Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Disturbi monofase su microcontrollore: prevenire

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteEdmondDantes

1
voti

[21] Re: Disturbi monofase su microcontrollore: prevenire

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 30 giu 2022, 8:21

MarcoD ha scritto:I contatti, quando chiusi, rimanevano isolati.

Gli ho applicato 12 V con in serie un resistore da 1 kohm e hanno ripreso a condurre, probabilmente la tensione e relativa corrente aveva bruciato lo strato di ossido che si era creato.
Per segnali, i contatti devono essere dorati, ho avuto molti problemi del caso con i microinterruttori, usando i classici 6A, non chiudevano i contatti anche da nuovi, (per i segnali), anche provandone decine della stessa scatola, resistenze anche di decine, centinaia di ohm, ecco perché fanno i microinterruttori per segnali che hanno i contatti dorati, questi vanno alla grande.

Per segnale, si devono usare i relè reed, questi si che vanno bene, usati per lo stereo 30 anni fa ed ancora non hanno un difetto.

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
3.297 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 3828
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[22] Re: Disturbi monofase su microcontrollore: prevenire

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 30 giu 2022, 20:34

Qualche notizia non troppo approfondita su relè e contatti.
https://switchtothefuture.com/materiali ... -del-rele/
Sembrerebbe confermato che la soluzione migliore per piccoli segnali sia il doppio contatto cosa che in campo tlc in effetti si riscontra storicamente in molte applicazioni.
Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
7.891 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2669
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

0
voti

[23] Re: Disturbi monofase su microcontrollore: prevenire

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 30 giu 2022, 22:15

I rele' reed migliori per segnali dovrebbero essere quelli con contatto bagnato in mercurio, purtroppo non ce ne sono tanti modelli, e tutti piu costosi della media.

Per i mini e micro rele' "normali" ormai sono gia molti anni che quasi tutti uano il doppio contatto dorato, per quelli di potenza purtroppo no, gli SSR sono ottimi se c'e' almeno una tensione minima, ma non tutti sono adatti se le tensioni sono molto basse, specie se con correnti alte, inoltre la maggior parte sono ancora abbastanza costosi.

Per specifiche applicazioni e' quasi piu conveniente realizzarseli sullo stampato del progetto (o come modulini SIL), se deve pilotare solo DC, un solo mosfet e' sufficente, ed ormai ce ne sono con RdsON davvero basse, ad esempio PSMNR58-30YLH, se deve servire anche per AC, basta metterne due in antiserie, e pilotare il tutto con un'opto fotovoltaico, FDA217, VO1263, o uno dei tanti altri ormai disponibili.
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
3.472 3 4 9
Master
Master
 
Messaggi: 2313
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[24] Re: Disturbi monofase su microcontrollore: prevenire

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 1 lug 2022, 8:38

Etemenanki ha scritto:se deve servire anche per AC, basta metterne due in antiserie, e pilotare il tutto con un'opto fotovoltaico, FDA217, VO1263, o uno dei tanti altri ormai disponibili.
sto pensando....
se metto due mosfet in serie, mi troverò sempre un diodo in caduta diretta, per segnali credo sia abbastanza nocivo. no?

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
3.297 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 3828
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

1
voti

[25] Re: Disturbi monofase su microcontrollore: prevenire

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 1 lug 2022, 9:41

No, in ANTIserie.

i due source collegati insieme, i due drain ai morsetti, in questo modo i diodi interni non sono mai entrambi diretti ... come ad esempio in questi che avevo realizzato tempo fa in versione SIL

ssdmos.png
ssdmos.png (6.22 KiB) Osservato 788 volte


pero' io intendo per correnti un po alte, non per segnali piccoli.
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
3.472 3 4 9
Master
Master
 
Messaggi: 2313
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[26] Re: Disturbi monofase su microcontrollore: prevenire

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 1 lug 2022, 9:50

Etemenanki ha scritto:No, in ANTIserie.

i due source collegati insieme, i due drain ai morsetti, in questo modo i diodi interni non sono mai entrambi diretti ... come ad esempio in questi che avevo realizzato tempo fa in versione SIL

pero' io intendo per correnti un po alte, non per segnali piccoli.
Fino a qua c'ero arrivato, scusami, mi riferivo al mosfet che è saturo, va a chiudere il circuto attraverso il diodo (diretto), dell'altro mosfet invertito, ok per potenza ma non per segnali.

giusto?

Unica cosa, che non conoscevo, quel driver! genera tensione per pilotare i mosfet? mi scrivi bene la sigla che non la interpreto correttamente? interessante. :ok:

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
3.297 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 3828
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[27] Re: Disturbi monofase su microcontrollore: prevenire

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 1 lug 2022, 9:59

VO1263AAC, si, e' un'opto che in uscita al posto del transistor o mosfet ha un'array di fotodiodi arrangiato come se fosse un pannello solare, ovviamente la corrente massima e' bassa, ma sufficente a caricare il gate di un mosfet (se non deve commutare velocemente)

Si, io intendevo per carichi di una certa portata, non per i segnali deboli, questo qui ad esempio era per pilotarci faretti a 220 ... comunque in quella configurazione i mosfet sono o entrambi in conduzione o entrambi in interdizione, contemporaneamente.
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
3.472 3 4 9
Master
Master
 
Messaggi: 2313
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[28] Re: Disturbi monofase su microcontrollore: prevenire

Messaggioda Foto Utentelelerelele » 1 lug 2022, 10:03

ti ringrazio per il link, me lo studierò bene, sono curioso di vedere come va, peccato che se lavora solo in bassa frequenza è di scarso utilizzo.Foto UtenteEtemenanki

se lo facessero con quei generatori semplici, generatori continui, e poi con mosfet interni per pilotare le uscite, si varebbe il pilotaggio dei mosfet high-side senza problema.

saluti.
Avatar utente
Foto Utentelelerelele
3.297 3 7 9
Master
Master
 
Messaggi: 3828
Iscritto il: 8 giu 2011, 8:57
Località: Reggio Emilia

0
voti

[29] Re: Disturbi monofase su microcontrollore: prevenire

Messaggioda Foto UtenteEtemenanki » 1 lug 2022, 10:33

Be', certo non li si puo ancora usare per farci del PWM a frequenze elevate, ma non sopo poi lentissimi ... li ad esempio ho messo in parallelo le due uscite per poter avere il doppio della corrente e caricare i gate piu velocemente, ed ho aggiunto il fet come suggerivano loro per velocizzare lo spegnimento, certo non c'e' da scialarci con solo una trentina di microampere di uscita a 15mA di ingresso sui led (se si potesse dargli di piu la corrente aumenterebbe, ma molte logiche non lo permettono), comunque se si cambia tipo di mosfet usando modelli con capacita' di gate inferiori, si puo velocizzare la commutazione .

Io li dovevo fargli commutare la 220 e non interessava molto la velocita', quindi ho usato dei SiHB25N50E che reggono 550V, ma presentano quasi 2n di capacita', che raddoppia parallelando i gate, e non sono logic-level, quindi servono almeno 10V di gate per essere sicuri che vadano in saturazione, ma se ad esempio si usasse un logic-level, dove bastano 3 o 4 V di gate, gia si potrebbe usarlo a frequenze maggiori.

Credo comunque che gia molti SSR a mosfet usino quel sistema internamente, ma i produttori molte volte non lo specificano nei datasheet.
"Sopravvivere" e' attualmente l'unico lusso che la maggior parte dei Cittadini italiani,
sia pure a costo di enormi sacrifici, riesce ancora a permettersi.
Avatar utente
Foto UtenteEtemenanki
3.472 3 4 9
Master
Master
 
Messaggi: 2313
Iscritto il: 2 apr 2021, 23:42
Località: Dalle parti di un grande lago ... :)

0
voti

[30] Re: Disturbi monofase su microcontrollore: prevenire

Messaggioda Foto Utentestefanopc » 1 lug 2022, 13:25

Io sto utilizzando il VOM1271 per pilotare i MOSFET.
Per pilotare i gli igbt ne ho dovuto utilizzare 2 in quanto la tensione di gate è maggiore..
Il modello che ho citato ha già integrato il sistema di spegnimento.

Ciao
600 Elettra
Avatar utente
Foto Utentestefanopc
7.891 4 8 13
Master EY
Master EY
 
Messaggi: 2669
Iscritto il: 4 ago 2020, 9:11

PrecedenteProssimo

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 20 ospiti