Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Distribuzione a vista edificio storico

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...
0
voti

[1] Distribuzione a vista edificio storico

Messaggioda Foto UtenteDuracell » 11 lug 2023, 14:41

Salve devo prevedere la distribuzione dell'impianto elettrico per un edificio storico dove non ci sono tubazioni sottotraccia ne tantomeno controsoffitti.
Cosa mi consigliate di utilizzare al posto delle solite canaline e o tubazioni in pvc/acciaio ?
Magari a qualcuno di voi gli è già capitato una situazione del genere
Grazie
Saluti
Avatar utente
Foto UtenteDuracell
509 3 3 6
Sostenitore
Sostenitore
 
Messaggi: 2228
Iscritto il: 2 ott 2009, 11:55

0
voti

[2] Re: Distribuzione a vista edificio storico

Messaggioda Foto Utenteboiler » 11 lug 2023, 15:45

Questa azienda produce cavi dall'aspetto classico (isolamento di cotone), ma in versione moderna, con doppia isolazione interna in PVC. Sono certificati secondo le solite norme del caso.
https://www.creative-cables.com/large-s ... 00170.html

Ci sono anche gli accessori di fissaggio simili ai vecchi isolatori di ceramica.

Io non sono in grado di giudicare se un'installazione a vista di questo tipo di cavo sulla parete sarebbe un lavoro "a norma". Qui deve intervenire un esperto.

Hanno anche una (limitata) scelta di prese e interruttori.

Boiler

P.S.: Made in Italy :cool:
Avatar utente
Foto Utenteboiler
23,0k 5 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4726
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[3] Re: Distribuzione a vista edificio storico

Messaggioda Foto UtenteOpi57 » 11 lug 2023, 15:45

Non sono male gli impianti realizzati con tubi di rame come fossero idraulici.
Poi ho un'altra idea balzana che abbozzo appena non avendone sufficienti conoscenze:
Ci sono i bus per impianti domotici che credo viaggino per tutto l'edificio con 4(?) fili due per la potenza e due per il segnale; se facessi girare questi fili sottoforma di cavi intrecciati, rivestiti in tessuto e tenuti su da isolatori in porcellana, potresti contenerne il numero. Magari adesso interverrà qualcuno più esperto che aggiusterà il tiro.
Aloa, rb
Avatar utente
Foto UtenteOpi57
0 3
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 1 lug 2023, 12:32

0
voti

[4] Re: Distribuzione a vista edificio storico

Messaggioda Foto Utenteboiler » 11 lug 2023, 16:32

boiler ha scritto:Questa azienda produce cavi dall'aspetto classico (isolamento di cotone), ma in versione moderna

Anche qui: https://ceraunavolta.io/catalogo/, con piú scelta

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
23,0k 5 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4726
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[5] Re: Distribuzione a vista edificio storico

Messaggioda Foto UtenteThEnGi » 11 lug 2023, 16:40

Non ci sono limitazioni o indicazioni dalla belle arti ?

Devi rifare tutto o hai qualcosa a cui ispirarti ?

O_/
Avatar utente
Foto UtenteThEnGi
1.333 2 6 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1470
Iscritto il: 6 ott 2022, 18:43

0
voti

[6] Re: Distribuzione a vista edificio storico

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 11 lug 2023, 17:21

boiler ha scritto:Questa azienda produce cavi dall'aspetto classico (isolamento di cotone), ma in versione moderna, con doppia isolazione interna in PVC. Sono certificati secondo le solite norme del caso.
https://www.creative-cables.com/large-s ... 00170.html

Ci sono anche gli accessori di fissaggio simili ai vecchi isolatori di ceramica.

Io non sono in grado di giudicare se un'installazione a vista di questo tipo di cavo sulla parete sarebbe un lavoro "a norma". Qui deve intervenire un esperto.

Hanno anche una (limitata) scelta di prese e interruttori.

Boiler

P.S.: Made in Italy :cool:


Io li uso spesso per costruire apparecchi di illuminazione.

Ma non sono idonei alla posa fissa (non ci sono certificazioni CPR).
Anche se fossero CPR non sono idonei a questo tipo di posa, perché potrebbero essere al massimo in classe Eca (H05VV-F).
O_/
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
4.809 3 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 3476
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

0
voti

[7] Re: Distribuzione a vista edificio storico

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 11 lug 2023, 17:23

In un caso recente ho previsto tubazioni in rame.

Con i cavi a vista occhio a verificare l'idoneità dei medesimi, in particolare la classe di reazione al fuoco.

O_/
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
4.809 3 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 3476
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

0
voti

[8] Re: Distribuzione a vista edificio storico

Messaggioda Foto Utenteboiler » 11 lug 2023, 17:33

Danielex ha scritto:Ma non sono idonei alla posa fissa (non ci sono certificazioni CPR).
Anche se fossero CPR non sono idonei a questo tipo di posa, perché potrebbero essere al massimo in classe Eca (H05VV-F).

Io non ne capisco nulla, riporto solo il documento che ho trovato sul sito del produttore, ma sembrerebbe soddisfare quanto tu citi: https://ceraunavolta.io/wp-content/uplo ... Trecce.pdf

Boiler
Avatar utente
Foto Utenteboiler
23,0k 5 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 4726
Iscritto il: 9 nov 2011, 12:27

0
voti

[9] Re: Distribuzione a vista edificio storico

Messaggioda Foto UtenteDanielex » 11 lug 2023, 17:52

Prima mi riferivo a creative cables (come da quotatura).

In ogni caso anche quelli che hai linkato in questo ultimo posto hanno reazione al fuoco Eca o peggio Fca (in genere non installabili a vista in contesti come quello descritto dall'OP, da valutare puntualmente).
O_/
Avatar utente
Foto UtenteDanielex
4.809 3 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 3476
Iscritto il: 21 feb 2008, 18:18

0
voti

[10] Re: Distribuzione a vista edificio storico

Messaggioda Foto UtenteNSE » 11 lug 2023, 18:01

Se trovi chi ha la mano per montarli, in passato mi sono venuti bene impianti con l'ex pyrotenax ovvero cavo ad isolamento minerale.
Serve la mano però, perché per stenderli belli dritti bisogna saperci fare.

Va visto che tipo di impianto devi fare. . quanto è invasivo da un punti di vista volumetrico.
Altrove. .Volutamente Anonimo
Avatar utente
Foto UtenteNSE
2.957 2 5 7
Expert
Expert
 
Messaggi: 1071
Iscritto il: 30 nov 2014, 18:25

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 42 ospiti