Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Impianti per teatri

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike

0
voti

[11] Re: Impianti per teatri

Messaggioda Foto UtenteDonJ » 12 nov 2010, 0:39

Ciao Davide,
DavideLamantia ha scritto:che ne pensi? hai soluzioni migliori?

Queste sono barre di distribuzione per piantane.
Non vanno bene da montare come americane.
Dovresti sentire da qualche service o qualche azienda di distribuzione (illumino service, proel).

DavideLamantia ha scritto:Poi hai qualcosa da suggerire per il patch panel spine? per deviatori e quant'altro non c'è problema, ma patch bay di prese niente...

Non so se ho capito la domanda.
Se stai cercando un patch bay già fatto, non credo li vendano, in fondo sono solo dei quadri con delle spine a pannello.

DavideLamantia ha scritto:Poi per i proiettori frontali che suggerisci?

Per i proiettori frontali puoi mettere 2 o 4 proiettori PC (piano convesso) da 1'000W.
Più (facoltativo) un supporto vuoto aggiuntivo (nel caso qualche compagnia volesse installare della propria attrezzatura) per ogni lato. Quindi direi 3/4 prese per lato.

DavideLamantia ha scritto:Infine sono in alto mare per l'impianto audio, non è che avresti una configurazioncina pronta a portata di mano.

*mumble*
L'impianto è generalmente strutturato in questo modo: mixer in regia, con lettore cd e quadro prese audio (XLR 3 poli) che si collegano al quadro prese audio del palco.
Nel quadro audio del palco ci sono di solito 8/10 mandate e 4 ritorni.
Due dei ritorni si usano per l'amplificatore delle casse della platea.
Qui poi c'è da decidere se tenere l'amplificatore in regia o sul palco (dipende dallo spazio a disposizione).
E così l'impianto è fatto.
Ovviamente cavi schermati microfonici di qualità tra palco e regia!
And now for something completely different.
[Monty Python]
Avatar utente
Foto UtenteDonJ
3.986 6 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2462
Iscritto il: 19 lug 2009, 22:13
Località: Croccamauria

0
voti

[12] Re: Impianti per teatri

Messaggioda Foto UtenteDavideLamantia » 13 nov 2010, 17:50

Grazie della risposta, però forse non hai guardato bene il link.
Non sono affatto ciabatte, sono aste in alluminio proel con 8 prese CEE 16A - 2P+T - IP44 - 230V e mi hanno confermato che si montano su americane con supporti aliscaff.
Per quanto riguarda il patch bay non lo cerco già fatto, è proprio che le spine (non prese) da quadro sembrano non esistere.
Quali spine poi?

Ok per l'audio dovrò vedere perché il mixer chiaramente va in sala mixer per l'appunto, se metto l'amplificatore sul palco ho 25 e passa metri di distanza, penso si perda segnale se metto l'amplificatore sul palco...

Grazie ancora
Ciao
Davide
Avatar utente
Foto UtenteDavideLamantia
1.860 2 5 10
Master
Master
 
Messaggi: 414
Iscritto il: 28 gen 2005, 15:34
Località: Palermo

0
voti

[13] Re: Impianti per teatri

Messaggioda Foto UtenteDonJ » 14 nov 2010, 17:37

DavideLamantia ha scritto:mi hanno confermato che si montano su americane con supporti aliscaff.

Come non detto allora.
Siccome sono lunghe un metro e mezzo io ne metterei due (di quelli da 4 prese) per americana.
I cavi dei proiettori sono sempre molto corti (un metro al massimo) e diventa quindi difficoltoso lo spinamento con una sola barra di distribuzione.

DavideLamantia ha scritto:Per quanto riguarda il patch bay non lo cerco già fatto, è proprio che le spine (non prese) da quadro sembrano non esistere.

Beh mi sembra strano che non le vendano, qui dove lavoro io e nel resto della regione tutti gli impianti sono fatti così, posso anche portarti delle foto se vuoi :mrgreen:

DavideLamantia ha scritto:Quali spine poi?

Sempre CEE 16A 240V

Esempi (risultati random di google):
http://shop.showtec.co.uk/cables-connec ... wall-mount
http://zjqixing.en.made-in-china.com/pr ... X812-.html
http://www.yrccjc.com/showroom/kpr0hq08 ... -plug.html

DavideLamantia ha scritto:se metto l'amplificatore sul palco ho 25 e passa metri di distanza, penso si perda segnale se metto l'amplificatore sul palco...

Meglio così, se hai lo spazio per mettere l'amplificatore in regia ti risparmi un sacco di interferenze.
And now for something completely different.
[Monty Python]
Avatar utente
Foto UtenteDonJ
3.986 6 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2462
Iscritto il: 19 lug 2009, 22:13
Località: Croccamauria

0
voti

[14] Re: Impianti per teatri

Messaggioda Foto UtenteDavideLamantia » 15 nov 2010, 14:24

e ti ringrazio.
Ma il patch bay? construito artigianalomente? perché io trovo pannelli con massimo 8 posizioni per questo tipo di spine.

Ciao
Avatar utente
Foto UtenteDavideLamantia
1.860 2 5 10
Master
Master
 
Messaggi: 414
Iscritto il: 28 gen 2005, 15:34
Località: Palermo

0
voti

[15] Re: Impianti per teatri

Messaggioda Foto UtenteDonJ » 15 nov 2010, 19:26

Non so cos'altro dirti,
ho chiesto un po' in giro e tutti mi hanno detto che sono impianti fatti su misura.
Tutto, dalle americane ai quadri elettrici.


Ah, dimenticavo una cosa importante, è utile avere due o quattro faretti fissi montati sulle americane per poter illuminare il palco anche se non sono collegati i proiettori.
Un faretto alogeno tipo questo.

Immagine

Ciao!
And now for something completely different.
[Monty Python]
Avatar utente
Foto UtenteDonJ
3.986 6 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2462
Iscritto il: 19 lug 2009, 22:13
Località: Croccamauria

0
voti

[16] Re: Impianti per teatri

Messaggioda Foto Utentedadapro » 6 giu 2011, 1:44

Ho letto un po' di corsa la discussione: quello che dice DON J è sostanzialmente tutto giusto.

Premetto che ho un service da spettacoli e lavoro i campo scenotecnico da più di 30 anni.

Per poter dare ulteriori consigli sia sul fronte audio che luci, occorrerebbe capire un po' meglio di che genere di teatro stiamo parlando. E' un vero e proprio teatro all' italiana con pianta a ferro di cavallo, torre scenica, fossa dell' orchestra, platea, palchetti e loggione oppure è una sala più moderna a disegno più squadrato tipo cinema parrocchiale? Che caratteristiche architettoniche possiede? Esiste un proscenio con sipario e se si che dimensioni possiede? Che dimensioni ha il palcoscenico al netto delle quinte? Che carattersitiche acustiche abbiamo? Che genere di spettacoli si prevede di ospitare? Piccole compagnie amatoriali o spettacoli professionali?

Chiedo lumi perché, In base a tutti questi elementi, e non solo, sarebbe possibile fornire maggiori indicazioni, sia sulla configurazione di proiettori adeguata e di circuiti dimmer, patch bay, prese e quant' altro, sia sulle caratteristiche del sistema audio.

Brevemente e in modo approssimativo posso dire che, il proscenio è meglio illuminabile con sagomatori fissi posti in modo tale che l' asse ottico cada con 45° di inclinazione sul boccascena, quindi saranno su un americana sulla verticale della platea oppure sui muri laterali e ce ne dovrebbero essere minimo 4 per lato. (destro e sinistro), per poter fare i tre colori più il bianco. Questi sono almeno 4 circuiti elettrici da circa 2000W ognuno, perché operano in parallelo, e di solito sono proiettori con lampada alogena da 575W e apertura focale adatta alla distanza di montaggio.
Il faro seguipersona o occhio di bue non è un tipo di faro utile in un contesto teatrale, e l' illuminazione che offre sul proscenio è veramente invasiva ed inadatta nella maggior parte dei casi, può andar bene solo per illuminare il cantante nella musica pop o rock e nient' altro.
Le americane poste sulla verticale del palcoscenico (in teoria nella torre scenica o se non c'è agganciate al soffitto, possibilmente con paranchi elettrici), dovrebbero consentire i montaggio di fari PC tale che il palco sia interamente coperto con i tre colori più il bianco, il che significa 4 fari, la cui quantità sarà da stabilire in base a quanta superficie ad altezza d' uomo sul palco possono illuminare (dipende dall' apertura del fascio luminoso, che nei proiettori PC e nei FRESNEL è regolabile).
Si potrebbero così avere facilmente 12 fari per americana, se il palco è sufficientemente piccolo cioè largo max 6 metri.
Come si comprende, si rischia di avere facilmente un numero di fari piuttosto elevato, con concseguente necessità di elevato numero di circuiti dimmer, che raramente sarà meno di 24.
La potenza di questi fari, prevediblmente di tipo PC o fresnel, dipenderà dalla distanza rispetto al soggetto da illuminare, quindi dall' altezza di collocazione dell' americana.
Montare un faro da 1000W al posto di uno da 500W, pensando che se fa troppa luce lo si può attenuare è un ragionamento sbagliato, perché riducendo la potenza con il dimmer, la lampada alogena cambia la temperatura colore base, che non sarà più 3200° K ma molti di meno, falsando il risutato quando il faro sarà "gelatinato" opportunamente con il colore che lo spettacolo richiede.
Insomma, ci sono un po' di problemi che sarebbe opportuno considerare, ma io penso che avere 12 circuiti dimmer per americana è se non indispensabile, probabilmente necessario.
Se non proprio tutti i 12 circuiti disponibili (che possono venir patchati a seconda delle necessità sul quadro spinamenti), almeno le linee elettriche, altrimenti queste verranno tirate "volanti" dal service che andrà a lavorare su questo palco.
Se non proprio su tutte le americane, almeno sulla 1a americana.
Questi sono in linea di massima i requisiti di uno spettacolo di teatro professionale, anche limitandoci alle considerazioni sui fari alogeni, che sono la tecnologia tradizionale, ma di gran lunga la più utilizzata.
Se il teatro prevede dei balletti, saranno indispensabili anche i tagli laterali fra le quinte, il che significa almeno 4 proiettori fra la prima e la seconda quinta sia a destra che a sinistra, ed altri quattro fra la seconda e la terza quinta, o se non c'è, il fondale.
Sono in tutto 8 canali dimmer sdoppiati, da 2000W e se non si prevede di fornire i fari (che li fornisce il service), sarebbe meglio ci fossero le linee elettriche.
Fin qui per stare ai "primi danni".
Ovviamente, se il teatro prevede solo compagnie amatoriali, ci si può accontentare di molto meno, ma questo è quello che un service finisce per montare in caso di spettacoli professionali, tirando cavi ovunque servano.

Per quanto concerne l' audio, è pressochè impossibile parlare senza avere un' idea della sala, ma 8 canali in ingresso sono appena sufficienti per utilizzare qualche microfono mezzo fucile e qualche microfono a zona di pressione, ed è da ritenersi una situazione veramente al limite, che sarà sicuramente al collasso in casi di concerti con gruppi jazz o rock blues ed altro. Si consideri che solo una batteria acustica opportunamente microfonata può richiedere da minimo 4 a circa 10 microfoni, e si capisce bene che sarà impossibile gestire questo genere di cose senza avere un cavo audio multicoppie che trasporti almeno 24 ingressi e 8 uscite, altrimenti il service sarà costretto a posarlo, e per ragioni di sicurezza, non potendo stenderlo in terra. dovrà appenderlo ad uno dei muri laterali della sala, con tutto quello che ne consegue.
Sconsiglio nella maniera più assoluta di utilizzare un mixer con meno di 16 canali in ingresso e sopratutto con equalizzatori con almeno4 bande di cui due a frequenza variabile, perché questa roba nella fonica di teatro è indispensabile per assicurare la qualità necessaria allo spettacolo.
PEr quanto riguarda la scelta ed il posizionamento delle casse acustiche, la questione è poi talmente critica da non poter dare nessun consiglio in assenza di informazioni sulla architettura e l' acustica della sala.
La cassa da teatro tipica è una cassa che di norma possiede un woofer da 12" ed una tromba dei medioalti con driver da 1.4", e potrebbero bastarne anche solo due se la sala è profonda non oltre 10 metri ed è abbastanza fonoassorbente, ma capire come configurare un sistema opportuno richiede molte informazioni aggiuntive.

Spero di essere stato utile ad aver dato un idea dei problemi in gioco.

Saluti

dadapro
Avatar utente
Foto Utentedadapro
0 1
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 6 giu 2011, 0:49

0
voti

[17] Re: Impianti per teatri

Messaggioda Foto UtenteDonJ » 6 giu 2011, 2:08

dadapro, benvenuto.
I consigli che ho dato a DavideLamantia sono calibrati per un teatro di basso/medio budget, tenendo conto che
DavideLamantia ha scritto:sto progettando l'impianto elettrico di un teatro da 180 posti

E' chiaro che se fosse un teatro da 500+ posti allora tutte le tue considerazioni sarebbero assolutamente da tener conto, ma io ho pensato più a un teatro tipo parrocchiale.

E per quanto riguarda l'occhio di bue, è vero che in contesto teatrale è inutile, però nei teatri piccoli lo si trova sepre e alcune compagnie ne fanno utilizzo (nonostante sia una cosa orribile), quindi è stato inserito nella "lista della spesa".
And now for something completely different.
[Monty Python]
Avatar utente
Foto UtenteDonJ
3.986 6 9 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2462
Iscritto il: 19 lug 2009, 22:13
Località: Croccamauria

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 64 ospiti