Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

progettazione cassa attiva partendo dall' amplificatore

hi-fi, luci, suoni, effetti speciali, palcoscenici...

Moderatore: Foto UtenteIsidoroKZ

0
voti

[1] progettazione cassa attiva partendo dall' amplificatore

Messaggioda Foto Utentemikydrummer » 7 dic 2012, 13:55

ciao a tutti.io sono un musicista e sto allestendo una piccola sala prove. avrei bisogno di una cassa per la voce e ho pensato di coniugare la mia nascente passione per l'elettronica con questa esigenza. siccome deve costare poco anche a scapito della qualità sonora ho scelto questo modulo amplificatore http://www.ebay.it/itm/350W-Mono-TDA729 ... 35b41ec57a
ma deve avere un buon volume, siccome siamo una formazione indie-rock con batteria e compagnia bella.
le membrane pensavo di prenderle da electronic.it
1) primo dubbio pensavo di fare un 2 vie woofer e tweeter. come devo dimensionarli? il potenza dei due deve essere vicino al valore dell'ampli? ad es queti 2 vanno bene? http://www.electronic.it/product/20436/ ... S-124.html http://www.electronic.it/product/20078/ ... piezo.html oppure come vanno dimensionati?
2)mi servirà un filtro cross-over a 2 vie e pensavo di prenderli sullo stesso sito. il preblema è che sono tutti da utilizzare con membrane da 8 ohm( ad es http://www.electronic.it/product/23304/ ... 2-Vie.html) li posso usare comunque?(credo di no). in alternativa che posso utilizzare? posso costruirlo da me?
se non sono satato abbastanza chiaro mi scuso, se non si comprende qualcosa chiedete senza timore.

grazie
Avatar utente
Foto Utentemikydrummer
88 1 5
New entry
New entry
 
Messaggi: 66
Iscritto il: 1 mag 2012, 18:09

0
voti

[2] Re: progettazione cassa attiva partendo dall' amplificatore

Messaggioda Foto Utentewoodcat » 7 dic 2012, 22:47

Per quanto riguarda l'amplificatore non mi pronuncio, poiché non conosco il TDA 7293 né lo schema che ne usa ben 4 dell'inserzione che hai linkato. Ti dico solo che rischi di pagare le spese doganali, dato che viene da Hong Kong.
Per quanto riguarda il discorso altoparlanti, dato che pensi di utilizzare un piezoelettrico, lascia stare il crossover.
Qui il problema non è la differenza tra 4Ω e 8Ω ma la differenza notevole di comportamento tra il piezo ed il tweeter a bobina; il piezo, se non erro, si comporta un po' come un condensatore ed ha un'impedenza molto alta (centinaia o migliaia di Ω) che cala un po' all'aumentare della frequenza mentre il tw classico a bobina mobile ha un comportamento induttivo :mrgreen: con un picco d'impedenza alla frequenza di risonanza ed una salita più o meno dolce:
imp.jpg
imp.jpg (32.99 KiB) Osservato 5778 volte
all'aumentare della frequenza.
La soluzione più semplice ed economica è utilizzare il woofer come se fosse un largabanda, sperando nel cosiddetto taglio meccanico*, o filtrarlo a 6dB/oct ad una frequenza trovata per tentativi e schiaffargli il piezo in parallelo.
La soluzione migliore sarebbe utilizzare un tw a bobina mobile ad alta efficienza, adatto per alte potenze, di cui conosci tutti i dati o li puoi misurare per poter progettare un adeguato crossover.
Nel caso particolare degli altoparlanti che hai linkato non sono dati i parametri di Thiele e Small del woofer, quindi la cassa acustica andrà dimensionata con l'ausilio della dea bendata.
Volendolo filtrare, dato che non hai la curva di impedenza, dovrai prendere per buoni i 4Ω dichiarati.
In pratica fare una cassa amplificata col materiale che hai linkato è gioco d'azzardo o un divertentissimo esercizio; dipende dai punti di vista.
*il taglio meccanico è il fenomeno per cui un woofer, per motivi legati alla massa moblie ed alla natura della sospensione della membrana, diventa via via meno efficiente all'aumentare della frequenza.
Avatar utente
Foto Utentewoodcat
3.078 1 5 12
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 496
Iscritto il: 14 feb 2012, 20:19

0
voti

[3] Re: progettazione cassa attiva partendo dall' amplificatore

Messaggioda Foto Utentemarco438 » 8 dic 2012, 14:30

Io ho qualche dubbio sulla scelta dell'amplificatore in rapporto all'uso; puoi spiegare meglio quello che devi farci?
mikydrummer ha scritto: siccome deve costare poco anche a scapito della qualità sonora ho scelto questo modulo amplificatore ...........

Poi nel costo devi anche considerare lo stadio alimentatore che, secondo quanto consigliato nel link, ha un prezzo di due/tre volte superiore all'amplificatore stesso.
marco
Avatar utente
Foto Utentemarco438
37,0k 7 11 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 16323
Iscritto il: 24 mar 2010, 15:09
Località: Versilia

0
voti

[4] Re: progettazione cassa attiva partendo dall' amplificatore

Messaggioda Foto Utentemikydrummer » 8 dic 2012, 15:56

ok si potrebbe provare a metterli in parallelo, questa esperienza diventerà un divertente esercizio :D
questa notte mi è venuto un altro dubbio; andrà utilizzata con un microfono da voce. ci sarà bisogno di un preamplificatore?

marco438 come già detto dovrà diventare una cassa per la voce in sala prove, deve amplificare la voce in modo sufficiente da essere sentita in mezzo agli altri strumenti. e per lo stadio alimentatore il trasfo sarebbe il costo maggiore giusto? e come si fa a calcolare da quanti VA deve essere? :oops:
Avatar utente
Foto Utentemikydrummer
88 1 5
New entry
New entry
 
Messaggi: 66
Iscritto il: 1 mag 2012, 18:09

0
voti

[5] Re: progettazione cassa attiva partendo dall' amplificatore

Messaggioda Foto Utentemarco438 » 8 dic 2012, 17:13

Quello che intendevo dire e' che quel kit e' piuttosto complesso per l'uso che ne vuoi fare; come puoi vedere dal datasheet, si puo' ampiamente semplificare.
Poi naturalmente servira' un preamplificatore microfonico e per quanto riguarda l'alimentazione, nel link e' previsto un trasformatore 24.0.24 V 300W.
marco
Avatar utente
Foto Utentemarco438
37,0k 7 11 13
-EY Legend-
-EY Legend-
 
Messaggi: 16323
Iscritto il: 24 mar 2010, 15:09
Località: Versilia

0
voti

[6] Re: progettazione cassa attiva partendo dall' amplificatore

Messaggioda Foto Utentemoscadj » 8 gen 2013, 17:42

Ciao mikydrummer, direi che per la voce l'ideale per riuscire ad arrivare a coprire gli strumenti con costi poco elevati è driver a compressione (membrana con bobina mobile) caricato a tromba ed un buon woofer di qualità più che di alta potenza.
In questo caso è necessario un crossover (passivo direi) ma non ti preoccupare è molto semplice da fare e poco costoso.. 5,6euro l'uno in media di componenti. Per un 6dB/oct bastano un induttanza ed un condensatore. Per i valori, una volta che decidi il taglio, posso darteli io. Di dolito le induttanze viene data con un certo valore in mHenry e tu dovrai svolgerla di un tot per arrivare al valore desiderato. Tutti questi dati te li darà in costruttore. Avrai bisogno come già detto di un trasformatore, degli altoparlanti e della cassa (che non è semplice come sembra da progettare).
Di questi tempi, a mio parere, conviene economicamente comprare dei monitorini da 12" attivi, magari usati..ma se hai tempo e voglia... mettiti! L'audiocostruzione è un hobby fantastico.. :D

Il TDA7293 non lo conosco...ma ti consiglio di valutare l'acquisto di un amplificatore da incasso bello e pronto. Per potenze sui 300W "veri" parti da prodotti di qualità discutibile (80/90euro), a prodotti tanto eccellenti quanto costosi.

Mi sento di consigliarti come prodotti di fascia medio bassa i MasterAudio che con un centinaio di euro ti porti a casa 300W di potenza, già crossoverati per i loro altoparlanti ma puoi cambiare il crossover, oppure i moduli Energy che trovi nei siti dei ricambisti come Master Service nella sezione ricambi, energy, moduli amplificatore. Ho quelli delle EP400PWD (150euri l'uno) che vanno da dio e sprigionano 400W. Alla fine ti concentri sulla cassa e vai a finire per risparmiare sull'amplificazione.

"Ma la strada più facile non è sempre la migliore"... valuta te ! :D
Avatar utente
Foto Utentemoscadj
0 1 2
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 21 lug 2011, 11:28

0
voti

[7] Re: progettazione cassa attiva partendo dall' amplificatore

Messaggioda Foto Utenteclaudiocedrone » 10 gen 2013, 16:36

:-) Io invece mi permetto di consigliarti di comprare una cassa amplificata col mixerino incorporato da un paio di centinaia di watt tipo Phonic o simili, con un paio di cento euro te la cavi, la attacchi alla rete, ci colleghi il microfono, accendi, equalizzi e hai risolto. O_/
"Non farei mai parte di un club che accettasse la mia iscrizione" (G. Marx)
Avatar utente
Foto Utenteclaudiocedrone
17,3k 4 7 9
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 12013
Iscritto il: 18 gen 2012, 13:36


Torna a Elettronica e spettacolo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti