Pagina 2 di 4

Re: Collegare converter dc dc ad alimentatore quick charge o

MessaggioInviato: 9 apr 2019, 17:16
da shadsu
MarcoD ha scritto:Oggi mi sento perditempo :-) :-)
Ho deciso senza sapere se funzionerà esattamente come voglio, che 30 watt possono bastare, ad una velocità tra 1000 e 3000 rpm, fissa o variabile.

La scelta di 30 W è buona, la velocità sarà quel che sarà.... :-)
O_/ O_/


La velocità la imposto fornendo la tensione desiderata, stesso discorso per la coppia con la corrente.
Se lo voglio far girare a 3000 rpm, mi regolo di conseguenza con la tensione. Dico qualcosa di sbagliato?

Re: Collegare converter dc dc ad alimentatore quick charge o

MessaggioInviato: 9 apr 2019, 17:18
da shadsu
EcoTan ha scritto:Sugli alimentatori non dico nulla anche perché non so cosa intendiamo per trigger.

questo è un trigger che fa anche da tester.

https://www.amazon.co.uk/Tutoy-Trigger- ... B07BNC1XQW

Re: Collegare converter dc dc ad alimentatore quick charge o

MessaggioInviato: 9 apr 2019, 17:26
da MarcoD
Quindi, un trigger è un qualcosa che stimola (comanda) un carica batterie (alimentatore) intelligente a erogare tensione, come fosse un telefonino.
Non lo sapevo, Frequento il sito per dispensare mediocri consigli e per non finire mai di imparare
:( :-) .
Buone prove... agitando e/o mescolando fluidi viscosi... O_/

Re: Collegare converter dc dc ad alimentatore quick charge o

MessaggioInviato: 9 apr 2019, 17:45
da shadsu
In realtà il trigger in questione non si comporta esattamente come fosse uno smartphone, lo smartphone decide la tensione di cui ha bisogno nel momento in cui ne ha bisogno.
Se vuole 12v per 5 min e 5v per altri 5 min lo smartphone è in grado di dare le istruzioni al caricabatterie .
Il trigger è in grado di dialogare con il caricabatterie, ma solo chiedendogli una tensione che poi resterà fissa una volta impostata. Senza trigger la tensione sul caricabatterie e preimpostata per essere di 5 v.

I consigli sono ben accetti Marco, qualsiasi essi siano.
Non e che magari se in in grado di aiutarmi su un dubbio che ho?

Un converter dc dc per funzionare ha bisogno oltre che di tensione e corrente in un range prestabilito, anche di una particolare frequenza in ingresso?

Se fosse così è corretto pensare che non tutti gli alimentatori ac-dc siano adatti per alimentarlo? Nel mio caso specifico un quick charge per smartphone?

Re: Collegare converter dc dc ad alimentatore quick charge o

MessaggioInviato: 9 apr 2019, 20:06
da MarcoD
Un converter dc dc per funzionare ha bisogno oltre che di tensione e corrente in un range prestabilito, anche di una particolare frequenza in ingresso?

Direi di no. Per dc si intende direct current, corrente continua, sarebbe più corretto chiamarla tensione continua di cui interessa il valore medio, nel caso ci fosse sovrapposta una componente alternata di disturbo.

Di solito i generatori (pile, batterie o alimentatori esterni) sono dei generatori di tensione, la tensione fornita è relativamente costante al variare della corrente erogata (da 0 al valore massimo).

I converter dc-dc di solito sono protetti automaticamente per il corto circuito, ossia quando la corrente erogata ( e quindi assorbita dal carico) supera un valore definito si autospengono senza danneggiarsi.
Tale comportamente alle volte crea problemi quando il carico è inizialmente troppo elevato come una lampadina a incandescenza fredda o un circuito elettronico con un grosso condensatore di filtro scarico in ingresso sulla alimentazione.

Un discorso differwente è per gli alimentatori switching, per esempio tensione di alimentazione ingresso 100 - 230 V 50 - 60 Hz, e uscita 24 Vdc.
Sono stati progettati ottimizzati per una frequenza da 50 Hz in su (forse fino a 400 Hz).
Se gli venisse applicata una tensione a 40 Hz potrebbero funzionare male, ma quando mai capita.


O_/

Re: Collegare converter dc dc ad alimentatore quick charge o

MessaggioInviato: 10 apr 2019, 13:15
da shadsu
Grazie Marco,
Quindi se capisco bene indipendentemente dalla frequenza in uscita potrei alimentare teoricamente un converter con un altro converter, che è a sua volta alimentato.

Giusto per capire faccio uno stupido esempio, anche se inutile.

Esempio : caricabatterie 12v 1A --- converter output 24 v 0,5A -- converter output 12 v-1A
Senza calcolare eventuali perdite di corrente.

L' ultimo converter può elevare la corrente, abbassando la tensione?
Se al converter viene fornita una data potenza in watt, in uscita mi fornirà la medesima potenza, tralasciando eventuali perdite di efficienza ? Se aumentano i volt , diminuisce la corrente e viceversa.giusto?

Re: Collegare converter dc dc ad alimentatore quick charge o

MessaggioInviato: 10 apr 2019, 13:37
da shadsu
marioursino ha scritto:Una precisazione: non c'è necessità di uno step-down se parti da 12 V e vuoi (non so poi perché) 3 V. L'ESC è di fatto un inverter trifase che utilizza le induttanze equivalenti delle fasi del brushless per la regolazione di corrente. In parole povere, richiedendogli una certa velocità tramite il PWM di comando, sarà lui a erogare le tre tensioni necessarie ad ottenerla.
Alimentandolo a tensioni minori otterrai solamente una limitazione di potenza che ti segherà i transitori e ti fermerà quando -per qualsiasi motivo- tu dovessi richiedere maggiore potenza.


Grazie Mario della risposta.
Probabilmente la domanda ti suonerà stupida.
Gestendo in PWM la ESC, alimentandola per dire con 12V 3A, diminuendo la tensione la corrente resta costante ? Oppure al diminuire della tensione, aumenta la corrente erogata?

La ragione per cui vorrei usare un converter è solo quella di innalzare la corrente. L'alimentatore mi fornisce al massimo 3A, a tensioni selezionabili, io vorrei impostarlo a 20 V-3A, e usare un converter per ridurre tensione e innalzare la corrente.
Mi viene però il dubbio, che anche se la corrente e selezionabile sul converter, non sia però mai di più di quella in entrata.
Leggendo le specifiche di alcuni converter, sia CC che CV sono regolabili ed io ho dato per scontato, che come per la tensione si possa elevare la corrente in entrata.

Re: Collegare converter dc dc ad alimentatore quick charge o

MessaggioInviato: 10 apr 2019, 13:53
da EcoTan
shadsu ha scritto:Gestendo in PWM la ESC, alimentandola per dire con 12V 3A, diminuendo la tensione la corrente resta costante ?

Ogni ESC dichiara una corrente nominale, come valore massimo da non superare.
L'assorbimento effettivo dipende dal motore dal carico meccanico dall'alimentazione e dal comando uscente da Arduino (o dal radiocomando) verso lo ESC.

Re: Collegare converter dc dc ad alimentatore quick charge o

MessaggioInviato: 10 apr 2019, 14:36
da shadsu
Ogni ESC ha un valore massimo di corrente gestibile, diciamo che la mia può gestire fino a 30 A.
Il motore puo assorbire fino a 15 A.
Se alimento la ESC a 12V - 3A - 36 W, abbassando la tensione a 8V tramite PWM, al motore arrivano sempre 3A di corrente per 24 W di potenza oppure abbassando la tensione, la corrente viene elevata, mantenendo la potenza invariata? Quindi 8V - 4.5A - 36W

Re: Collegare converter dc dc ad alimentatore quick charge o

MessaggioInviato: 10 apr 2019, 16:41
da MarcoD
Cosa significa ESC ? :(

European Shooting Confederation.
(Electronic Stability Control)
Eurovision Song Contest 2019
Sistema di controllo elettronico
? :-)

p.S.: preoccupati prima di trovare un motore che quanto a coppia e velocità ti soddisfa meccanicamente, poi penserai ad alimentarlo in modo efficente.
Quanti sistermi vuoi realizzare? Un prototipo, una preserie di 10 ?
Vuoi ridurre il costo di progettazione/sperimentazione o il costo della serie ?