Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Misura Energia Trifase Contatore Enel Elettronico

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike

0
voti

[21] Re: Misura Energia Trifase Contatore Enel Elettronico

Messaggioda Foto Utentegiannid19 » 29 apr 2013, 10:10

elettro ha scritto:mi piacerebbe sapere se anche con correnti basse, sotto 1A, vi sia una risolzuione accettabile..

Direi che è tutto interesse dell'Enel avere una buona risoluzione, penso che si scenda anche sotto 1mA per poter conteggiare anche il consumo degli utilizzatori in stand-by.
Avatar utente
Foto Utentegiannid19
340 1 1 4
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 183
Iscritto il: 30 mag 2010, 22:40

0
voti

[22] Re: Misura Energia Trifase Contatore Enel Elettronico

Messaggioda Foto Utenteelettro » 29 apr 2013, 14:05

^^^
Comunque, sui blog ne ho lette di cose, come consumi apparenti di 0,2KW continui...ed altre cose...
A mio parere, gli ultimi apparati GEM non hanno la medesima qualità della prima serie...la prima serie costata ad Enel una bella cifra...poi, sicuramente è stato necessario adottare una politica volta al risparmio..
Avatar utente
Foto Utenteelettro
933 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2792
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[23] Re: Misura Energia Trifase Contatore Enel Elettronico

Messaggioda Foto Utenteelettro » 30 apr 2013, 11:14

^^^ Azzardo l'ultima ipotesi..con premessa, come sappiamo o come la so io, la prima serie GEM era realizzata in Italia da una azienda del settore eletromeccanico con materiale BTicino, e processore pentium....la seconda serie, è stata realzzata in subappalto in C***na, almeno mi apre di avere letto così, con altri materiali della italiana C****t...vedi il caso del magneto-termico BTicino sostituito con sezionatore un C+++t...
Credo che il problema risieda nella taratura dello strumento, che in ambito professionale determina un aggravio di spese di produzione, e di tempo...sicuramente molti GEM escono con il bollino "OK" anche se non lo sono...poi, se l'azienda approva un reclamo lo sostituisce...
Ricordo un serie di casi in cui il GEM si danneggiava con principi di fumo puzza di bruciato...anche al mio vicino è accaduto...l'ho eltto sui dei forum dei consumatori...probabilemte è un problema di collaudo...
Avatar utente
Foto Utenteelettro
933 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2792
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[24] Re: Misura Energia Trifase Contatore Enel Elettronico

Messaggioda Foto Utenteangelorosso » 30 apr 2013, 22:41

Mamma mia quante inesattezze, non basatevi sulle voci di corridoio e sulle frasi lette online... O_/
Avatar utente
Foto Utenteangelorosso
40 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 61
Iscritto il: 17 lug 2011, 22:36

1
voti

[25] Re: Misura Energia Trifase Contatore Enel Elettronico

Messaggioda Foto Utentewoodcat » 30 apr 2013, 23:05

angelorosso ha scritto:Mamma mia quante inesattezze

Ciao Foto Utenteangelorosso, dato che c'è un sacco di gente curiosa, sarebbe bello se tu potessi rettificare le inesattezze, senza violare alcun segreto industriale o cose del genere.
O_/
Dalle vigenti norme:
Non costruire, compra!
Non riparare, ricompra!
Avatar utente
Foto Utentewoodcat
2.925 1 5 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 445
Iscritto il: 14 feb 2012, 20:19

0
voti

[26] Re: Misura Energia Trifase Contatore Enel Elettronico

Messaggioda Foto Utenteelettro » 30 apr 2013, 23:18

^^ Quante inesattezze ...??
Dimmi quali..? ...la prima serie era realizzata con materiale BTcino magneto-termico C63 comandato da bobina di sgancio...?? credo di sì..la seconda serie con materiale Chint, e sezioantore C63 con bobina di sgancio...?? credo di sì! ...la Chint e uguale a BTicino...??? o a ABB...?? o a Merlin Gerin...??
Tutte le lamentele sui blog sono fasulle...?? non è mai possibile una di taratura errata del GEM...??
Mike, in un altro post diceva che quando esegue le verifiche consumi per privati, di solito 9 su 10 GEM sono in regola...se chiami l'assitenza per la verifica del GEM, si prendono 75 euro + iva se hanno torto in sede di verifica - mi pare! -ed in laboratorio non ci sei mica tu...chi me lo dice che va bene...?? non si può fare l'incidente probatorio...!
Dato che L'Enel non fornisce elementi del progetto, e fino a qui sono concorde, blindano e consolidano il loro segreto industriale come lo fanno le altre aziende, ed in questo ambito, posso solo ragionare sulle basi della tecnica...e dei dati che raccolgo...io non voglio violare nessun segreto industriale...formulo delle ipotesi plausibili in base alle mie conoscenze tecniche...come consumatore credo di averne diritto...
Avatar utente
Foto Utenteelettro
933 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2792
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[27] Re: Misura Energia Trifase Contatore Enel Elettronico

Messaggioda Foto UtenteMSilvano » 30 apr 2013, 23:52

elettro ha scritto:...se chiami l'assitenza per la verifica del GEM, si prendono 75 euro + iva se hanno torto in sede di verifica - mi pare! -ed in laboratorio non ci sei mica tu...chi me lo dice che va bene...??


Sono 50 Euro se il contatore funziona, altrimenti è a carico del Distributore
La verifica non è eseguita in laboratorio, ma direttamente in loco, davanti all'utente
Avatar utente
Foto UtenteMSilvano
1.773 1 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 619
Iscritto il: 3 gen 2011, 10:35

2
voti

[28] Re: Misura Energia Trifase Contatore Enel Elettronico

Messaggioda Foto Utenteangelorosso » 1 mag 2013, 9:21

Non voglio fare il saputello, ma non mi va che molte persone che si ritengono colte e intelligenti perché hanno studiato per anni sui testi universitari poi elargiscano inesattezze su questi argomenti che hanno potuto apprendere solo sul web e tramite voci di corridoio.

Innanzitutto la discussione è andata totalmente OT, l'utente enzocc aveva aperto il topic per chiedere informazioni su un contatore trifase senza limitazione (che sicuramente è un GET2D, vorrei sapere tanto come fa ad averlo visto che è reato perché si tratta di un misuratore fiscale di proprietà Enel Distribuzione Spa ) mentre finora si è discusso del solo GEM, come se fosse l'unico contatore monofase esistente.

Sembra che nessuno sappia delle tecnologie Ampy e Kaifa, la prima di proprietà americana mentre la seconda sviluppata da Enel, per ogni tecnologia esiste un relativo concentratore (CBT e LVC) installato in cabina con modem.

Concentratore e misuratori comunicano con onde convogliate a precindere dal numero di utenze e dalla distanza, per i misuratori più distanti si occuperanno quelli a monte fungendo da ripetitori di segnale.
Concentratore e server aziendale comunicano con un modem di telegestione (diverso da quello impiegato nel telecontrollo delle manovre IMS) tramite segnale GSM-GPRS, gli operatori usati sono TIM VODAFONE e WIND in base ai segnali che misuriamo di volta in volta nel sito di installazione.

I contatatori Ampy sono: GEM, GET1, GET2A, GET2D, GET3A, GET4S
I contatori Kaifa sono: GISM, GIST, GISS
Come vedete ne esistono molti, inoltre GEM significa Gruppo Elettronico Monofase (ecco perché poi i GET, trifase)
elettro ha scritto:Si puo prelevare fino all'80% della potenza totale anche su una delle tre fasi del trifase + N...
Il GEM ha uno sezionatore quadripolare attivato da bobina di sgancio pilotata da microcontrollore...addio al vecchio magnetotermnico BTicino...


Sicuramente ti riferisci al trifase...in questi misuratori il cliente può prelevare tutta la potenza anche su una sola fase.
Il GEM essendo monofase ha un sezionatore bipolare da 63A

elettro ha scritto:Sulla questione dei carichi squilibrati non vedo dov'è il clamore, un GEM trifase

ecco perché parlavo di inesattezze, si parla del GEM come trifase quando non lo è, è solo il modello monofase dei misuratori Ampy.
elettro ha scritto:Puo essere programmato via IR con interfaccia standard o settato con onde convogliate, mai attivate secondo me, in seno a questo componente è presente una interfaccia via GSM tramite servizio operatore Wind, che attiva la telelettura; il simbolo trinagolo con l'esclamativo segnala il default del servizio.


Il misuratore VA programmato via IR e tramite onde convogliate si eseguono le varie operazioni di routine (voltura, attivazione, disattivazione, lettura scatti, lettura curve di carico, modifica della potenza contrattuale, ecc.), onde che sono state sempre operative dal 2002.
il triangolo con punto esclamativo è una indicazione di errore generico (ram guasta, orologio non sincronizzato, antitamper attivo, ecc.)
elettro ha scritto:usano il òprotocollo GSM/GPRS per comunicare via operatore Wind l'autolettura e settare il GEM, come qunado tagliano la potenza a 300w per morosità..


in caso di morosità viene diminuita la potenza disponibile al 15% del valore contrattuale per 15giorni, dopodichè passa a zero; questo per le utenze domestiche e commerciali di prima necessità inferiori a 15 kW(farmacie, supermercati ). Lo stato di un misuratore a potenza ridotta si vede cliccando sul pulsante e scorrendo tutte le schermate, l'ultima schermata sarà "Fattore K15%" oppure "Fattore K0%".
MSIvano ha scritto:Forse, in caso di troppe utenze allacciate alla cabina elettrica o difficolta di collegamento tra Concentratore e un certo gruppo di utenze, ripeto forse, viene aggiunto un concentratore nel condominio.
Nell'androne del palazzo di Genova dove vive mia sorella, c'è un grosso armadio Enel, simile a quello che si vede su alcune cabine palo...(non è comunque un cassetto di sezionamento e nemmeno un quadro di distribuzione BT).


Esatto, nelle cabine a palo il cassettone con CBT\LVC è sul primo palo BT dopo quello cabina, nelle cabine in muratura il concentratore può essere spostato fuori per problemi di segnale GSM (ad esempio cabine nei seminterrati dei condomini)

elettro ha scritto:C'e' solo una cosa che non mi torna....non consoco il metodo di analisi della corrente assorbita, se con inserzione TA o con lettura diretta dettata con altro metodo...non ne ho mai visto uno smontato...su questo credo che possiamo discutere...

sui monofase c'è uno shunt, sui trifase fino a 30KW delle bobine amperometriche, oltre i 30KW il misuratore esegue una misura indiretta poiché viene installato su dei TA 125\5 che comprendono morsettiera lato ENEL e lato CLIENTE.

Come livello di precisione, riferendomi al GEM, posso dirvi che conta 1000 impulsi led per incrementare un kWh , quindi una risoluzione di 1 watt l'ora...

ultima cosa, come diceva qualcuno...la verifica di un misuratore avviene quasi sempre in loco e su presenza del cliente, in caso fossero necessari altri controlli più approfonditi il misuratore viene repertato in busta sigillata e numerata e il cliente riceve una stringa numerata della busta; questa verrà aperta solo in sua presenza magari accompagnato da un proprio tecnico per un controllo approfondito fatto da entrambe le parti
Avatar utente
Foto Utenteangelorosso
40 3
New entry
New entry
 
Messaggi: 61
Iscritto il: 17 lug 2011, 22:36

0
voti

[29] Re: Misura Energia Trifase Contatore Enel Elettronico

Messaggioda Foto Utenteelettro » 1 mag 2013, 13:55

Quoto quanto esposto nell'articolo di cui sopra...come esposizione della teconologia di cui parliamo...

PS: Se mon "erro" - mi pare che Enel - con l'acronimo GEM inteso per i gruppi misura elettronici - voglia adottare il significato semantico di "Gestione Energia Migliorata"...ora passiamo avanti...

Per il resto, vorrei concentrare l'attenzione sul fondamento di questo post, la precisione dello strumento e i difetti eventuali....

"""sui monofase c'è uno shunt, sui trifase fino a 30KW delle bobine amperometriche, oltre i 30KW il misuratore esegue una misura indiretta poiché viene installato su dei TA 125\5 che comprendono morsettiera lato ENEL e lato CLIENTE.2"[size=150]"""[/size]

Ecco, sui gruppi-misuratore monofase, si esegue la lettura della corrente con il metodo della resistenza "shunt", l'avevo ripassata anche un po di tempo fa...l'Asita, ha a catalogo anche dei mini-blocchi TA veramente compatti, che potrebbero anche essere posti dentro un misuratore, ma passimo oltre, a questo punto...possimo parlare della relativa accuratezza dello Shunt..o della tolleranza in fase di costruzione..
Avatar utente
Foto Utenteelettro
933 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2792
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

0
voti

[30] Re: Misura Energia Trifase Contatore Enel Elettronico

Messaggioda Foto Utenteelettro » 1 mag 2013, 14:08

Riporto questo articolo di Wikipedia..

"Lo shunt, opportunamente dimensionato, può essere impiegato per misurare correnti di intensità arbitrariamente alta, tenendo conto del surriscaldamento prodotto per effetto Joule, che può alterare il valore della resistenza stessa dello shunt.

Grazie agli studi di Edward Weston sono stati scoperti materiali la cui resistività elettrica è piuttosto indipendente dalla temperatura, ad esempio la costantana e la manganina, comunemente usati in queste applicazioni.

Un problema presentato dallo shunt per correnti elevate è dato dalle resistenze parassite presenti nei morsetti di collegamento tra i cavi e lo shunt stesso. I valori in Ohm di queste resistenze sono aleatori e instabili, dipendendo da quanto sono stretti i bulloni, dallo stato di ossidazione ecc. Per ovviare al problema si usa la tecnica di "collegamento a quattro fili". Due morsetti alle estremità dello shunt, detti amperometrici, costituiscono il passaggio della corrente da misurare. Altri due morsetti detti voltmetrici, indipendenti e più piccoli, in quanto soggetti a correnti minime, prelevano la tensione di misura più internamente nello shunt. La resistenza presente tra i due punti voltmetrici è nota con precisione, ed è assolutamente indipendente dai morsetti amperometrici."
Avatar utente
Foto Utenteelettro
933 3 5 9
Expert
Expert
 
Messaggi: 2792
Iscritto il: 9 mar 2005, 19:23

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 70 ospiti