Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Informazioni sulle ONDE CONVOGLIATE

Telefonia, radio, TV, internet, reti locali...comandi a distanza

Moderatori: Foto UtenteMassimoB, Foto Utentejordan20

0
voti

[1] Informazioni sulle ONDE CONVOGLIATE

Messaggioda Foto UtentequintaELI » 9 gen 2006, 13:31

Siamo una classe quinta dell'istituto ITI Solari di Tolmezzo (UD) e vorremmo gentilmente avere maggiori informazioni sulle onde convogliate ed il loro utilizzo. Vi saremmo molto grati se ci segnalaste qualche testo didattico sull'argomento, visto che sui normali testi scolastici e su internet tale argomento è trattato molto superficialmente.
Distinti saluti
De Candido Piero e Del Negro Nicola
Avatar utente
Foto UtentequintaELI
0 2
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 9 gen 2006, 13:22

1
voti

[2]

Messaggioda Foto Utenteg.schgor » 9 gen 2006, 17:53

La tecnica delle onde convogliate riguarda la trasmissione
di informazioni mediante l'utilizzo di portanti a bassa frequenza
(VLF, quindi "basse" rispetto alle normali frequenze radio,
in un campo che va da poche decine di kHz a qualche centinaia di kHz).

I loro primi impieghi risalgono ad una cinquantina di anni fa
e riguardarono principalmente la telesorveglianza di reti elettriche
territorialmente estese.
Si realizzarono cosi' i primi "dispacciatori centrali", cioe' di centri
da cui poteve essere controllato lo stato dell'intera rete.
Naturalmente questo ebbe luogo di pari passo con lo sviluppo
dei "telecomandi" e delle "telemisure", cioe' di apparati che
consentono di rilevare lo stato di apertura o chiusura di interruttori
(ed inoltre di comandarne il cambiamento) o di condizioni d'allarme,
oppure di rilevare valori di misura, quali livelli di bacini, portate,
tensioni e correnti elettriche,ecc.
Spesso si utilizzava la banda fonica modulante per un doppio servizio:
quella fino a ca 3000 Hz come banda fonica (telefono di servizio)
e quella superiore per i canali telegrafici (da 120 Hz ciascuno),
cioe' appunto per trasmettere le telesegnalazioni.

La particolarita' di queste applicazioni era l'impiego delle linee
di alta tensione come supporto al segnale (e questo richiede
l'accoppiamento ad alto isolamento per gli apparati di ricezione
e trasmissione)
Si veda ad es. il sito:
http://www.selta.net/jsps/in_util_03.js ... onvogliate

Attualmente vi e' un rifiorire di questa tecnica per usi privati,
soprattutto per la "domotica" (cioe' l'automazione delle utenze
domestiche) sfruttando la rete di distribuzione a 220 V

E' infatti oggi possibile, con i bassi costi degli apparati elettronici,
controllare da un apparato centralizzato (un calcolatore) tutti
gli apparecchi elettrici presenti in una casa, ed eventualmente
programmarne l'accensione o lo spegnimento in modo automatico.
Questi apparati vengono pubblicizzati "senza necessita' di fili"
intendendo che non richiedono la stesura di "nuovi fili" (infatti
utilizzano la rete domestica esistente)
Si veda ad es.:
http://www.hidealpoint.com/learning/ima ... 083-85.pdf

Non so se questo vi e' sufficiente come informazione generale,
altrimenti ponete domande specifiche su cio' che vi interessa.
Ultima modifica di Foto Utenteg.schgor il 10 gen 2006, 11:53, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Foto Utenteg.schgor
57,1k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 16882
Iscritto il: 25 ott 2005, 9:58
Località: MILANO

0
voti

[3] Ringraziamenti

Messaggioda Foto UtentequintaELI » 10 gen 2006, 11:00

La ringraziamo a nome del nostro gruppo del progetto d'esame (facciamo parte di una quinta elettronica di un istituto ITI). Grazie ancora.
Avatar utente
Foto UtentequintaELI
0 2
 
Messaggi: 7
Iscritto il: 9 gen 2006, 13:22


Torna a Telecomunicazioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 11 ospiti