Cos'è ElectroYou | Login Iscriviti

ElectroYou - la comunità dei professionisti del mondo elettrico

LED alimentato a 230 V

Elettronica lineare e digitale: didattica ed applicazioni

Moderatori: Foto Utentecarloc, Foto UtenteDirtyDeeds, Foto Utenteg.schgor, Foto UtenteIsidoroKZ, Foto UtenteBrunoValente

0
voti

[91] Re: LED alimentato a 230 V

Messaggioda Foto Utentetinto101 » 20 nov 2017, 11:03

Bruno Valente scusa ma i due elettrolitici collegati in anti serie cioe ?

tipo i 2 negativi insieme o ? grazie
Avatar utente
Foto Utentetinto101
6 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 152
Iscritto il: 31 ago 2017, 15:39

0
voti

[92] Re: LED alimentato a 230 V

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 20 nov 2017, 11:30

BrunoValente ha scritto:R2 mi pare non necessaria


Secondo me.non ci vuole o andrebbe sul diodo di protezione.
È un mio dubbio personale...avendo i diodi colorati e soprattutto bianchi Vf maggiore se si antiparallela un diodo diverso non luminoso tenderà lui a tirare più corrente e necessitare eventualmente di R serie
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,1k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7989
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[93] Re: LED alimentato a 230 V

Messaggioda Foto Utentemir » 20 nov 2017, 11:39

tinto101 ha scritto: ..elettrolitici collegati in anti serie cioe ?

I circuiti sono controcorrente. Seguono sempre la massa

-Per rispondere utilizza il tasto [RISPONDI] e non il tasto [CITA], grazie.-
Avatar utente
Foto Utentemir
61,4k 9 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 20674
Iscritto il: 19 ago 2004, 21:10

1
voti

[94] Re: LED alimentato a 230 V

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 20 nov 2017, 12:12

tinto101 ha scritto:ma come mai 2 led in antiparallelo ? se me ne serve uno solo come faccio ?


Il discorso è che mettendo 2 LED ottieni il doppio della luminosità e riduci molto lo sfarfallio.
Puoi utilizzare un LED doppio, cioè un contenitore LED che contiene due diodi già messi in antiparallelo.
Di solito sono uno rosso e uno verde. Otterrai così una spia di colore giallo, quando accesa.

Per capirci, questo, ad esempio.
Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
79,9k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10026
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[95] Re: LED alimentato a 230 V

Messaggioda Foto Utentetinto101 » 20 nov 2017, 13:11

richiurci manca un diodo dove ?


ok, ma se voglio mettere un SOLO diodo led , dall'altra posso mettere un diodo normale o meglio di no ?

e i 2 led qindi in anti-parallelo ?
Avatar utente
Foto Utentetinto101
6 1 5
Frequentatore
Frequentatore
 
Messaggi: 152
Iscritto il: 31 ago 2017, 15:39

2
voti

[96] Re: LED alimentato a 230 V

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 20 nov 2017, 14:04

richiurci ha scritto:
BrunoValente ha scritto:R2 mi pare non necessaria


Secondo me.non ci vuole o andrebbe sul diodo di protezione.
È un mio dubbio personale...avendo i diodi colorati e soprattutto bianchi Vf maggiore se si antiparallela un diodo diverso non luminoso tenderà lui a tirare più corrente e necessitare eventualmente di R serie


Non mi pare sia necessario: i due diodi conducono uno alla volta e, mentre uno conduce, l'altro è polarizzato inversamente, quindi i due diodi non hanno modo di interagire e se le cadute sono diverse non ha importanza.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
33,2k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6467
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[97] Re: LED alimentato a 230 V

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 20 nov 2017, 14:18

Intendevo dire Bruno che se il circuito è dimensionato per far tirare (esempio) 10mA al diodo bianco, che ha Vf=3,2V circa, il diodo 1Nxxx in antiparallelo avendo Vf di soli 0,7V ne tirerà molti di più.

Questo, anche se resta nei limiti del diodo, provoca un assorbimento inutile e sbilanciato sulle due semionde.

Seghe mentali sia chiaro, ma una eventuale R sarebbe sensata su di lui e non sul diodo luminoso.

Un motivo in più per preferire un diodo uguale per l'antiparallelo
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,1k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7989
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

0
voti

[98] Re: LED alimentato a 230 V

Messaggioda Foto UtentePietroBaima » 20 nov 2017, 14:51

tinto101 ha scritto:ok, ma se voglio mettere un SOLO diodo led , dall'altra posso mettere un diodo normale o meglio di no ?

Non capisco perché tu voglia mettere un solo led, ma se proprio ci tieni un comunissimo diodo 1n4007 va benissimo.

tinto101 ha scritto:e i 2 led qindi in anti-parallelo ?

Generatore codice per articoli:
nomi
emoticon
citazioni
formule latex

Io capisco le cose per come le scrivete. Per esempio: K sono kelvin e non chilo, h.z è la costante di Planck per zepto o per la zeta di Riemann e l'inverso di una frequenza non si misura in siemens.
Avatar utente
Foto UtentePietroBaima
79,9k 6 12 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 10026
Iscritto il: 12 ago 2012, 1:20
Località: Londra

0
voti

[99] Re: LED alimentato a 230 V

Messaggioda Foto UtenteBrunoValente » 20 nov 2017, 15:20

richiurci ha scritto:Intendevo dire Bruno che se il circuito è dimensionato per far tirare (esempio) 10mA al diodo bianco, che ha Vf=3,2V circa, il diodo 1Nxxx in antiparallelo avendo Vf di soli 0,7V ne tirerà molti di più.

Questo, anche se resta nei limiti del diodo, provoca un assorbimento inutile e sbilanciato sulle due semionde.

Seghe mentali sia chiaro, ma una eventuale R sarebbe sensata su di lui e non sul diodo luminoso.

Un motivo in più per preferire un diodo uguale per l'antiparallelo


Se ti stai riferendo al circuito del messaggio [83], il diodo che sta in serie a R2 vede la serie tra R1 e R2, quindi di fatto non si accorge della presenza o meno di R2, l'assorbimento di entrambi i diodi dipende quasi esclusivamente da R1 e quasi per niente da R2 perché è molto più piccola di R1.
Avatar utente
Foto UtenteBrunoValente
33,2k 7 10 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 6467
Iscritto il: 8 mag 2007, 14:48

0
voti

[100] Re: LED alimentato a 230 V

Messaggioda Foto Utenterichiurci » 20 nov 2017, 15:24

Esatto! Ma per quanto piccola SE volessi metterla non dovrei metterla in serie a D1 che ha Vf minore?
Avatar utente
Foto Utenterichiurci
29,1k 7 11 13
G.Master EY
G.Master EY
 
Messaggi: 7989
Iscritto il: 2 apr 2013, 16:08

Precedente

Torna a Elettronica generale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 20 ospiti