Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Sondaggio: Quanto valutiamo la sicurezza elettrica?

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto UtenteMASSIMO-G, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto Utentelillo

Quanto saresti disposto a pagare per ridurre il rischio da 1/100'000 anni a 1/110'000 anni

da 0 a 10 € all'anno
5
42%
da 10 a 15 € all'anno
4
33%
da 15 a 30 € all'anno
1
8%
da 30 a 45 € all'anno
0
Nessun voto
da 45 a 60 € all'anno
1
8%
da 60 a 80 € all'anno
0
Nessun voto
da 80 a 100 € all'anno
1
8%
Oltre 100 € all'anno
0
Nessun voto
 
Voti totali : 12

2
voti

[11] Re: Sondaggio: Quanto valutiamo la sicurezza elettrica?

Messaggioda Foto Utentemaubarzi » 18 mar 2019, 11:54

Secondo me il quesito è posto in modo fuorviante.
La variazione è pressochè irrilevante per il singolo, non è il 10% ma il 10% di 1/100000 quindi uno 0,0000...
Nessuno si ferma a ragionare di spendere una cifra per aumentare la probabilità totale di ridurre un riscio dello 0,0001% (... e ho messo meno zeri dell'esempio).
Questo tipo di ragionamento è puramente teorico/formale, quindi non ci si rifà ad un comune sentire ma ad una norma con valori ben precisi.
Poi, una spesa non si può valutare in maniera assoluta e scollegata dal contesto perché perde di significato.
Se io guadagno 1.000.000 spendere 10 è irrilevante e posso dire si si spendi pure.
Se guadagno 100 è già diverso.
Se poi si mettono in file i vari rischi a 360° magari escono rischi in altri ambiti ben più gravi e urgenti es. sistemare la casa che è pericolante. Riduco dello zero virgola il rischio elettrico ma ho il 50% del rischio crollo?
Secondo me un quesito posto in questi termini porta a risultati casuali e irrealistici.
Un ragionamento di questo tipo ha senso con la lista dei rischi e un budget per gestirli, in modo da dare le giuste risorse in base alle varie priorità e sarebbe fortemente influenzato dal momento storico, appunto perché incasellato in un contesto molto più ampio.
E' molto più interessante il dibattito che sta generando più che il risultato in se.
Avatar utente
Foto Utentemaubarzi
135 1 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 175
Iscritto il: 17 dic 2018, 15:15

1
voti

[12] Re: Sondaggio: Quanto valutiamo la sicurezza elettrica?

Messaggioda Foto UtenteWALTERmwp » 18 mar 2019, 12:30

maubarzi ha scritto:(...) Se poi si mettono in file i vari rischi a 360° magari escono rischi in altri ambiti ben più gravi e urgenti (...)
è vero, ma allargando gli scenari aumenta la distrazione, si perde di vista il quesito specifico.
Se è difficile dare una risposta, ammesso che lo sia, probabilmente ci si trova in difficoltà per gli ordini di grandezza, lontani dalle nostre percezioni.
Non nego d'avere qualche problema nel rispondere, bisogna fare i "conti" con la statistica.

Saluti
W - U.H.F.
Avatar utente
Foto UtenteWALTERmwp
22,3k 4 8 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6467
Iscritto il: 17 lug 2010, 18:42
Località: le 4 del mattino

0
voti

[13] Re: Sondaggio: Quanto valutiamo la sicurezza elettrica?

Messaggioda Foto Utentefpalone » 18 mar 2019, 12:46

Certo, in pochi si fermano a pensare su quale sia il rischio e la sua riduzione, ma quando decidiamo se mettere o meno un SPD nel centralino di casa stiamo, magari inconsapevolmente, facendo un discorso di questo tipo.
Una delle riformulazioni del quesito potrebbe essere:
"installare uno scaricatore di sovarstensione sul tuo quadro dell'appartamento ti consente di ridurre il rischio di morte per fulminazione da 1/100'000 ad 1/110'000 anni. Quanto saresti disposto a pagare per quello scaricatore?"
Il discorso è quindi tutt'altro che teorico/formale, soprattutto se traslato su scale più ampie. Chi deve decidere come allocare delle risorse, è soprattutto come gli altri devono allocare le loro risorse (tipicamente strutture decisionali politico/amministrative) dovrebbe farlo nel modo più efficiente.
Ridurre un rischio piuttosto che un altro significa allocare risorse in modo diverso. Le analisi basate sul VSL servono proprio a questo
Il quesito del sondaggio potrebbe essere reso molto più generico: in effetti molti studi sono fatti con questi molto più vaghi, del tipo " saresti disposto a spendere XXX euro per un dispositivo/ accorgimento di sicurezza che riduca del YYY il tuo rischio annuo di morte"?
Però spesso emerge che per ridurre rischi di natura diversa ma di uguale entità siamo portati a spendere cifre diverse: accettiamo più facilmente rischi mediamente più alti, ma ai quali siamo assuefatti (tipicamente trasporto su strada), rispetto a rischi meno facilmente comprensibili (nel caso specifico folgorazione).
Avatar utente
Foto Utentefpalone
12,2k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2356
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[14] Re: Sondaggio: Quanto valutiamo la sicurezza elettrica?

Messaggioda Foto Utentefpalone » 18 mar 2019, 12:51

maubarzi ha scritto:E' molto più interessante il dibattito che sta generando più che il risultato in se.

Sicuramente il dibattito è la parte più interessante.
Tu come riformuleresti il quesito?
Avatar utente
Foto Utentefpalone
12,2k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2356
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[15] Re: Sondaggio: Quanto valutiamo la sicurezza elettrica?

Messaggioda Foto Utentemaubarzi » 18 mar 2019, 14:26

fpalone ha scritto:"installare uno scaricatore di sovarstensione sul tuo quadro dell'appartamento ti consente di ridurre il rischio di morte per fulminazione da 1/100'000 ad 1/110'000 anni. Quanto saresti disposto a pagare per quello scaricatore?"

Qui dipende da come si interpreta la frase, e dalla mia esperienza ognuno capisce quello che vuole a prescindere da quello che c'è scritto.
Faccio un esempio.
Evidenzio la parte su cui, nei due casi, si può fermare l'attenzione:
"installare uno scaricatore di sovarstensione sul tuo quadro dell'appartamento ti consente di ridurre il rischio di morte per fulminazione da 1/100'000 ad 1/110'000 anni. Quanto saresti disposto a pagare per quello scaricatore?"
Scatena una reazione di pancia e fa focalizzare sulla gravità del rischio e non sulla probabilità.
"installare uno scaricatore di sovarstensione sul tuo quadro dell'appartamento ti consente di ridurre il rischio di morte per fulminazione da 1/100'000 ad 1/110'000 anni. Quanto saresti disposto a pagare per quello scaricatore?"
Scatena una analisi razionale sui numeri che a leggere bene non danno una variazione sostanziale.
Non è che si dice che il rischio passa da reale a marginale tipo da 1 su 100 a 1 su un milione ma da uno su un milione a uno su 2 milioni. Questo può essere considerato ininfluente.

Ora, l'analisi dei rischi è soggetta a questo tipo di problemi per cui non credo ci sia una soluzione assoluta per risolvere la questione.
E' forse il motivo per cui lo si fa principalmente perché "obbligati" e non perché lo si ritiene naturale, giusto e fondamentale.
Purtroppo, la percezione del rischio, è troppo soggettiva e dipende più dalle esperienze passate che da un'analisi razionale vera e propria.
Fare una domanda che riesca a rilevare la reale percezione non penso sia facile, potrebbe essere addirittura impossibile, specie se la si isola dal contesto globale.

Quindi, purtroppo, non sono in grado di aiutare a riformulare il quesito in modo da renderlo più efficace e soprattutto generico, cioè applicabile in ogni situazione.
Penso che una analisi di questo tipo non sia da fare con una domanda diretta ma estrarre l'informazione da una analisi più generale. In altre parole una sorta di top down invece di bottom up.
Quindi reperita una percezione più generale, es. quanto uno è disposto a spendere per mitigare ogni tipo di rischio, cercare di ripartire tra i suoi elementi il risultato rilevato, quindi trovare una quota verosimile da indicare per la sola sicurezza elettrica.
Avatar utente
Foto Utentemaubarzi
135 1 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 175
Iscritto il: 17 dic 2018, 15:15

0
voti

[16] Re: Sondaggio: Quanto valutiamo la sicurezza elettrica?

Messaggioda Foto UtenteGoofy » 18 mar 2019, 14:37

maubarzi ha scritto:
Penso che una analisi di questo tipo non sia da fare con una domanda diretta ma estrarre l'informazione da una analisi più generale.


Beh però se devi proporre al cliente l'installazione dello SPD il discorso è molto diretto "ti costa tot e hai questo vantaggio" (anche se poi il vantaggio è sulla tutela del valore economico delle apparecchiature più che della vita)
Avatar utente
Foto UtenteGoofy
6.708 3 4 8
Master
Master
 
Messaggi: 2184
Iscritto il: 10 dic 2014, 20:16

0
voti

[17] Re: Sondaggio: Quanto valutiamo la sicurezza elettrica?

Messaggioda Foto Utentemaubarzi » 18 mar 2019, 14:46

Si, è mooooolto più facile in questi casi specifici. E' la domanda "Quanto valuti la sicurezza elettrica?" che è un quesito troppo generico per poter ricevere una risposta attendibile.
Nel tuo esempio si può dire, a posteriori, che in questa circostanza lo hai valutato almeno pari al costo di acquisto dello SPD visto che lo hai installato.
Avatar utente
Foto Utentemaubarzi
135 1 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 175
Iscritto il: 17 dic 2018, 15:15

0
voti

[18] Re: Sondaggio: Quanto valutiamo la sicurezza elettrica?

Messaggioda Foto Utentemagoxax » 18 mar 2019, 15:46

...da 1/100'000 anni...

Perdonate l'ignoranza ma il dato sopra citato si riferisce ad un morto ogni centomila anni, ad un guasto ogni centomila anni, oppure sbaglio ad interpretare. :oops:
Avatar utente
Foto Utentemagoxax
2.594 2 3 8
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1158
Iscritto il: 18 mar 2009, 14:56

1
voti

[19] Re: Sondaggio: Quanto valutiamo la sicurezza elettrica?

Messaggioda Foto Utentefpalone » 18 mar 2019, 16:13

Foto Utentemagoxax,
Il dato si riferisce al rischio, per una persona, di incorrere in un incidente fatale (in conseguenza di una fulminazione) ogni 100'000 anni.
Il punto Foto Utentemaubarzi è : quanto saresti disposto a pagare per installare quell'SPD?
Avatar utente
Foto Utentefpalone
12,2k 5 7 10
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 2356
Iscritto il: 26 dic 2007, 17:46
Località: roma

0
voti

[20] Re: Sondaggio: Quanto valutiamo la sicurezza elettrica?

Messaggioda Foto Utentemaubarzi » 18 mar 2019, 17:55

fpalone ha scritto:Foto Utentemagoxax,
Il punto Foto Utentemaubarzi è : quanto saresti disposto a pagare per installare quell'SPD?

Ecco, questa è una domanda perfetta cui non farei alcuna obiezione.
Avatar utente
Foto Utentemaubarzi
135 1 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 175
Iscritto il: 17 dic 2018, 15:15

PrecedenteProssimo

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 32 ospiti