Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Moduli MT in campo internazionale

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[1] Moduli MT in campo internazionale

Messaggioda Foto Utentegiorgiodavid » 24 feb 2009, 18:38

Mi è stata posta una domanda... si parla dell'Algeria... L'arrivo di media tensione è composto dai seguenti moduli Schneider:

Modulo IM - CM - DM1 - GBC - QM - TRAFO

Praticamente, pur essendo presente un unico TR, è stato richiesto di inserire la protezione con fusibile (QM) a protezione del TR. Personalmente mi sembra inutile, visto che esiste già la protezione generale con il DM1 che può fare anche da protezione per il TR visto che di trasformatori c'è ne uno solo. Mi chiedono come fare a convincere, mediante normativa internazionale o altro, che è possibile eliminare il QM perché superfluo... mi sapete aiutare?

Infatti, almeno che non pensino ad un fattore di predisposizione, il modulo QM è inutile, diventa comodo se si decidesse di inserire un'ulteriore TR, in questo modo il modulo DM1 diventa solo protezione generale.

Non so se è chiara la domanda... eventualmente chiedete... grazie.
Se entrambi abbiamo una mela e ce le scambiamo, avremo sempre una mela ciascuno... se entrambi abbiamo un'idea e ce le scambiamo, entrambi avremo due idee.
Avatar utente
Foto Utentegiorgiodavid
145 1 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 895
Iscritto il: 19 giu 2006, 16:38
Località: Roma

0
voti

[2] Re: Moduli MT in campo internazionale

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 25 feb 2009, 8:37

Non c'è nessuna normativa internazionale da tirare in ballo, se il trasformatore è uno solo è evidente che la cella di protezione con fusibili è inutile , probabilmente si ritiene di aggiungere in futuro altri trasformatori e magari le protezioni della cella generale sono già dimensionate tenendo conto di tale eventualità. Se il trafo è piccolo e i Ta della cella interruttore troppo grandi forse il trasformatore potrebbe non essere adeguatamente protetto, anche se in genere i relè hanno campi di taratura molto ampi a partire da 0.1 volte la corrente nominale.
Credo che non ci sia nessuna prescrizione normativa obbligatoria in merito solo valutazioni di buon senso che deve fare chi progetta l'impianto
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
13,5k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2754
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[3] Re: Moduli MT in campo internazionale

Messaggioda Foto Utentegiorgiodavid » 25 feb 2009, 17:59

Il trafo mi è stato detto essere uno da 800 kVA... l'altra cosa che a me pare inutile è l'utilizzo della cella GBC che sembra servire, a quanto mi è stato detto, per la connessione della protezione Sepam, ma quello che mi domando: a che serve se bastava prendere una cella DM1 con i TA e TV per la connessione al Sepam? Voglio dire, questa cella serve solo se occorre avere altri TA e TV in più e per altri usi, rispetto a quelli già insereti nella cella DM1, o no?
Se entrambi abbiamo una mela e ce le scambiamo, avremo sempre una mela ciascuno... se entrambi abbiamo un'idea e ce le scambiamo, entrambi avremo due idee.
Avatar utente
Foto Utentegiorgiodavid
145 1 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 895
Iscritto il: 19 giu 2006, 16:38
Località: Roma

0
voti

[4] Re: Moduli MT in campo internazionale

Messaggioda Foto UtenteMartinelli » 25 feb 2009, 19:14

A costo di passare per ridicolo verificherei l'esistenza di qualche specifica del cliente/distributore.
Se si trattasse semplicemente di alimentare un solo TR il quadro potrebbe essere radicalmente ridimensionato rispetto alla sequenza di celle proposte.

Cordialmente
Avatar utente
Foto UtenteMartinelli
0 1
 
Messaggi: 12
Iscritto il: 29 ott 2008, 0:08

0
voti

[5] Re: Moduli MT in campo internazionale

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 25 feb 2009, 19:52

IM è un sezionatore sottocarico di arrivo CM cella misure ,poi ci vorrebbe una DM1-G che ha già risalita sbarre incorporata quindi una QM, altrimenti DM1-E+GBC quindi QM, dipende quello che devi fare, se il SEPAM non è un 20 ma un 40 e servono TA e TV si può usare DM1-K oppure DM1-E+GBC con TA e TV.
Le scelte sono infinite basta capire quello che è lo sceham che si vuole realizzare, se si utilizza una QM occorre una risalita per salire con le sbarre dopo la DM1 tale risalita può essere o meno integrata nella cella interruttore
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
13,5k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2754
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[6] Re: Moduli MT in campo internazionale

Messaggioda Foto UtenteMASSIMO-G » 26 feb 2009, 8:52

Ho recuperato un catalogo delle celle SM6 Schneider , andare a memoria non è sempre agevole. Per definire la sequenza delle celle da utilizzare occorre innanzitutto capire quale è lo schema elettrico che si vuole realizzare. La cella misura CM a cosa serve? La CM vedo ha i TV fase terra , quindi presumo serve per una protezione anche se messa in quella posizione la sua funzione piu logica in un paese africano è di essere a disposizione del distributore dell'energia per le sue misure (allora è piu plausibile utilizzare 2 TV fase fase ). Però senza una specifica del distributore rischi solo di perdere del tempo. Assemblare in uno schema elettrico le celle SM6 è molto semplice, però le possibilità ovviamente sono infinite
Per alimentare solo un trafo addirittura basterebbe solo una cella (ad esempio una DM1 rovesciata)
Avatar utente
Foto UtenteMASSIMO-G
13,5k 6 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2754
Iscritto il: 20 set 2004, 8:31
Località: PIACENZA

0
voti

[7] Re: Moduli MT in campo internazionale

Messaggioda Foto Utentegiorgiodavid » 26 feb 2009, 21:14

Si lo so, conosco abbastanza bene le celle SM6, almeno quelle di utilizzo comune... la mia era una domanda generica che trova il tempo che trova, senza avere le specifiche del distributore. Era una richiesta che mi era stata fatta pur parlè (o come cavolo si scrive).
Se entrambi abbiamo una mela e ce le scambiamo, avremo sempre una mela ciascuno... se entrambi abbiamo un'idea e ce le scambiamo, entrambi avremo due idee.
Avatar utente
Foto Utentegiorgiodavid
145 1 3 5
Expert
Expert
 
Messaggi: 895
Iscritto il: 19 giu 2006, 16:38
Località: Roma


Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 42 ospiti