Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Riparazione alimentatore: MOSFET e OPAMP

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto UtenteBrunoValente, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utentecarloc, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor

0
voti

[11] Re: Riparazione alimentatore: MOSFET e OPAMP

Messaggioda Foto UtenteDirtyDeeds » 13 ott 2012, 9:30

auato ha scritto:Quello che mi preoccupano sono le uscite dei due DAC (pin 2 e 3 di D307 e D306): li vedo a 0V


I pin 2 devono essere a 0 V, sono mantenuti a 0 V dagli opamp. Sui pin 3 ci deve essere la tensione di uscita. Però non ho capito: prima dicevi che l'uscita era tra 0 e 2,5 V e adesso dici che misuri sempre 0 V? :-M
It's a sin to write sin instead of \sin (Anonimo).
...'cos you know that cos ain't \cos, right?
You won't get a sexy tan if you write tan in lieu of \tan.
Take a log for a fireplace, but don't take log for \logarithm.
Avatar utente
Foto UtenteDirtyDeeds
55,7k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7013
Iscritto il: 13 apr 2010, 16:13
Località: Somewhere in nowhere

0
voti

[12] Re: Riparazione alimentatore: MOSFET e OPAMP

Messaggioda Foto Utenteauato » 13 ott 2012, 23:31

DirtyDeeds ha scritto: I pin 2 devono essere a 0 V, sono mantenuti a 0 V dagli opamp. Sui pin 3 ci deve essere la tensione di uscita. Però non ho capito: prima dicevi che l'uscita era tra 0 e 2,5 V e adesso dici che misuri sempre 0 V? :-M

Si, al posto di UREF leggo, ancora ora, un segnale negativo ma non è corretto, tant'è che simulandolo dall'esterno, come scrivevo prima, l'alimentatore sembra funzionare. IREF non mi ricordo... devo provare a misurare di nuovo. Gli Opamp li ho già sostituiti e ora provo a sostituire anche i DAC (li ho trovati su eBay), sempre che non sia il uP a controllarli mali per via di qualche segnale di feedback che al momento sto ignorando. Ah... ma il circuito di sink che inizia con l'operazionale N331 (pag 8 del pdf) tra UREF e MSE e finisce con due MOSFET in pag 2 tra i due poli dell'alimentatore, come funziona?
Avatar utente
Foto Utenteauato
41 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 81
Iscritto il: 9 ott 2012, 9:17

7
voti

[13] Re: Riparazione alimentatore: MOSFET e OPAMP

Messaggioda Foto Utentecarloc » 14 ott 2012, 10:00

Il circuito sink cui fai riferimento è "l'altra metà del mondo" :mrgreen: ... mi spiego:

Per lavorare correttamente con un carico variabile un alimentatore deve essere in grado non solo si fornire (source) ma anche assorbire (sink) corrente. Naturalmente non tutti gli alimentatori hanno questa possibiltà, ma quelli buoni sì e migliora notevolmente il loro comportamento dinamico.

Il tuo ce l'ha ed fatto con un secondo regolatore di tensione N331 "in parallelo" a N313 visto prima

poi la sua uscita arriva ai PMOS tramite N102, un regolatore di corrente simile a quello principale.

Se vuoi puoi pensare allo stadio finale push-pull di un amplificatore audio, questo è esattamente la stessa cosa, solo che , a differenza dell'audio, molto spesso è asimmetrico, nel senso che è progettato per fornire una certa corrente ma assorbirne una minore.

Alla fine la differenza tra un alimentaore ed una amplificatore di potenza (accoppiato in DC) sfuma sempre più,ad esempio il trimmer R466 vorlast-null lo puoi vedere un po' come la regolazione (o meglio azzeramento in questo caso) della corrente di riposo dei finali.
A giudicare dalla parola null direi che in questo caso i finali lavorano in classe B pura, senza corrente di riposo, a differnza degli amplificatori audio che normalmente lavorano in classe A-B

P.S. tornando alla riparazione, mentre aspetti i DAC, se non l'hai già fatto io farei un controllo sistematico di tutti i vari riferimenti, intendo "a freddo" disalimentato, controlla la continuità di tutti i vari riferimenti che vanno in giro da una scheda all'altra... vuoi mai si sia interrotta una pista...
Se ti serve il valore di beta: hai sbagliato il progetto!
Avatar utente
Foto Utentecarloc
33,1k 5 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2118
Iscritto il: 7 set 2010, 19:23

0
voti

[14] Re: Riparazione alimentatore: MOSFET e OPAMP

Messaggioda Foto Utenteauato » 27 ott 2012, 21:27

Ciao a tutti e ben ritrovati. Ritorno a "bomba" sull'argomento perché in questi giorni di assenza da questo topic ho atteso inutilmente i nuovi DAC. Inutilmente poiché, pur montandone di nuovi, il problema non si è affatto risolto :-x .
Ieri, mentre continuavo ad "impazzire" sui circuiti, smontando componenti e connettori pur di trovare una nuova "pista" da seguire, ho notato un fenomeno: se tolgo il connettore che porta il terminale L (cioè il morsetto del negativo dell'alimentatore) l'uscita si porta dai suoi abituali 0.3V a circa 5V... e se poi sfioro anche il pin 3 dell'operazionale N322 o con un puntale di un tester o con un dito nudo o con qualsiasi altra cosa, l'output di uscita dello strumento si innalza notevolmente fino a circa 20-22V (in alcune occasioni sono arrivato anche a 33V :D ) :lol:

http://youtu.be/sxjhLKGZOFI

Questo strano fenomeno mi fa pensare molto al controllo suggeritomi da Carlo di verificare le continuità dei riferimenti ed è una cosa che in buona parte ho fatto senza aver trovato interruzioni o stranezze ( i riferimenti vagano da una scheda all'altra tramite connettori e cavetti). Inutile dire che ho prontamente e inutilmente sostituito anche N322 e N323 e controllato tutti i componenti nei dintorni: le resistenze R406, R407, R408, R404, R403, C348, C349, i diodi V341 e V342 (ma a che servono?) e V343, V344, V345. Tutta roba che ha a che fare col polo negativo (L) e con il riferimento MSE, ovvero il riferimento della UREF di uscita al DAC. Mi viene da pensare che il tocco sul piedino 3 possa essere letto come se, tramite una antenna io inserissi involontariamente un qualche segnale suprio che altrimenti il riferimento L manterrebbe stabile. Se così fosse mi chiedo come però mai si innalza la tensione di uscita #-o (dallo schema vedo che l'uscita di quella catena opamp porta ad un segnale chiamato MV e che credo sia acronimo di Meter volt, poiché il manuale fa riferimento a quel trimmer R409 per regolare la lettura massima del voltmetro). Se volessi controllare l'uscita dell'opamp N322 al pin 6 dove dovrei porre il puntale negativo?

La soluzione è più lontana di quanto immaginassi e la cosa che avrei voluto evitare, cioè di provare a procedere ciecamente e per tentativi (leggi sostituzioni a tappeto) e senza seguire la logicità di una traccia, mi atterrisce sempre più.

Se avete qualche idea, ben venga... perché io comincio a esserne a corto ?%

O_/ O_/ O_/
Avatar utente
Foto Utenteauato
41 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 81
Iscritto il: 9 ott 2012, 9:17

1
voti

[15] Guasto risolto!!!

Messaggioda Foto Utenteauato » 28 ott 2012, 21:32

E' con immenso piacere che posso comunicare in questo topic la soluzione del guasto :ok: :ok: :ok:
La linea -15VREF che alimentava l'operazionale N310 (opamp di uscita del DAC di UREF) aveva un ripple spaventoso a causa di un condensatore elettrolitico con saldatura fredda post regolatore 7915. La linea +15VREF era perfetta e il riferimento REF era ben collegato e non disturbato.
Ancora non riesco a crederci... sono impazzito per settimane #-o e solo ora sono venuto a capo del problema perché mi ostinavo a guardare le tensioni con il multimetro e la tensione -15VREF era corretta. Solo oggi pomeriggio, per puro caso, riguardando con l'oscilloscopio (e non col multimetro) i vari riferimenti di tensione mi sono accorto di questo ripple sui piedini 2 e 3 del DAC e da lì ho cercato di rincorrere il disturbo. Ho notato poi che questo ripple era presente esclusivamente sulla linea -15VREF. Ho provato ad alimentare la scheda con una -15Volt esterna da un'alimentatore secondario e finalmente ho potuto URLARE \O-<
Poi ho proseguito concentrandomi sulla sorgente -15VREF ed ho trovato la saldatura malefica che mi ha fatto penare. Ciò non toglie che ora io debba ringraziarvi infinitamente per i preziosissimi consigli tramite i quali io non avrei avuto speranza di cavarmela iOi iOi iOi

Per finire a Carlo chiederei ancora un chiarimento sulla sua lucidissima analisi perché mi ha fatto capire quanto siano imbarazzanti le mie lacune in elettronica/elettrotecnica :oops: e che forse gli studi fatti in passato o sono stati fatti male o non sono stati sufficienti.
I passaggi matematici mi sono chiari e la matematica non essendo opinabile dimostra che:

V_+_O_U_T-V_-_O_U_T=U_R_E_F \cdot \frac {R_3_6_5}{R_3_6_4 + R_3_7_1}

...però qui mi sono crollate un po' alcune mie convinzioni che chiederei gentilmente di chiarirmi. Oltre alla matematica ho anche verificato empiricamente la correttezza delle tue affermazioni circa le c.d.t. su quelle resistenze ma io quelle resistenze in serie le avrei considerate a prima vista erroneamente un partitore di tensione sulla U_R_E_F, per cui avrei calcolato (sempre erroneamente, si intende):

V_R_3_6_5=U_R_E_F \cdot \frac {R_3_6_5}{R_3_6_5 + (R_3_6_4 + R_3_7_1)}

e quindi mai avrei avuto una c.d.t. su R_3_6_5 più alta della stessa U_R_E_F
Capisco che la corrente in R_3_6_5 sarebbe praticamente la stessa di R_3_6_4 + R_3_7_1, causa l'alta impedenza di ingresso dell'opamp però mi spieghi per il futuro come devo approcciare ad un ragionamento simile a quello fatto da te? e cosa mi fa capire che sto sbagliando considerandolo un semplice partitore di tensione su U_R_E_F? Riflettendoci da giorni mi sono elaborato da solo una risposta ( :roll: quello non è un partitore poiché l'altro capo della serie non si chiude su REF ma su un altro potenziale, MSE) ma aspetto una delucidazione più competente in merito, cosicché possa non commettere ancora in futuro questi errori.

^_^
Avatar utente
Foto Utenteauato
41 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 81
Iscritto il: 9 ott 2012, 9:17

1
voti

[16] Re: Riparazione alimentatore: MOSFET e OPAMP

Messaggioda Foto UtenteDirtyDeeds » 28 ott 2012, 22:16

Devi stare attento ai riferimenti dei potenziali: la tensione di uscita dell'ADC vale U_\text{REF} rispetto alla linea REF, ovvero il riferimento del potenziale per il circuito è alzato al livello di V_\text{+OUT}. Non è un caso che il comando dell'ADC sia realizzato con dei fotoaccoppiatori.
It's a sin to write sin instead of \sin (Anonimo).
...'cos you know that cos ain't \cos, right?
You won't get a sexy tan if you write tan in lieu of \tan.
Take a log for a fireplace, but don't take log for \logarithm.
Avatar utente
Foto UtenteDirtyDeeds
55,7k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7013
Iscritto il: 13 apr 2010, 16:13
Località: Somewhere in nowhere

Precedente

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot], Majestic-12 [Bot] e 60 ospiti