Pagina 1 di 4

PCB "colabrodo", perché?

MessaggioInviato: 20 nov 2018, 15:50
da arkeo2001
Ciao Forum,

Vedo spesso in rete delle PCB per strumenti di misura sopra 1 GHz piene di tanti piccoli fori su piste stagnate. Una è qua:

https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Spectrum_Analyser_PCB.jpg

Non riesco a capirne il motivo, a meno che non siano una sorta di taratura per compensare i parametri distribuiti di qualche circuito (ma mi pare improbabile fantascienza). Pare sia una soluzione abbastanza comune e me ne chiedo il motivo. Qualcuno potrebbe illuminarmi?

Re: PCB "colabrodo", perché?

MessaggioInviato: 20 nov 2018, 15:56
da PietroBaima
Servono per tenere lo 0V allo stesso potenziale dappertutto.

Re: PCB "colabrodo", perché?

MessaggioInviato: 20 nov 2018, 16:17
da arkeo2001
Non ho capito... capisco che non posso ragionare come con la CC ma se intuisco che a frequenze da microonde la pista possa avere punti a diverso potenziale non capisco come possano i fori portare tutto "a potenziale zero".

Re: PCB "colabrodo", perché?

MessaggioInviato: 20 nov 2018, 16:21
da PietroBaima
Avere tutto il piano a 0V non è una cosa semplice, in RF.
Uno dei tanti accorgimenti è quello di stampare tanti vias, in modo che il potenziale sul piano “di sopra” sia uguale a quello del piano “di sotto”.
Una spiegazione dettagliata non è immediata.

Re: PCB "colabrodo", perché?

MessaggioInviato: 20 nov 2018, 16:24
da arkeo2001
No prob è più che sufficiente sapere che non è immediatamente spiegabile. Ora che so qual è il problema provo a cercare in rete qualcosa e nel caso chiedo i punti oscuri.

Re: PCB "colabrodo", perché?

MessaggioInviato: 20 nov 2018, 16:28
da EdmondDantes
Se non erro servono per creare due piani di massa in modo da evitare anelli induttivi attorno ai vari componenti. Al fine di collegare il più uniformemente possibile i due piani di massa, si utilizzano i fori passanti.

Si incontrano a frequenze elevate in quanto, probabilmente, è a quelle frequenze che nasce l'esigenza di evitare gli anelli di massa induttivi e tutti i relativi problemi di compatibilità elettromagnetica.

Re: PCB "colabrodo", perché?

MessaggioInviato: 20 nov 2018, 17:49
da SerTom
Che si tratti di piani di massa è pacifico.
Quelle grosse tracce lato componenti servono anche da schermatura "laterale" in modo che una zona non interferisca con le altre vicine.
La "groviera" che spesso si collega ad un layer centrale tutto di massa, serve per avere dei tratti MOLTO brevi la cui lunghezza sia più corta della lunghezza d'onda dell'eventuale segnale.
Avete idea se il collegamento di massa avvenisse su una lunghezza fisica pari alla frequenza del segnale che vi transita ? Sarebbe una bellissima antenna accordata ... :mrgreen:

Bye O_/ Ser.Tom

Re: PCB "colabrodo", perché?

MessaggioInviato: 20 nov 2018, 18:10
da boiler


Avete notato l'eleganza della pista che scende al connettore SMA in centro? :shock:

Boiler

Re: PCB "colabrodo", perché?

MessaggioInviato: 20 nov 2018, 18:29
da Max2433BO
... dai miei vaghi (mooolto vaghi... :mrgreen: ) ricordi radioamatoriali, mi ricorda una linea di trasmissione a microstrip...

... ma potrei anche aver preso un granchio!!! :mrgreen:

O_/ Max

Re: PCB "colabrodo", perché?

MessaggioInviato: 20 nov 2018, 19:03
da arkeo2001
boiler ha scritto:


Avete notato l'eleganza della pista che scende al connettore SMA in centro? :shock:

Boiler


Sì, sono oggetti che mi fanno scendere il brivido lungo la schiena per l'emozione. Solo la teoria sulle microonde, che avevo iniziato ad approcciare - ma ho fatto un pit stop perché ho visto che mi mancano troppe basi - è infernale, progettazione e costruzione penso non siano da meno. Oltretutto quello che mi meraviglia è che per strumenti di misura sospetto che le tolleranze dimensionali siano importanti, quindi c'è anche il problema di compensare tutti quei dispositivi. Che forma ha qualcuno che è in grado di progettare e costruire quegli oggetti? Sarà umano come noi?