Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

Circuito di alimentazione motore 12 volt cc

Trasformatori, macchine rotanti ed azionamenti

Moderatori: Foto UtenteSandroCalligaro, Foto Utentemario_maggi, Foto Utentefpalone

2
voti

[21] Re: Circuito di alimentazione motore 12 volt cc

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 21 ott 2022, 11:50

Attenzione però che quegli alimentatori cinesi sono ciofeche. Io ne ho acquistati tre esemplari di marca differente e quello più performante erogava la metà della potenza dichiarata e se si voleva fare in modo che non scaldasse come un forno ci si doveva accontentare di un terzo.

Il trasformatore da 300VA non ha problemi per uno spunto che durerà mezzo secondo.
Se lo trovi di recupero tanto meglio, anche se lo trovi di potenza superiore, purché non ti crei problemi il peso che comunque non sarebbe esagerato.

Il condensatore da 10.000 microfarad va bene e lo acquisterei qui

il ponte di diodi lo acquisterei sempre qui. Visto che l'acquisto consiste in un lotto di due pezzi, li metterei in parallelo su un dissipatore.

Poi dovresti indicare la distanza tra l'uscita dell'alimentatore e il motore perché la dimensione e la lunghezza dei cavi (per quella corrente) non sono irrilevanti.

Io comunque devo insistere e proverei con la batteria da automobile, giusto per escludere che il motore possa avere dei problemi, poi decidi tu.

Non ho capito se ti occorre uno schema o se sarebbe superfluo.

Per quanto riguarda i 192W ho moltiplicato i 12V DC per i 16A .
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
5.775 6 9 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2663
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

1
voti

[22] Re: Circuito di alimentazione motore 12 volt cc

Messaggioda Foto Utentematte500 » 24 ott 2022, 13:41

Buongiorno, grazie mille innanzitutto per le informazioni e i link di acquisto.
Per i 192 W non mi tornavano perché avevo fatto il conto con 20A per l'idea di sovradimensionare il tutto, comunque ok.
Per il collegamento, si se possibile mi piacerebbe avere uno schema.
Due informazioni chiedo a questo punto:
- non mi è chiaro perché sarebbe necessario collegare in parallelo due ponti, non ne basta uno?
- nel fine settimana ho reperito un trasformatore da 300 VA funzionante, l'unica dubbio che mi insorge è che ha al secondario l'uscita a 12V e ho capito, se non erro, che la presenza del ponte a diodi genererebbe una caduta di potenziale di 1,4V dunque si consiglia un secondario a 15V per non perdere potenziale. Ora, sinceramente non saprei dove procurarmi un tr con secondario a 15V salvo magari andare incontro a spese, cosa che vorrei evitare; in tal caso se collegassi il tutto con secondario a 12V del tr che ho reperito, avrei problematiche di funzionamento?

Grazie.
Avatar utente
Foto Utentematte500
20 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 12 giu 2012, 21:31

0
voti

[23] Re: Circuito di alimentazione motore 12 volt cc

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 24 ott 2022, 16:35

Foto Utentematte500, si, è possibile utilizzare un singolo ponte ma dal momento che l'acquisto che ho segnalato è un lotto di due esemplari, io li collegherei entrambi in parallelo; ogni ponte scalderà meno e sarà più "contento". Ho tenuto conto anche della tua necessità di ridurre al minimo le spese.

Il ponte di diodi introduce un minimo di caduta di tensione che però tale caduta verrebbe compensata dal passaggio dall'alternata alla continua che approssimativamente porterebbe l'uscita a vuoto a 15,5V: (12 * 1, 41) -1,4 = 15,42, più o meno. Applicando il carico del tuo motore, il valore di alimentazione si assesterebbe attorno ai 12V DC.

Se quel trasformatore da 300VA ha l'uscita a 12V va bene, mentre con un trasformatore da 15V avresti una tensione in DC troppo elevata. Utilizza quello che hai.

