Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Impianto luce scale "personale"

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentelillo, Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago

0
voti

[1] Impianto luce scale "personale"

Messaggioda Foto UtenteilMatty » 9 giu 2019, 2:29

Buonasera a tutti signori, vi espongo, per quanto possibile, la fattispecie:
Sto facendo dei lavori per un cliente (d'ora in poi A) che possiede una villa su tre piani, l'abitazione in questione è costituita da 4 appartamenti, garage, cantina, locale caldaia, lavanderia e rustico su due piani separato dalla casa di 150 m.
Il tutto era originariamente alimentato da un unico impianto successivamente sdoppiato maldestramente.
Metà di tutto ciò è proprietà di A, il resto di terzi con cui il rapporto è pessimo.
L'intero edificio con relativi impianti è stato realizzato dagli avi di A negli anni 70.
L'impianto elettrico è qualcosa che mi sta facendo cascare i capelli... 2 contatori enel all'interno della proprietà, carichi alimentati a casaccio da una linea o dall'altra, INTERSEZIONI delle linee :shock:
Già, perché m'è capitato di trovare carichi alimentati con fase presa da un contatore e neutro preso dall'altro contatore; non so neanche cosa comporti a livello di conteggio da parte dell'enel...
Unica protezione il magnetotermico presente sul contatore stesso, niente sezionatori, unica linea FM e luce, niente differenziali, niente impianto di terra.
Sto provvedendo a sanare queste lacune ma la situazione è davvero disperata, anche perché, come dicevo, le utenze sono tutte mischiate ed io posso toccare solo ciò che è di A.
Ad ogni modo, decenni fa, gli altri proprietari hanno scollegato l'impianto luci scale e l'hanno rappezzato in modo tale da far funzionare solo la plafoniera presente davanti ai propri appartamenti e lasciando al buio tutto il resto.
L'impianto originale era composto da 5 punti di comando e 7 plafoniere, gli scienziati in questione hanno (presumibilmente) sostituito gli invertitori con degli interruttori ed hanno tagliato brutalmente la linea alimentando solo le plafoniere di loro interesse.
A possiede un appartamento al primo piano e l'attico, pertanto utilizza tutte le rampe di scale.
Mi chiede di illuminare tali scale e di fare in modo che, questo impianto, non sia utilizzabile da terzi... mi chiede inoltre di limitare al massimo l'impatto estetico del lavoro al fine di evitare discussioni.
Già che ci siamo se mi date una scopa ho il sedere libero... :roll:
Le difficoltà sono parecchie, i corrugati sono microscopici ed intasati di cavi rigidi, tramite qualche misurazione rilevo 2-3 conduttori caricati (su 15 mediamente presenti).
A mi riferisce tuttavia che la controparte alimenta e disalimenta carichi a piacimento al fine di impedirne la fruibilità agli altri, pertanto non mi è dato sapere quanti di quei conduttori sono effettivamente in uso.
Inserire altri conduttori in quei corrugati senza sfilare ciò che c'è dentro è follia pura e io in ogni caso lavoro senza sapere se i conduttori siano in tensione o meno (dipende da quale contatore provengono, dalla volontà della controparte etc)... Inoltre le cassette di derivazione sono microscopiche e piene di morsetti allentati, ogni volta che ci infilo una mano si spegne qualcosa in qualche appartamento o comincio a sentire ronzii da falso contatto.
Pensavo dunque di creare una nuova linea esterna da far correre lungo le pareti e di installare nuove plafoniere, rimane tuttavia la richiesta di mantenere minimo l'impatto estetico.
Che tipo di canalina rigida potrei usare per ridurre al minimo l'impatto visivo?
Inoltre rimane la complicata questione dell'uso limitato ad A...
Insomma, le scale sono ad uso comune ed A vuole un impianto luce ad uso personale, come posso fare?
Per ora ho solo una bozza di progetto, tuttavia, così su due piedi, mi vengono in mente poche soluzioni:
Relè telecomandato, forse la soluzione più pulita... tuttavia ho visto che la controparte ne usa già un paio per comandare carichi in giardino, non vorrei mai ci fossero problemi di interferenze; inoltre A e relativa famiglia dovrebbe girare perennemente con un telecomando in tasca.
Interruttore a chiave, tipo quelli dei cancelli elettrici... però l'impianto dev'essere comandabile sia al piano terra che all'ultimo piano. A questo punto servirebbero due interruttori a chiave da usare come pulsanti e un relè che gestisce il carico.
Ultima analisi un lettore RFID con relative chiavette/tessere che comandi il succitato relè.
Nessuna di queste opzioni è particolarmente pratica ma non mi viene in mente altro, a meno di usare dei classici pulsanti dentro cassettina a chiave ma a tal punto tanto vale usare l'interruttore a chiave direttamente.
Accetto lumi sia su come fare un lavoro pulito sia su come gestire questa cosa dell'impianto ad uso personale.
L'abbandono di questo lavoro purtroppo non è un'opzione, per quanto sarei tentato.
Grazie mille e buon weekend a tutti
Avatar utente
Foto UtenteilMatty
45 3
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 8 apr 2016, 20:54

0
voti

[2] Re: Impianto luce scale "personale"

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 9 giu 2019, 7:44

Ho letto velocemente tutto e penso che prima che problemi tecnici si debbano risolvere problemi legali.
Comunque aggiungo che se
A possiede un appartamento al primo piano e l'attico,

dovrebbe avere almeno due contatori distinti, uno per ciascuna unità immobiliare.
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
7.353 4 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2535
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[3] Re: Impianto luce scale "personale"

Messaggioda Foto Utentealbertagort » 9 giu 2019, 8:23

Goofy ha scritto: si debbano risolvere problemi legali.
.


e sopratutto umani.
per i relè telecomandati si potrebbe mettere il telecomando in una scatola (messa all'interno dell appartamento di A e una nel attico di A) e usare un normale pulsante per chiudere i contatti del telecomando. Periodicamente (probabilmente ogni due anni) sarà da cambiarci le batterie.
Il problema è che anche il relè va alimentato a 12 v e non so se sulle plafoniere se puoi farci arrivare due fili, visto che hai i corrugati intasati. Come soluzione fantasiosa potresti mettere una batteria ricaricabile all'interno della plafoniera, che va a ricaricarsi ogni volta che accendono la luce, sperando che sia accesa il piu possibile :mrgreen: ., visto che il relè comunque consuma qualcosa.
Avatar utente
Foto Utentealbertagort
463 4 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 267
Iscritto il: 30 set 2013, 18:34

0
voti

[4] Re: Impianto luce scale "personale"

Messaggioda Foto UtenteGiuliano58 » 9 giu 2019, 9:01

Mi sono trovato un paio di volte in situazioni simili, ma non così disastrose.
Me ne sono tirato fuori e ho dormito tranquillo.
Avatar utente
Foto UtenteGiuliano58
389 1 4 6
Expert
Expert
 
Messaggi: 578
Iscritto il: 14 ott 2009, 10:06

0
voti

[5] Re: Impianto luce scale "personale"

Messaggioda Foto Utentegabrisav » 9 giu 2019, 10:28

La penso esattamente come Giuliano.
Avatar utente
Foto Utentegabrisav
1.339 2 4 7
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1355
Iscritto il: 13 set 2015, 18:26
Località: Borgosatollo (Bs)

0
voti

[6] Re: Impianto luce scale "personale"

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 9 giu 2019, 11:25

Voto Giuliano, non sono del mestiere ma facendo un parallelo con alcune mie esperienze simili, non riuscirai mai a farti pagare tutto il tempo che dovrai dedicare alla soluzione di quel problema.
E ci rimetti due vole
la prima perché lavori gratis
la seconda perché in quelle ore lasci da parte un altro lavoro retribuito
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
2.863 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1683
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

0
voti

[7] Re: Impianto luce scale "personale"

Messaggioda Foto UtenteilMatty » 9 giu 2019, 11:29

Buondì.
Grazie per le risposte signori.
Purtroppo, per quanto concerne i problemi legali, ho poca voce in capitolo... Tutto ciò che posso fare è cercare di lavorare a regola d'arte e fare un impianto il più sicuro possibile.
Credete, me ne tirerei fuori volentieri ma, purtroppo, lavoro come dipendente; non spetta a me scegliere quali lavori accettare o meno.
Ciò che sto cercando di fare in tutta l'abitazione è creare nuove condutture esterne, il meno visibile possibile, bypassando completamente i corrugati esistenti; sembra essere l'unica soluzione attualmente.
Ho installato un paio di magnetotermici e dei differenziali e sto facendo i calcoli per l'installazione dell'impianto di terra, però anche qui non è facile, portare il PE a tutte le utenze, considerando che non è mai stato previsto, non è cosa da poco.
Idem per fare un minimo di sezionamento, l'80% dei punti luce sono derivati direttamente dalle linee FM vicine e non hanno cavi che arrivano direttamente in una scatola; c'è davvero da mettersi le mani nei capelli.
Per quanto riguarda la luce scale l'idea del telecomando inscatolato non è male, il problema è che il cliente vuole poter accendere la luce anche appena entra nello stabile, prima di accedere agli appartamenti... E l'altro problema è che tale zona è comune, quindi si necessita per forza di un sistema che consenta un utilizzo selettivo solo al cliente stesso...
Per quanto riguarda i vari cavetti assolutamente, io quei corrugati non li tocco più, l'ultima volta che ci ho messo mano è rimasta al buio mezza casa...
Anche perché quei cavi rigidi hanno 40'anni ed hanno sopportato correnti superiori di 3 volte alla loro portata, basta un minimo di stress meccanico con la sonda e si spezza tutto nel bel mezzo dei corrugati affogati nelle murature.
Piuttosto creo linee esterne con le canaline da zero e me ne frego, anche perché un domani, se si vuole mettere mano nuovamente all'impianto, serve un minimo di praticità.
Grazie ancora e saluti a tutti
Avatar utente
Foto UtenteilMatty
45 3
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 8 apr 2016, 20:54

0
voti

[8] Re: Impianto luce scale "personale"

Messaggioda Foto Utenteluxinterior » 9 giu 2019, 11:32

Mi è venuto un dubbio: il tuo titolare sa che alla fine qualcuno deve certificare il lavoro svolto?
Avatar utente
Foto Utenteluxinterior
2.863 2 4 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1683
Iscritto il: 6 gen 2016, 17:48

0
voti

[9] Re: Impianto luce scale "personale"

Messaggioda Foto Utenteivano » 9 giu 2019, 11:40

secondo me' andava fatto un incontro tra i proprietari e discutere la questione.
se non vuoi trovarti nei guai ( ad esempio se in futuro capitasse un iincidente di tipo elettrico) DEVI isolare completamente gli impianti di A (cio' vuol dire rifarli)
ma se il propietario se ne frega , chi produrra tutta la documentazione?
OLTRETUTTO le luci scali DEVONO essere alimentate da un contatore parti comuni.
Avatar utente
Foto Utenteivano
881 1 3 4
Master
Master
 
Messaggi: 1060
Iscritto il: 7 set 2004, 22:27
Località: appiano gentile

0
voti

[10] Re: Impianto luce scale "personale"

Messaggioda Foto Utentealbertagort » 9 giu 2019, 12:59

Per quanto riguarda la selettività dell utilizzo delle luci, è possibile mettere un sistema combinatorio a due pulsanti, che attivi il relè solo con, ad esempio, due pressioni del tasto 1+3 del tasto 2. Assurdo lo so, ma come può pretendere di avere l esclusiva delll utilizzo in uno spazio comune?sennò un sensore di impronte. Cose davvero assurde per la mancanza di buon senso della gente
Avatar utente
Foto Utentealbertagort
463 4 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 267
Iscritto il: 30 set 2013, 18:34

Prossimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 31 ospiti