Pagina 2 di 2

Re: Scaldare 30 ml acqua con batteria smartphone

MessaggioInviato: 13 lug 2021, 22:20
da claudiocedrone
MarcoD ha scritto:

Fate una prova: mettete la punta di un saldatore da 30 W per stagno in un bicchierino di acqua,
rilevate quanto tempo passa prima che bolla...

Ho fatto la prova descritta con la punta del mio saldatore (20 W-40 W) ma a tuttora la temperatura dell'acqua non è variata nemmeno un po' :? :roll:
Eppure la punta è nuova di zecca... ma devo toglierla dalla bustina di cellophane?

Re: Scaldare 30 ml acqua con batteria smartphone

MessaggioInviato: 22 lug 2021, 10:51
da sebago
Non ho idea di quanto e come debba essere la batteria ma mi sconcerta questo:
savo98 ha scritto:La temperatura deve raggiungere almeno 85 gradi, deve essere bevuta

BEVUTA? ?% Ma non fa discretamente schifo?
O è un metodo per sterilizzarla prima di berla (spero a temperature più umane)? E in tal caso, sarà davvero efficace?

Re: Scaldare 30 ml acqua con batteria smartphone

MessaggioInviato: 22 lug 2021, 12:32
da PietroBaima
Magari vuole scaldarla per farsi un caffè…

Re: Scaldare 30 ml acqua con batteria smartphone

MessaggioInviato: 22 lug 2021, 12:33
da stefanopc
claudiocedrone ha scritto:Eppure la punta è nuova di zecca... ma devo toglierla dalla bustina di cellophane?

HAHAH HAHAHAHA =D>
Forse in una batteria da smartphone non c'è tutta la energia occorrente.
Ci vorrebbe almeno un power bank così poi la tensione è di 5V stabilizzata.
A 12 V esistono già in commercio dei riscaldatore e bollitori per alimenti.

Ciao

Re: Scaldare 30 ml acqua con batteria smartphone

MessaggioInviato: 22 lug 2021, 13:45
da PietroBaima
Non capisco a cosa serva una tensione di 5V stabilizzata per alimentare una resistenza.

Re: Scaldare 30 ml acqua con batteria smartphone

MessaggioInviato: 22 lug 2021, 13:59
da claudiocedrone
A mio parere l'impostazione iniziale non va bene a meno di usare attrezzature da laboratorio, un metodo più umano sarebbe un recipiente comunque un minimo coibentato e termostato come nei boiler per esempio.

Re: Scaldare 30 ml acqua con batteria smartphone

MessaggioInviato: 22 lug 2021, 14:50
da richiurci
Questo 3d mi ha risvegliato :mrgreen:

Rifaccio i conti usando un file che mi ero scritto quando avevo acquistato e montato lo scaldino sottolavello. Tutto in Wh (odio i Joule :mrgreen: )
Aggiungo alcune considerazioni...

30ml (0,03 litri) mi sembra poco, da google leggo che una tazzina è da 50...vabbe'...

Per alzare 30 ml da 10°C (T standard acquedotto) a 85°C, trascurando le dispersioni, servono circa 2,62 Wh.

In 5' servono 31,4 W

La batteria degli smartphone è di solito da 3,7V nominali, quindi per rispondere al quesito iniziale serve una batteria da 2,62/3,7= 710 mAh (fattibile, il mio economico LG K41S ne ha 4000)

meglio comunque usare un alimentatore, a 12V basterebbero 2,6A

Riguardo la punta di saldatore provo a formulare una ipotesi che potrà essere confermata da Pietro: la punta raggiunge temperature elevate e fa bollire da subito l'acqua adiacente, probabilmente una parte consistente dell'energia erogata se ne va in ... fumo attraverso le bolle di vapore che salgono in superficie e poi si disperdono?

Re: Scaldare 30 ml acqua con batteria smartphone

MessaggioInviato: 22 lug 2021, 15:11
da stefanopc
La batteria di uno smartphone può erogare 31.5W?
Secondo me no.
Quindi o si aumenta il tempo o si cambia sorgente di energia.
Forse 4 batterie 18650 Li Ion sono più adatte a fornire 31.5W per 5'.
E se le metti in serie fanno circa 14V.
In questo modo la corrente è molto inferiore ed è tutto più gestibile.
A 14V si possono collegare i dispositivi come piccoli bollitori e simili già funzionanti a 12v.
Ciao

Re: Scaldare 30 ml acqua con batteria smartphone

MessaggioInviato: 22 lug 2021, 15:38
da richiurci
Sono circa 8,5A, cioè approssimativamente una scarica a 2,2C con batteria da 4 Ah, ma credo ne esistano più capienti.

certo è una scarica rapida, e non sono fatte per quello, ma il problema grosso è collegarsi ai contatti (minuscoli) e gestire correnti elevate.

comunque non ha detto dove deve usarlo, se non è durante un trekking (esempio) ma può usare una presa di EE...l'uso di batterie dove se ne può fare a meno non ha molto senso in generale