Non hai fatto il test con una batteria da auto?

Per quanto riguarda lo schema se vuoi posso anche pubblicarlo ma ho ritenuto che fosse più intuitivo un disegno. Il problema è che sono un pessimo disegnatore. ?% Ci vorrebbe Mir ma non credo sia il caso di disturbarlo, anche se il mio disegno è brutto credo sia ugualmente comprensibile. Ho disegnato il condensatore elettrolitico di forma assiale per mia comodità ma puoi utilizzare tranquillamente un condensatore elettrolitico di forma radiale, l'importante è che rispetti le polarità.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
5.775 6 9 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2663
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[24] Re: Circuito di alimentazione motore 12 volt cc

Messaggioda Foto Utentelucaking » 24 ott 2022, 18:33

Sicuro che sia un bel lavoro usare due ponti in parallelo.....? :?:
In questo thread si sconsigliava la cosa con tanto di spiegazioni del perché.
C' è pure il link ad un' application note di ST che spiega come farlo nel caso si dovesse/volesse, a me sembra tutto tranne che semplice.

A parte questo, sicuri che sia la strada piu semplice ed economica?
Da una veloce ricerca a me non sembra:
Alimentatori 360W
Trasformatori 300 VA ai quali si deve aggiungere il lavoro e le spese per gli altri componenti.

Boh.....
Avatar utente
Foto Utentelucaking
1.508 3 5 8
Expert
Expert
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 29 mag 2015, 14:28

0
voti

[25] Re: Circuito di alimentazione motore 12 volt cc

Messaggioda Foto Utentelucaking » 24 ott 2022, 18:39

Tra l' altro, quegli alimentatori, per cinesi che siano, solitamente integrano anche alcune protezioni e la possibilità di variare leggermente la tensione d' uscita cosa che permetterebbe di variare abbastanza la velocità della ventola, cosa che per esperienza, posso garantire essere comoda a seconda della dimensione/peso delle olive.
Avatar utente
Foto Utentelucaking
1.508 3 5 8
Expert
Expert
 
Messaggi: 1326
Iscritto il: 29 mag 2015, 14:28

1
voti

[26] Re: Circuito di alimentazione motore 12 volt cc

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 24 ott 2022, 19:06

Quei link sul parallelo dei ponti o dei diodi li ho letti anch'io ma francamente essendo io tendenzialmente eretico ho parallelato, per necessità, un'infinità di volte ottenendo sempre il risultato atteso. Non metto in dubbio la teoria ma in pratica la situazione è più elastica. In ogni caso, per quanto riguarda il presente thread non è indispensabile utilizzare il parallelo, dato che ogni ponte sopporta 50A, ma se dipendesse da me non avrei esitazioni.

Se rileggi il thread ti accorgi che il nostro amico ha già acquistato un alimentatore cinese a commutazione ma allo spunto interviene una limitazione che fa girare a scatti il rotore e non credo che insistendo faccia bene al rotore. Di quegli alimentatori che hai indicato, oltretutto, ne ho acquistati tre esemplari di marca differente ma dichiarano tutti dei valori di corrente che sono fasulli e per ottenere il valore che ti occorre dovresti acquistare un dispositivo che disponga di una corrente di tre volte superiore a quella dichiaratamente erogabile.

Quanto al trasformatore, non comporta nessun costo aggiuntivo dato che è già disponibile e il condensatore costa 2,5 Euro, i ponti di diodi 2,60 Euro alla coppia.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
5.775 6 9 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2663
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[27] Re: Circuito di alimentazione motore 12 volt cc

Messaggioda Foto Utentematte500 » 24 ott 2022, 19:27

Buonasera a tutti,
come sempre apprezzo tantissimo i vostri consigli e grazie mille per il disegno.
Allora, diciamo che il tr da 300 VA l'ho scroccato e dunque la spesa grossa credo sia stata annullata, salvo che non prenda fuoco mentre scrivo questa risposta; ad ogni modo l'ho provato e il tr sembra essere funzionante.
La prova con la batteria non l'ho ancora fatta perché ho difficoltà di tempo e logistica (sarebbe da scrivere un libro in merito ai numeri da circo che devo fare il fine settimana per ritagliarmi un'ora di tempo), ma la farò prima o poi (spero prima perché sarebbe utile a togliere ogni dubbio).
Sugli alimentatori cinesi in effetti, per la mia umilissima e quasi insignificante esperienza, ho notato anche io che i valori dichiarati non tornano spesso o comunque occorre un alimentatore molto sovradimensionato; comunque avendo scroccato, ogni dubbio da questo punto di vista sembrerebbe risolto.
Ora mi accingo a recuperare il ponte o i ponti, il dissipatore e il condensatore e poi i collegamenti a seguire.
Mi farò vivo appena avrò combinato qualcosa oppure se avrò dubbi nell'esecuzione (quest'ultima cosa sarà molto probabile).
Grazie mille a presto!
Avatar utente
Foto Utentematte500
20 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 12 giu 2012, 21:31

1
voti

[28] Re: Circuito di alimentazione motore 12 volt cc

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 24 ott 2022, 19:40

Va bene matte500, se posso aiutarti ci sono.
Ci sarebbe un'altra soluzione per sfruttare il trasformatore e rendere regolabile il circuito ma aumenta la complessità e il costo, anche se in realtà si tratterebbe di acquistare componenti di uso abbastanza comune.

Io te lo propongo, poi tu ci pensi, decidi o ne riparliamo; a te la scelta.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
5.775 6 9 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2663
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

0
voti

[29] Re: Circuito di alimentazione motore 12 volt cc

Messaggioda Foto Utentematte500 » 25 ott 2022, 13:16

Grazie gianninivo, per me diventerebbe difficile gestire questa tua sicuramente ottima proposta, a parte per competenza ma sarei sicuro che con il vostro supporto ne verrei a capo, ma proprio per un fattore di tempo a disposizione.
Pertanto mantengo l'opzione base sino ad oggi discussa.
Grazie mille per la tua proposta comunque molto apprezzata.
Avatar utente
Foto Utentematte500
20 4
New entry
New entry
 
Messaggi: 50
Iscritto il: 12 giu 2012, 21:31

0
voti

[30] Re: Circuito di alimentazione motore 12 volt cc

Messaggioda Foto Utentegianniniivo » 25 ott 2022, 15:32

Di niente, Foto Utentematte500. Infatti mi ero già espresso in modo dubitativo ma ho voluto segnalare quella soluzione perché avrebbe permesso la regolazione della tensione di alimentazione del motore, quindi la velocità. Oltretutto mediante il trimmer R8 sarebbe stato possibile limitare la tensione minima, al di sotto della quale il motore avrebbe iniziato ad andare a scatti, come avviene con il tuo attuale alimentatore a commutazione (sia pur per un diverso motivo).

Dunque se il problema è la disponibilità di tempo, non ci sono mediazioni possibili. La soluzione più rapida è quella indicata al punto [23]. Qualora il parallelo dei raddrizzatori non dovesse convincerti, non c'è problema, utilizza pure un singolo ponte raddrizzatore; l'importante è dissipare adeguatamente l'eventuale calore generato dal componente.

Volendo ci sarebbe un'altra possibilità (rapida e semplice) per regolare la rotazione del motore in più e in meno ma dovresti spendere altri 50 Euro ed avere un dispositivo ulteriore da manovrare.
Si tratterebbe di aggiungere un variac elettromeccanico in serie al primario del tuo trasformatore da 300 VA. Il dispositivo (se t'interessa) lo trovi qui.
Avatar utente
Foto Utentegianniniivo
5.775 6 9 13
Expert EY
Expert EY
 
Messaggi: 2663
Iscritto il: 5 feb 2019, 23:50

PrecedenteProssimo

Torna a Macchine elettriche

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti