Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Riforma tariffe domestiche in arrivo

Fonti energetiche e produzione e fornitura dell'energia elettrica.

Moderatori: Foto UtenteMike, Foto Utentesebago, Foto Utentemario_maggi

0
voti

[21] Re: Riforma tariffe domestiche in arrivo

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 1 set 2015, 18:55

veramente...non sono un economista, ma una delle regole del mercato è anche che se la domanda aumenta e l'offerta è limitata il prezzo sale.

E negli ultimi anni la richiesta domestica credo proprio sia aumentata, mentre l'offerta resta limitata dalla capacità della rete (vedi recenti black-out). Per non parlare delle risorse energetiche.

Chi richiede più potenza (contratti maggiori di 3 kW) e più energia (kWh/giorno) costringe l'Enel a potenziare centrali e linee, per assorbimenti di solito abbastanza discontinui.
Invece l'assorbimento "medio" delle famiglie meno energivore è molto più stabile e prevedibile

Non è poi così sbagliato far pagare di più.

Ovviamente quanto ho scritto è una mia opinione/deduzione e tu la vedrai diversamente... :D
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8160
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[22] Re: Riforma tariffe domestiche in arrivo

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 1 set 2015, 18:59

comunque, come ha scritto Flori che è tendenzialmente un po' troppo complottista :mrgreen:

... visto dove viviamo qualche dubbio più che lecito io lo ho, riguardo al fatto che oltre a smenarci alcuni utenti ci sarà un aumento complessivo dei ricavi.

Un po' come quando hanno finto di togliere l'ICI/IMU o come si chiama....

Altro dubbio più che lecito, l'illusione che si debba combattere la crisi aumentando i consumi, a prescindere dalla "qualità" degli stessi.
E che in particolare riguardo l'energia elettrica ci sono scelte discutibili e contratti in atto (nucleare francese) che rendono "consigliabile" spingere per un aumento dei consumi, visto che le centrali (nucleari e non solo) non si possono spegnere...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8160
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

2
voti

[23] Re: Riforma tariffe domestiche in arrivo

Messaggioda Foto UtenteSerTom » 1 set 2015, 19:03

Mah ! chissà perché io (privato con 3 kW) pago oltre 0,20€/kWh (+IVA) e l'azienda dove lavoro (centinaia di kW principalmente per condizionamento ed illuminazione) lo paga meno di 0,09 ?
Domanda/offerta o prepotenza con chi non ha scelta (tanto tutti i fornitori sono uguali) ?

Bye O_/ Ser.Tom
Avatar utente
Foto UtenteSerTom
4.204 1 4 9
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 1955
Iscritto il: 18 mag 2012, 9:57

1
voti

[24] Re: Riforma tariffe domestiche in arrivo

Messaggioda Foto UtenteMike » 2 set 2015, 8:43

richiurci ha scritto:veramente...non sono un economista, ma una delle regole del mercato è anche che se la domanda aumenta e l'offerta è limitata il prezzo sale.


Certo, ma l'offerta non è limitata, anzi.

richiurci ha scritto:E negli ultimi anni la richiesta domestica credo proprio sia aumentata, mentre l'offerta resta limitata dalla capacità della rete (vedi recenti black-out). Per non parlare delle risorse energetiche.


Sei sicuro? Non mi risulta. La capacità della rete riguarda l'infrastruttura che deve essere rimodernata e le utenze attive. Le risorse energetiche ci sono, basta vedere il costo del petrolio.

richiurci ha scritto:Chi richiede più potenza (contratti maggiori di 3 kW) e più energia (kWh/giorno) costringe l'Enel a potenziare centrali e linee, per assorbimenti di solito abbastanza discontinui.


La richiesta di potenza aggiuntiva la paghi.
--
Michele Guetta
--
Non credete minimamente a ciò che dico. Non prendete nessun dogma o libro come infallibile. (Buddha)
--
Quello che non comprendi con l'insegnamento, lo imparerai, a tue spese, con l'esperienza. (MMGM)
Avatar utente
Foto UtenteMike
52,0k 7 10 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 14293
Iscritto il: 1 ott 2004, 18:25
Località: Conegliano (TV)

2
voti

[25] Re: Riforma tariffe domestiche in arrivo

Messaggioda Foto Utente6367 » 2 set 2015, 8:55

richiurci ha scritto:Chi richiede più potenza (contratti maggiori di 3 kW) e più energia (kWh/giorno) costringe l'Enel a potenziare centrali e linee, per assorbimenti di solito abbastanza discontinui.


Ti rendi conto che 3 kW è un valore infimo quando gli altri paesi industrializzati hanno molto di più?
Tra l'altro ciò ha comportato la prassi di impianti elettrici domestici dimensionati al minimo (tanto, si dice, con quello che costa la potenza in Italia che senso ha avere impianti più potenti?).

Se una vecchina è malata ed ha freddo non può nemmeno procurarsi due strufette per scaldarsi perché in Italia oltre a una è considerato "lusso" (purchè nel frattempo spenga altri eventuali elettrodomestici). Esperienze di vita reale. Poi non stupiamoci di chi accende un braciere o una stufa a gas in camera da letto.
Avatar utente
Foto Utente6367
19,8k 5 9 12
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6304
Iscritto il: 9 set 2005, 0:00

0
voti

[26] Re: Riforma tariffe domestiche in arrivo

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 2 set 2015, 9:16

beh ma la vostra visione è chiara...

io voglio continuare a proporne un'altra.

Le risorse sono limitate. Se poi vogliamo continuare a credere che sia giusto continuare a bruciarne sempre di più, magari estraendole dalle rocce o dal permafrost con costi e impatto ambientale elevatissimi... io non la penso così.

Io "resisto" con l'auto elettrica e soli 3 kW. Ricarico di notte e non ho bisogno del condizionatore.

E non me la menate con le vecchine. Con tutto il rispetto per le vecchine sole, malate e povere, la stragrande maggioranza dei casi sono ben diversi.

I "vecchini" remano contro qualsiasi innovazione (es isolamento termico e efficientamento degli edifici, luci a LED ecc) perché con l'età si tende, giustamente, a pensare all'oggi e non al domani.
A volte i vecchini poveri (e chiariamo, non mi riferisco ovviamente alle vostre esperienze) sono gli stessi che, poveri, avevano investito tutti i loro miseri risparmi in bond argentini....

Ma a parte queste facezie, la realtà italiana è molto più triste a causa dell'ignoranza.

Le caldaiette sono sicuramente meno efficienti, ma io con la mia caldaia termoautonoma sono stato libero di agire, con isolamento e uso razionale, per risparmiare e TANTO.

Negli impianti condominiali... quante volte sentiamo dire "muoio di caldo, devo aprire le finestre" e mai nessuno che chiuda una valvola... tanto sembra che se paga il condominio non paga nessuno.

Se non ci fossero stati gli scaglioni, voi siete così sicuri che ci sarebbe stata la stessa spinta (per quanto comunque insufficiente) a passare a elettrodomestici efficienti, inverter e luci LED?

Se non ci fossero gli scaglioni... quante assurde stufette elettriche in più sarebbero state vendute e quante pompe di calore in meno?

Che poi l'elettricità costi mediamente troppo è vero, ma io alzerei il costo dei carburanti...sono proprio un talebano :mrgreen:

Comunque per dipanare i miei dubbi vi faccio una domanda: l'eliminazione degli scaglioni chi la paga? perché è sempre bello dire che si pagano meno tasse o si paga meno l'elettricità, ma si "dimentica" sempre di dire dove si prendono i soldi ...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8160
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

1
voti

[27] Re: Riforma tariffe domestiche in arrivo

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 2 set 2015, 9:35

mi rispondo da solo.... in effetti a parte il parlare "a sensazione" almeno un minimo bisogna documentarsi, e sto leggendo il documento linkato qui:
http://www.autorita.energia.it/allegati ... 293-15.pdf

a pag.9 riporta:

Altrettanto importante è che, in ogni caso, questa non avvenga prima dell’entrata in funzione di una nuova disciplina del bonus sociale, in grado di neutralizzare il più possibile gli effetti negativi della riforma sulle
fasce sociali più deboli


quindi è chiaro, le fasce deboli non saranno più in carico a chi consuma di più ma di tutta la collettività #-o

Salvo poi togliere il bonus sociale nel caso dovessero mancare i soldi in cassa #-o

Oh intendiamoci, è giusto che ad aiutare i bisognosi sia tutto lo stato sociale e non solo gli utenti elettrici... ma...chissà perché... in questo paese io tendo a preferire le "tasse" sui consumi (come sono in fondo gli scaglioni) perché almeno non sono soggette all'evasione cronica che ci contraddistingue.

Questo in aggiunta alle mie considerazioni farneticanti sulle conseguenze ambientali.

Vabbe', sembra manchi poco all'arrivo di questa novità importante. Probabilmente mi converrà, e spero che realmente serva a spostare i consumi domestici da gas/gasolio alla più pulita elettricità, e non solo a far spendere meno agli "spreconi" e più ai "parsimoniosi"
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8160
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[28] Re: Riforma tariffe domestiche in arrivo

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 2 set 2015, 9:55

continuo...

chiarisco prima che sto leggendo molto superficialmente e mi sfuggono molti aspetti, ma a pag 11:

Una critica ricorrente da parte di alcuni stakeholder nei confronti delle opzioni T1 e T2 (e in particolare per la struttura tariffaria considerata preferibile dall’Autorità, la T2) è che comporterebbe una valorizzazione economica troppo contenuta dell’energia risparmiata, cioè non prelevata a seguito di comportamenti virtuosi, di interventi di efficientamento energetico o di autoproduzione da parte dei prosumer.
In altre parole, a seguito dello spostamento sulla quota potenza di tutti i costi di distribuzione e di una parte consistente (50%) degli oneri generali previsto nell’opzione T2, il segnale economico marginale alla variazione di consumo (in termini di costo evitato, relativamente alle componenti variabili della tariffa di rete e degli oneri generali) risulterebbe inferiore a quello dell’opzione T0 e persino inferiore a quello che oggi caratterizza i primi scaglioni delle tariffe con struttura progressiva.
Secondo questi partecipanti alla consultazione, investimenti in efficienza energetica ed autoconsumo perderebbero dunque parte del proprio valore e l’introduzione della riforma tariffaria rischierebbe di modificare gli equilibri economici di investimenti già compiuti e di rallentare la naturale evoluzione del mercato verso soluzioni tecnologiche caratterizzata da una maggiore sostenibilità ambientale.


Quindi....magari non capisco niente o più probabilmente le prime pagine sono discussioni che hanno portato a definire la modifica tariffaria, ma mi sembra di leggere che anche gli operatori hanno (o avevano) dubbi sull'impatto di questa riforma riguardo l'efficientamento...
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8160
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

3
voti

[29] Re: Riforma tariffe domestiche in arrivo

Messaggioda Foto UtentePoirot » 2 set 2015, 10:00

Concordo con Mike e francamente mi sembra che si tirino fuori questioni di lana caprina.
Pensi che senza scaglioni, chi consuma molto, dovrebbe pagare una sciocchezza in più la bolletta rispetto a chi consuma poco?
La questione è che la tecnologia permette oggi di usare l'elettricità in maniera virtuosa e non vedo il perché debba essere penalizzato chi la vuole usare virtuosamente solo per il fatto che, ad esempio, senza scaglioni c'è chi consumerebbe di più per riscaldarsi con stufe a resistenza invece che a pompa di calore.
Se la gente non ha il tempo di farsi due conti perché troppo impegnata a collezionare "mi piace" su facebook o a comprare l'ultimo modello di smartphone, problemi loro, non certo di chi il tempo lo usa meglio.
Avatar utente
Foto UtentePoirot
3.367 1 3 4
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 898
Iscritto il: 1 ott 2008, 15:08

0
voti

[30] Re: Riforma tariffe domestiche in arrivo

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 2 set 2015, 10:14

ma Poirot l'hai letto il documento che ho riportato nel mio ultimo post?

Io avevo dubbi sul fatto che questa modifica possa realmente aiutare l'"efficientamento"... ma sono dubbi che hanno avuto pure gli operatori. Non è affatto "lana caprina".

Tornando al mero aspetto economico, non sono sicuro ma se i vari grafici da pag 20 in poi sono relativi a quanto si farà... un risultato sembra evidente e abbastanza simile in tutte le opzioni:

Chi consuma meno di 2700kWh/anno circa spenderà di più, chi consuma più di 2700 kWh/anno spenderà di meno.

Questo può piacere o no, a me non piace. E ripeto, fino al 2010 ero proprio intorno a quel numero, ora con l'auto elettrica sono nettamente al di sopra e quindi ci guadagnerò.

praticamente...vengono penalizzati (a meno di bonus fiscali o altri correttivi pagati da tutti noi) tutti gli utenti che hanno consumi inferiori a quello di una famiglia media di 4 persone (che se ricordo bene era proprio intorno a quel valore), vecchine comprese
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,5k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 8160
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

PrecedenteProssimo

Torna a Energia e qualità dell'energia

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti