Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Comprensione di dati (Esercizio di Comunicazioni)

Telefonia, radio, TV, internet, reti locali...comandi a distanza

Moderatori: Foto UtenteMassimoB, Foto Utentejordan20

0
voti

[1] Comprensione di dati (Esercizio di Comunicazioni)

Messaggioda Foto Utentepolicleto » 26 giu 2010, 18:44

Ciao a tutti.

Premessa
Comincio questo argomento perché mi rendo conto che spesso, nell'intento di preparare un esame, tendo a basarmi molto sulle soluzioni proposte, imparandone alcuni passaggi meccanici, talvolta suffragandoli con consultazioni di testi o conoscenze teoriche pregresse, talvolta ignorando il vero significato delle richieste e dei dati proposti nei problemi.
Penso che questo atteggiamento sia fortemente condizionato dalla mia impossibilità di seguire regolarmente le lezioni e da uno studio personale non troppo educato.


In questo esercizio che propongo (allego l'immagine) vorrei rendermi maggiormente conto del sistema che mi si chiede di analizzare e comprenderne alcune caratteristiche partendo dai dati del problema.

VERDE
Di questo segnale r(t) posso dire che è un segnale in banda passante poiché è moltiplicato per un cos(2\pi f_{0}t)? O meglio, è questa la ragione che mi porta a classificarlo come un segnale passa banda? Se fosse moltiplicato per un sin(2\pi f_{0}t) potrei dire lo stesso solo correggendomi nello specificare che si tratta di una modulazione con un seno?

AZZURRO
La densità spettrale di potenza del rumore mi viene data in questo modo per farmi capile che sto lavorando con un sistema passa banda? Per quale motivo a volte, pur trattandosi esplicitamente di sistemi passa banda, la densità spettrale di potenza del rumore mi viene data semplicemente come S_{w}(f)=\frac{N_{0}}{2}?

GIALLO
Questo simbolo rappresenta una modulazione? Oppure una demodulazione? Oppure è la stessa cosa?
Questo passaggio attraverso il 2cos(2\pi f_{0}t) è necessario solamente nei sistemi passa banda? Cioè: se il segnale fosse stato in banda base, non ci sarebbe stato questo componente?

Se qualcuno vorrà aiutarmi a capire qualcosa di più mi riservo di fare domande subordinate alle precedenti nei prossimi interventi, non vorrei appesantire il post.

Grazie in ogni caso in anticipo.
Antonio

Immagine
Avatar utente
Foto Utentepolicleto
0 3
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 17 ott 2009, 13:38

0
voti

[2] Re: Comprensione di dati (Esercizio di Comunicazioni)

Messaggioda Foto UtenteIsidoroKZ » 27 giu 2010, 11:50

Il segnale verde e` un segnale modulato, di solito i segnali modulati sono a banda frazionale stretta, cioe` la loro occupazione di banda e` una frazione piccola rispetto alla frequenza della portante f0. La portante puo` essere seno, coseno, esponenziale complesso, il risultato e` sempre lo stesso. Il segnale in banda base viene traslato in frequenza intorno alla portante (modulazione).

Secondo me il rumore dato in quella forma non e` equivalente a un rumore bianco con densita` N0/2 perche' il ricevitore non ha un filtro ideale di tipo RECT(f), e quindi cambiare lo spettro del rumore cambia il rapporto segnale rumore.

Infine moltiplicare un segnale per una portante periodica a f0 serve per traslare il segnale di +/- f0. Se entri con un segnale in banda base, fai una modulazione. Se nello stesso circuito (mixer) entri con un segnale modulato intorno a f0, ottieni un demodulatore, che sposta il segnale modulato a banda limitata giu` di nuovo in banda base (e anche a frequenza doppia, ma quella la si scarta con un filtro).

Infine se nello stesso blocco moltiplicatore (mixer) si manda un segnale modulato a f1 e lo si moltiplica per un coseno a frequenza f0, si ottiene un convertitore (traslatore) di frequenza, con due uscite centrate a f1+f0 e |f1-f0|.
Per usare proficuamente un simulatore, bisogna sapere molta più elettronica di lui
Plug it in - it works better!
Il 555 sta all'elettronica come Arduino all'informatica! (entrambi loro malgrado)
Se volete risposte rispondete a tutte le mie domande
Avatar utente
Foto UtenteIsidoroKZ
108,4k 1 3 8
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 19121
Iscritto il: 17 ott 2009, 0:00

0
voti

[3] Re: Comprensione di dati (Esercizio di Comunicazioni)

Messaggioda Foto Utentepolicleto » 27 giu 2010, 13:17

Ciao, intanto grazie per la spiegazione.
Vediamo se ho capito bene...

IsidoroKZ ha scritto:Il segnale verde e` un segnale modulato, [...] intorno alla portante (modulazione).


Ok. E se al posto di quel coseno avessi un cos^2 come spesso accade, è la stessa cosa? Cioé: a livello analitico lo dovrei scomporre come una somma di segnali di cui uno in banda base e l'altro modulato? In quei casi infatti io sono solito trasformare il coseno in
cos^2(x) = \frac{1}{2}+\frac{1}{2}cos(2x)
quindi un g_{T} moltiplicato per quella somma sarebbe comunque un segnale in banda passante?

IsidoroKZ ha scritto:Secondo me il rumore dato in quella forma non [...] cambia il rapporto segnale rumore.


Io ho pensato una cosa. Se venisse confermata da te come valida, forse significa che comincio a capire qualcosa.
È possibile che quando mi viene dato in quella forma, si voglia implicitamente dire che il rumore è stato filtrato attraverso il cosiddetto filtro di pre-rivelazione? E quando invece mi viene dato nell'altra forma probabilmente si intende dire che ancora deve passarci?
Di fatto il filtro di pre-rivelazione non ha altro scopo se non limitare il rumore nella banda del segnale trasmesso.
Quello che mi lascia un po' disorientato è il fatto che di questo filtro non venga detto nulla nel testo e che esercizi diversi vengano svolti allo stesso modo sia quando il rumore è dato in quest forma sia qundo viene fornito come bianco con d.s.p. \frac{N_{0}}{2}

IsidoroKZ ha scritto:Infine moltiplicare un segnale per una portante [...] di nuovo in banda base (e anche a frequenza doppia, ma quella la si scarta con un filtro).


Ho capito. Talvolta però lì sul mixer (adesso so anche come si chiama) è specificato un 4cos(4\pi f_{0}t) oppure 4cos^2(4\pi f_{0}t)e cioé una forma che non mi ricorda la modulazione, la quale nei testi è sempre indicata come un semplice coseno o seno. Che influenza ha questo cambiamento?

Un'ultima cosa. Di fatto i conti non li si sa fare in banda passante (almeno in questo corso è così) e tutto viene ricondotto in banda base servendoci dell'inviluppo complesso e impostando un sistema equivalente in banda base. La mia domanda è la seguente: ma il mixer è il corrispettivo "hardware" del nostro calcolare l'inviluppo complesso? Oppure sono due cose distinte e devo calcolare l'inviluppo complesso dopo aver fatto passare il segnale dal mixer?

Grazie ancora per il tuo tempo.
Avatar utente
Foto Utentepolicleto
0 3
 
Messaggi: 44
Iscritto il: 17 ott 2009, 13:38


Torna a Telecomunicazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti