 9 ott 2010, 21:27

0
voti

[5] Re: Messa a terra impianto elettrico cantiere

Messaggioda Foto Utentemesagne » 8 ago 2013, 6:34

Hai scritto che la tubazione gas,si ferma a tre quattro metri dalla nuova installazione.
C e' la possibilita' che le due masse vengano in contatto attraverso ,cose persone,utensili?

Certo che la corrente drenata a terra puo' fare 500 metri.
E se Rn,non esubera,fa anche intervenire i differenziali.
Avatar utente
Foto Utentemesagne
200 2 6
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 174
Iscritto il: 9 ott 2010, 21:27

0
voti

[6] Re: Messa a terra impianto elettrico cantiere

Messaggioda Foto UtenteMike » 8 ago 2013, 10:03

Se il sistema elettrico è TT ha ragione il tuo collega, se è TN hai ragione tu.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14294
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[7] Re: Messa a terra impianto elettrico cantiere

Messaggioda Foto Utentealessandro87 » 8 ago 2013, 22:00

mesagne ha scritto:C e' la possibilita' che le due masse vengano in contatto attraverso ,cose persone,utensili?


Direi di no, in quanto il nostro impianto non ha nulla a che vedere con la tubazione del gas in questione.

Oggi comunque ne abbiamo riparlato e sembra che si tratti di un sistema TN, domani se posso chiedo conferma all'elettricista e vi faccio sapere... in questo caso allora avrei ragione io :D

Buona serata

Alessandro
Avatar utente
Foto Utentealessandro87
774 2 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 652
Iscritto il: 1 gen 2013, 23:38


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 36 ospiti