Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Piccola indagine tra gli addetti di domotica.

Piccole automazioni, installazioni elettroniche e domotica

Moderatore: Foto Utentestefanob70

0
voti

[21] Re: Piccola indagine tra gli addetti di domotica.

Messaggioda Foto UtenteBoccaccio » 5 lug 2011, 14:49

L'indagine ha in verità altri scopi. Ma credo che a questo punto tutto sia finito nella scatola delle opere incompiute.


che scopo aveva l'indagine?
Avatar utente
Foto UtenteBoccaccio
255 1 3 7
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 15 ott 2008, 9:25

0
voti

[22] Re: Piccola indagine tra gli addetti di domotica.

Messaggioda Foto UtenteBoccaccio » 5 lug 2011, 21:15

Salvo lo scopo, sembrerebbe che dalle risposte ottenute l'indagine non sia stata confortevole,
probabilmente intendevi progettare qualcosa che è in netto contrasto con i prodotti utilizzati
sul mercato?
Avatar utente
Foto UtenteBoccaccio
255 1 3 7
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 15 ott 2008, 9:25

0
voti

[23] Re: Piccola indagine tra gli addetti di domotica.

Messaggioda Foto UtenteBoccaccio » 17 ott 2014, 0:54

Il fatto che questo sistema poi possa ampliarsi anche in fibra ottica per me è un'altra ottima caratteristica... certo questo è il building automation, e quindi? Meglio ancora... ho trovato un unico sistema che da solo mi permette di coprire a 360 gradi le esigenze di prezzo/prestazioni richieste nel monolocale della signora Maria, così come quelle richieste nel grande centro direzionale.... forse è automatico pensare che un sistema così debba costare uno sproposito, la sorpresa è che la flessibilità sta anche nel costo finale del sistema installato, dove la signora Maria per il suo monolocale domotico può spendere una cifra del tutto pari ad un impianto tradizionale, mentre chi ha risorse e richieste maggiori può investirci di più e fare gli effetti pirotecnici...


In effetti qualità e funzioni in eccesso se non modificano i costi non sono da sottovalutare, un ottimo proverbio delle mie parti dice che "dove ci sta il più ci sta anche il meno!" oppure tradotto un altro simile è "Pane che avanza toglie la fame", mentre il contrario non è vero.

In sintesi se un prodotto che è nato per la Domotica può fare tranquillamente anche la Building automation, non è vero il contrario i prodotti nati per la Building Automation/industriale non sono adatti per la domotica,
e oggi non per una motivazione ma semmai per mille.
Avatar utente
Foto UtenteBoccaccio
255 1 3 7
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 15 ott 2008, 9:25

0
voti

[24] Re: Piccola indagine tra gli addetti di domotica.

Messaggioda Foto UtenteBoccaccio » 17 ott 2014, 13:51

Dare per scontato che nel settore civile siano tutti cosi preparati da saper programmare correttamente un interblocco o una doppia funzione sui pulsanti ecc..
è pura teoria, nella pratica quotidiana in pratica è esattamente il contrario e non mi riferisco ai programmatori esperti che sono sicuramente la parte più piccola degli attori su questo mercato.

Un analisi di mercato si fa su statistiche reali lasciando da parte le nostre convinzioni personali che per quanto valide possono non essere la regola.
Se vuoi far installare un prodotto al pubblico generico o affronti i termini come anticipava Aretusa oppure vai in contro a problematiche che adesso ti possono apparire solo come estreme.
Avatar utente
Foto UtenteBoccaccio
255 1 3 7
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 15 ott 2008, 9:25

0
voti

[25] Re: Piccola indagine tra gli addetti di domotica.

Messaggioda Foto UtenteSerTom » 18 ott 2014, 11:57

Infatti la Domotica non è mai esplosa (e di questo passo mai accadrà) perché troppo complicata rispetto a chi dovrebbe scegliere ed installare i prodotti (e poi farci la manutenzione).

Se ci aggiungi che non esiste uno standard e che i costi sono sensibilmente maggiori rispetto agli impianti tradizionali ...

Occorre che diventi, semplice, inter-compatibile ed economicamente vantaggiosa ... chiedo troppo ?

Bye O_/ Ser.Tom

P.S: Ah dimenticavo: e l'utilizzatore non deve impazzire per accendere una luce o alzare il riscaldamento.
Avatar utente
Foto UtenteSerTom
4.204 1 4 9
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 18 mag 2012, 9:57

0
voti

[26] Re: Piccola indagine tra gli addetti di domotica.

Messaggioda Foto UtenteBoccaccio » 18 ott 2014, 13:16

P.S: Ah dimenticavo: e l'utilizzatore non deve impazzire per accendere una luce o alzare il riscaldamento.


Questo è già stato risolto da tempo e adesso è anche normato, non c'è necessità di inventare altro.
Avatar utente
Foto UtenteBoccaccio
255 1 3 7
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 15 ott 2008, 9:25

0
voti

[27] Re: Piccola indagine tra gli addetti di domotica.

Messaggioda Foto UtenteBoccaccio » 18 ott 2014, 14:55

chiedi ad un utente qualsiasi se la sua auto e' cablata o bus, non lo sa, e' questa la chiave di volta
a contrario chi ha in casa un impianto bus [purtroppo] lo sa benissimo


Questi sono sempre parametri derivati da esperienza personale, nel mio caso potrei dire l'esatto opposto, sa benissimo di avere Bus o fibra ottica e per quanto gli giova disporre di funzionalità che queste tecnologie
se sono AFFIDABILI al 100% (e non tutte lo sono) ben progettate e realizzate portano per agevolare il lavoro quotidiano, il risparmi energetico, la gestione del Benessere e della salute sia privata che sui luoghi di lavoro.

La differenza sta proprio nel creare e progettare soluzioni affidabili, con costi adeguati e utili rispetto a quelle prettamente ludiche, che si vendono meglio ma poi portano a queste conclusioni del tutto vere ma non esaustive, quella è solo una parte del mercato e per quel che sento anche qui la peggiore.
Avatar utente
Foto UtenteBoccaccio
255 1 3 7
 
Messaggi: 24
Iscritto il: 15 ott 2008, 9:25

Precedente

Torna a Automazione civile

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite