Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

riparare notebook dopo inversione di alimentazione!!!

Circuiti, campi elettromagnetici e teoria delle linee di trasmissione e distribuzione dell’energia elettrica

Moderatori: Foto UtenteIsidoroKZ, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteEdmondDantes

0
voti

[21] Re: riparare notebook dopo inversione di alimentazione!!!

Messaggioda Foto Utentestefax » 19 nov 2021, 11:06

credo sia la cosa giusta da fare, non posseggo un saldatore ad aria, dici che ci si riesce con il semplice a puntale? grazie di tutto
Avatar utente
Foto Utentestefax
0 2
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 5 apr 2017, 12:04

0
voti

[22] Re: riparare notebook dopo inversione di alimentazione!!!

Messaggioda Foto Utentealev » 19 nov 2021, 11:25

Dipende dal saldatore, puoi mettere una foto oppure il link?
Avatar utente
Foto Utentealev
4.686 2 9 12
free expert
 
Messaggi: 5202
Iscritto il: 19 lug 2010, 14:38
Località: Altrove

0
voti

[23] Re: riparare notebook dopo inversione di alimentazione!!!

Messaggioda Foto UtenteSediciAmpere » 19 nov 2021, 14:23

stefax ha scritto:credo sia la cosa giusta da fare, non posseggo un saldatore ad aria, dici che ci si riesce con il semplice a puntale? grazie di tutto

senza romperlo è molto difficile
Avatar utente
Foto UtenteSediciAmpere
2.598 4 5 8
Master
Master
 
Messaggi: 2931
Iscritto il: 31 ott 2013, 15:00

3
voti

[24] Re: riparare notebook dopo inversione di alimentazione!!!

Messaggioda Foto Utentebrabus » 19 nov 2021, 17:17

Riparare un circuito di quel tipo richiede tipicamente la seguente attrezzatura:

- Alimentatore con controllo in corrente
- Idealmente una termocamera, ma va bene anche ghiaccio spray
- Schemi (si trovano in rete)
- Master/Gerber del circuito stampato (si trova in rete)
- Saldatore e stazione ad aria calda, roba di qualità. Eventualmente un hot plate.
- Strumenti di misura: multimetro, oscilloscopio

Si inizia identificando il problema: abbiamo un cortocircuito? Dove? Posso iniettare una corrente e cercare il componente che eventualmente si surriscalda.
Una volta identificata e rimossa la causa del corto, si può effettuare una prima riparazione e poi procedere con il controllo delle tensioni seguendo lo schema elettrico.

Senza gli strumenti e la competenza, si può avere la fortuna di effettuare qualche semplice riparazione, anche se nel 99,97% dei casi si finisce per sprecare il sapore e infastidire il mulo (è un antico detto). È come cercare di riparare il motore di un'automobile usando un paio di pinzette per le sopracciglia.

Se ti interessa possiamo procedere insieme, l'investimento non è elevato e si tratta di beni durevoli che userai per una vita.
Alberto.
Avatar utente
Foto Utentebrabus
21,5k 4 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 3030
Iscritto il: 26 gen 2009, 15:16

Precedente

Torna a Elettrotecnica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 18 ospiti