Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Allegati obbligatori mancanti

Progettazione, esercizio, manutenzione, sicurezza, leggi, normative...

Moderatori: Foto Utentelillo, Foto Utentesebago, Foto UtenteMike, Foto UtenteMASSIMO-G

0
voti

[11] Re: Allegati obbligatori mancanti

Messaggioda Foto UtenteMike » 14 dic 2009, 11:13

R1. Altolà non facciamo confusione tra INSTALLATORE e PROGETTISTA/LIBERO PROFESSIONISTA. L'installatore ovvero il responsabile tecnico della ditta installatrice deve avere i requisiti tecnico professionali per il DM 37/08 da parte della CCIAA e questo lo si evince dalla visura camerale (richiedere copia). Il progettista deve essere iscritto all'albo professionale degli ingegneri o dei periti industriali della provincia di residenza. L'installatore o il responsabile tecnico della ditta installatrice può anche essere progettista ma DEVE essere iscritto all'albo professionale di cui sopra. L'installatore ovvero il responsabile tecnico può rilasciare dichiarazioni di rispondenza SOLAMENTE per impianti NON ricadenti in quanto previsto art. 5 comma 2 (in pratica poca cosa, solitamente appartamenti e piccoli negozi) e in ogni caso DEVE possedere i requisiti tecnico professionali da almeno 5 anni. Il libero professionista oltre ad essere iscritto all'albo DEVE esercitare la libera professione (progettazione) nel settore impiantistico specifico da almeno 5 anni, non conta quanti anni è iscritto all'albo.

R2. Se è serio in allegato alla DIRI ci deve essere almeno una relazione sulla verifica svolta e relativi risultati, a seconda della complessità dell'impianto lo schema elettrico unifilare e uno schema planimetrico, in pratica è a discrezione del dichiarante dato che se ne assume la piena e personale responsabilità, di conseguenza ha tutto l'interesse a documentare al meglio il proprio operato. Se non è serio può rilasciarti il semplice pezzo di carta, che comunque una volta timbrato e firmato dal professionista assume lo stesso identico valore.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14296
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[12] Re: Allegati obbligatori mancanti

Messaggioda Foto UtenteLuca33 » 15 dic 2009, 2:42

Caro Mike la tua velocità di risposta è impressionante; ti ringrazio molto perché grazie alla tua estrema chiarezza oggi mi hai evitato un grosso problema.
Oggi mi sono stati mandati quattro sedicenti progettisti che hanno cominciato a dire tutta una serie di cose che secondo loro non andavano bene sull'impianto elettrico; in base alle indicazioni che tu mi avevi fornito ho però avuto dei dubbi sulla loro reale preparazione; al che gli ho chiesto se erano iscritti all'albo e loro hanno dovuto ammettere che non potavano farmi la DIRI.

Ti elenco gli appunti fatti all'impianto:
1) per loro oggi nei commerciale la legge impone un potere di intervento di 10000KH, che in base a quello che mi spiegavi non dovrebbe essere vero; infatti dipende da variabili che vanno misurate non è un discorso a priori.
2) Nel quadro hanno trovato diverse marche di MT (ABB, Ticino, e un'altra) per loro questo non andava bene
3) Sempre a loro giudizio siccome le condutture elettriche passano libere sopra al controsoffitto , queste dovrebbero essere tutte FG7, mentre le mie per lo più sono Fror e qualche FG7 (prese da 16 A).

A dire il vero questo problema me lo ero posto anche io tempo addietro; infatti io ho il classico controsoffitto di fibra minerale in pannelli 60x60 con il telaio (le stecche e i tiranti al soffitto) metallico; mi ero posto il problema se le stecche dovevano essere messe a terra; infatti magari durante un intervento di manutenzione (da parte di un elettricista, un tecnico dei climatizzatori o altro) in teoria un cavo (fror o FG7) potrebbe spelarsi a seguito di un qualche spostamento dello stesso e venire in contatto con la parte metallica del controsoffitto che è tutta in continuita su tutto il locale.
Altra cosa che mi preoccupava era il fatto che i cavi fror passano sopra le plafoniere, ma non può credo che essere cosi visto che bisogna alimentarle; naturalmente parlo di plafoniere con i quattro tubi fluorescenti da 18W.

Ti ringrazio moltissimo te lo ripeto per oggi.

Buonanotte.

Luca33
Avatar utente
Foto UtenteLuca33
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 8 dic 2009, 14:58

0
voti

[13] Re: Allegati obbligatori mancanti

Messaggioda Foto UtenteMike » 15 dic 2009, 13:51

Luca33 ha scritto:Caro Mike la tua velocità di risposta è impressionante; ti ringrazio molto perché grazie alla tua estrema chiarezza oggi mi hai evitato un grosso problema.


Sono contento di esserti stato utile. :wink: Colgo l'occasione per ribadire un concetto. Ritengo che, più le persone, addetti e non addetti ai lavori, sono informate e rese consapevoli, meglio è per tutti, dal progettista, all'installatore, al committente, ecc., perché così facendo i furbacchioni e gli incompetenti faranno molta più fatica ad attecchire e si potrà essere in grado di valutare le persone e le aziende non solo dal totale finale del preventivo ma sopratutto dal plus di competenza e affidabilità che solo persone e aziende serie sanno dare. Io sono per la trasparenza, ripudio nel modo più assoluto le cose nebbiose, gli intrallazzi, gli scambi di favore, il detto e non detto, gli scarica barile, ecc.. Questo è lo spirito che mi anima nel dedicare del tempo in questo e altri forum e pubblicazioni, sempre nei limiti delle mie conoscenze e esperienze.

Oggi mi sono stati mandati quattro sedicenti progettisti che hanno cominciato a dire tutta una serie di cose che secondo loro non andavano bene sull'impianto elettrico; in base alle indicazioni che tu mi avevi fornito ho però avuto dei dubbi sulla loro reale preparazione; al che gli ho chiesto se erano iscritti all'albo e loro hanno dovuto ammettere che non potavano farmi la DIRI.


Quindi erano 4 installatori :lol:

Ti elenco gli appunti fatti all'impianto:
1) per loro oggi nei commerciale la legge impone un potere di intervento di 10000KH, che in base a quello che mi spiegavi non dovrebbe essere vero; infatti dipende da variabili che vanno misurate non è un discorso a priori.


Per dire una parola di moda: minchiate... La legge non impone nulla se non il rispetto della "regola dell'arte", rispettando le norme CEI si ha la presunzione di conformità alla regola dell'arte. La Icc presunta sul punto di installazione va calcolata partendo dal dato che deve essere fornito dal fornitore di energia elettrica.

2) Nel quadro hanno trovato diverse marche di MT (ABB, Ticino, e un'altra) per loro questo non andava bene


Minchiate. Il problema si pone solo se ho necessità di fare affiliazione per la protezione dal cortocircuito.

3) Sempre a loro giudizio siccome le condutture elettriche passano libere sopra al controsoffitto , queste dovrebbero essere tutte FG7, mentre le mie per lo più sono Fror e qualche FG7 (prese da 16 A).


Minchiate. L'importante è che siano condutture a doppio isolamento.

A dire il vero questo problema me lo ero posto anche io tempo addietro; infatti io ho il classico controsoffitto di fibra minerale in pannelli 60x60 con il telaio (le stecche e i tiranti al soffitto) metallico; mi ero posto il problema se le stecche dovevano essere messe a terra; infatti magari durante un intervento di manutenzione (da parte di un elettricista, un tecnico dei climatizzatori o altro) in teoria un cavo (fror o FG7) potrebbe spelarsi a seguito di un qualche spostamento dello stesso e venire in contatto con la parte metallica del controsoffitto che è tutta in continuita su tutto il locale.
Altra cosa che mi preoccupava era il fatto che i cavi fror passano sopra le plafoniere, ma non può credo che essere cosi visto che bisogna alimentarle; naturalmente parlo di plafoniere con i quattro tubi fluorescenti da 18W.


Il concetto è questo: se usi condutture a doppio isolamento (cavi FG70R, oppure cavi FROR 450/750V, oppure corda N07V-K entro tubazione in pvc) non importa che tipo di controsoffitto, parete o struttura hai. Inoltre devi avere quel tipo di conduttura perché non puoi usare cavi a singolo isolamento (N07V-K o H07V-K per capirsi) senza una protezione addizionale come una tubazione o una canalina. Ovviamente da verificare anche le scatole di derivazione (che fanno parte della conduttura) anch'esse devono essere a doppio isolamento e ovviamente di grado di protezione idoneo (minimo IP2X se ambiente ordinario). Attenzione agli entra/esci tra apparecchio illuminante e apparecchio illuminante, è fattibile solamente se l'apparecchio è predisposto per questo.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14296
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[14] Re: Allegati obbligatori mancanti

Messaggioda Foto UtenteLuca33 » 15 dic 2009, 20:35

Grazie mille Mike.
Sono corso sul controsoffitto per vedere quello che mi dicevi e ti chiedo due chiarimenti a proposito di:
1)
Ovviamente da verificare anche le scatole di derivazione (che fanno parte della conduttura) anch'esse devono essere a doppio isolamento e ovviamente di grado di protezione idoneo (minimo IP2X se ambiente ordinario).
Di scatole ce ne sono alcune che sono attaccate alle pareti sopra al controffitto, e la maggior parte (stagne) sono poggiate direttamente sopra al controsoffitto (riguardano quasi del tutto o i rimandi delle plafoniere o le luce di emergenza); però a volte nella scatola poggiata manca la "tettarella" di gomma morbida da cui dovrebbe uscire la conduttura, e cosi escono direttamente gli unipolari del fror, cioè senza la guaina esterna; si devono invece tutti inserire a pressione tramite la "tettarella" o che altro; mi daresti qualche indicazione.
2)
Attenzione agli entra/esci tra apparecchio illuminante e apparecchio illuminante, è fattibile solamente se l'apparecchio è predisposto per questo.
Per i corpi illuminanti ho visto (sono 50 quindi ne ho visto solo una quota statisticamente distribuita negli ambienti) che fanno solo un rimando; cioè dalla scatola stagna (quelle poggiate direttamente al controsoffitto) partono per esempio 5 condutture che alimentano 10 corpi, quindi un rimbalzo per plafoniera; cosa deve controllare nella plafoniera.
Mi rendo conto che ti chiedo una infinità di cose, e mi scuso di questo.

Buon lavoro

Luca33
Avatar utente
Foto UtenteLuca33
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 8 dic 2009, 14:58

0
voti

[15] Re: Allegati obbligatori mancanti

Messaggioda Foto UtenteMike » 15 dic 2009, 23:13

Luca33 ha scritto: Di scatole ce ne sono alcune che sono attaccate alle pareti sopra al controffitto, e la maggior parte (stagne) sono poggiate direttamente sopra al controsoffitto (riguardano quasi del tutto o i rimandi delle plafoniere o le luce di emergenza); però a volte nella scatola poggiata manca la "tettarella" di gomma morbida da cui dovrebbe uscire la conduttura, e cosi escono direttamente gli unipolari del fror, cioè senza la guaina esterna; si devono invece tutti inserire a pressione tramite la "tettarella" o che altro; mi daresti qualche indicazione.


E' sufficiente il ripristino della "tettarella" in aderenza al cavo. Ovviamente vanno verificate anche le connessioni all'interno della scatola di derivazione che siano fatte in maniera corretta: morsetti ben serrati e non nastro adesivo.

Per i corpi illuminanti ho visto (sono 50 quindi ne ho visto solo una quota statisticamente distribuita negli ambienti) che fanno solo un rimando; cioè dalla scatola stagna (quelle poggiate direttamente al controsoffitto) partono per esempio 5 condutture che alimentano 10 corpi, quindi un rimbalzo per plafoniera; cosa deve controllare nella plafoniera.


I morsetti degli apparecchi illuminanti devono essere idonei al contenimento dei conduttori in arrivo e in partenza.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,1k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14296
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

0
voti

[16] Re: Allegati obbligatori mancanti

Messaggioda Foto UtenteLuca33 » 16 dic 2009, 2:13

Perfetto Mike questo è rassicurante.
Ti farò sapere l'evoluzione della cosa, infatti a breve dovrebbe venire un altro tecnico che speriamo stavolta sia in grado di redigere la DIRI.
Ti ringrazio per l'ennesima volta, ma ho un debito e l'unico modo che ho per il momento è di dirti che mi sei stato prezioso.

A presto buonanotte.

Luca33
Avatar utente
Foto UtenteLuca33
0 2
 
Messaggi: 9
Iscritto il: 8 dic 2009, 14:58

Precedente

Torna a Impianti, sicurezza e quadristica

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 58 ospiti